Aziende

Gazprom

Gazprom è una delle più grandi aziende del mondo dell'energia. É una società russa di energia e incentrata su esplorazione geologica, produzione, trasporto, stoccaggio, trasformazione e commercializzazione di gas e di altri idrocarburi, nonché di energia elettrica, di calore e distribuzione di energia.

Con il 50,002%, la Russia possiede la quota di controllo di Gazprom. Gazprom controlla il sistema di trasporto del gas più grande del mondo, con condotte di 171 mila chilometri. Nel mondo la società gestisce 165 imprese di distribuzione, 445,3 mila chilometri di gasdotti e il trasporto di 164,3 miliardi di metri cubi di gas naturale. Gazprom è il solo fornitore di Bosnia-Erzegovina, Estonia, Finlandia, Macedonia, Lettonia, Lituania, Moldavia e Slovacchia, oltre a fornire il 97% del gas della Bulgaria, 89% dell'Ungheria, l'86% della Polonia, quasi i tre quarti di quello della Repubblica Ceca, il 67% della Turchia, il 65% dell'Austria, circa il 40% della Romania, il 36% della Germania, il 27% dell'Italia e il 25% della Francia. Gazprom inoltre controlla società bancarie, di assicurazioni, mediatiche, di costruzioni, agricole e la squadra di calcio dello Fc Zenit San Pietroburgo.

L’azienda è nata nel 1989, quando il Presidente russo Mikhail Gorbačëv ha unito i ministeri del petrolio e del gas come parte delle sue riforme economiche, nominando Gazprom ente responsabile per la produzione, la distribuzione e la vendita di gas.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Gazprom | Mikhail Gorbacëv | Russia | Italia | Zenith |

Ultime notizie su Gazprom

    Sanzioni Usa e caso Navalny: il gasdotto Nord Stream 2 rischia davvero lo stop?

    In totale, 110 miliardi di metri cubi che corrispondono a poco più della metà del gas russo attualmente esportato in Europa (199 miliardi di metri cubi nel 2019, su un totale di 232,4 miliardi venduti fuori dall'ex Urss, dati Gazprom). ... Per il momento, è gas di cui l'Europa può fare a meno: almeno fino a tutto il 2021 Gazprom è in grado di rispettare i contratti con i clienti europei anche senza Nord Stream 2. ...cubi sui 200 che Gazprom calcola di poter continuare a vendere...

    – di Antonella Scott

    Navalny uscito dal coma farmacologico. Londra convoca ambasciatore Mosca

    Da Mosca, dove Gazprom - leader del progetto - ha pagato le dichiarazioni di Seibert con un calo del 2% in Borsa, il ministro russo dell'Energia Aleksandr Novak ha ribadito che il gasdotto verrà completato, malgrado tutte le difficoltà che lo hanno accompagnato fin dall'avvio dei lavori di costruzione, nel 2011.

    – di Antonella Scott

    Gazprom va in rosso e arretra in Europa, per Mosca l'oro rende più del gas

    Tra coronavirus, inverni troppo caldi, transizione energetica e insidie della concorrenza, i conti di Gazprom per la prima volta da cinque anni sono finiti in rosso: il primo trimestre – segnato solo in parte dall'effetto Covid –... Dati di altre fonti suggeriscono che Gazprom stia perdendo quote di mercato nel Vecchio continente, a favore dei norvegesi di Equinor e del Gnl (con il Qatar che ultimamente resiste meglio degli Usa). ...le forniture di Gazprom).

    – di Sissi Bellomo

    Permafrost sempre più vulnerabile, la Siberia lancia l'allarme al mondo

    E si lavora alle nuove tecnologie che le compagnie coinvolte nei progetti artici – Gazprom, Novatek, Rosneft – studiano per tenere conto del cambiamento climatico mentre installano le nuove infrastrutture: termopiloni che limitano il riscaldamento del permafrost, pilastri radicati fino a 28 metri di profondità per mantenerne la tenuta per tutta la durata del progetto in cui sono inseriti.

    – di Antonella Scott

    Gas come il petrolio: arrivano i tagli di produzione

    Mentre le forniture di Gazprom dalla Russia sono già in calo da qualche mese e a maggio il declino è diventato più rapido. ... Equinor, secondo fornitore europeo di gas, con il 20-25% del mercato, riesce a rientrare nei costi anche quando il prezzo alla consegna è «ben al di sotto di 2 dollari per milione di Btu», ha ribadito il dirigente: un livello di competitività simile a quello di Gazprom, che a sua volta soddisfa più di un terzo del nostro fabbisogno.

    – di Sissi Bellomo

    La Cina respinge anche il gas via pipeline

    PetroChina avrebbe invocato la forza maggiore nei confronti di diversi fornitori contrattuali, di Gnl e non solo. Il motivo non è soltanto il coronavirus...

    – di Sissi Bellomo

1-10 di 1144 risultati