Persone

Geert Wilders

Geert Wilders è un politico olandese, nato il 6 settembre 1963 a Venlo, fondatore e leader del Partito per la Libertà (Partij voor de Vrijheid PVV).
Si propone come candidato anti-sistema e ha iniziato la sua carriera politica già nei primi anni Novanta. Deputato per il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (Vvd) dal 1998, nel 2004 venne poi espulso dal partito per le sue posizioni anti-islam radicali.

Nel 2006 fonda il Partito per la Libertà, formazione euroscettica di estrema destra, che fa il suo exploit elettorale alle elezioni europee del 2009 (17%) e nel 2010 alle legislative conquista il 15,4% delle preferenze. Nelle elezioni in Olanda di marzo 2017 Wilders sfida il premier Mark Rutte, che però viene riconfermato. Il Partito per la Libertà ottiene comunque 20 seggi collocandosi secondo partito, conquistandone dunque altri 8 rispetto alle precedenti elezioni, ma senza sfondare.

Al parlamento europeo i candidati del suo partito fanno parte del gruppo Europa delle nazioni e delle Libertà, insieme al Front National francese e alla Lega Nord.

Dal oltre dieci anni, vive sotto scorta insieme a sua moglie ungherese, 24 ore al giorno, cambiando continuamente casa, da quando è iniziata la sua battaglia politica non solo contro l'integralismo islamico, ma contro una religione considerata pericolosa per l'Occidente. Dopo l'assassinio del regista Theo Van Gogh a opera di un estremista islamico, Wilders è stato identificato come persona a rischio. Ha realizzato anche il film, “Fitna” nel 2008, il cui intento è denunciare il fondamentalismo.

Nel 2016 Wilders è stato condannato per aver incitato alla discriminazione contro i cittadini marocchini dei Paesi Bassi durante un comizio del 2014.

Prima di intraprendere la carriera politica ha lavorato nel ramo delle assicurazioni e dopo gli studi, dal 1981 al 1983, ha vissuto in Israele e Medio Oriente.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2017