Ultime notizie:

Gaston Bachelard

    Fontana d'energia all'Hangar

    Tutti gli ambienti realizzati o anche soltanto progettati da Lucio Fontana (1899-1968) sono stati ricostruiti all'Hangar Bicocca, che conferma il suo ruolo di motore dell'arte contemporanea a Milano rendendo omaggio a uno dei suoi artisti più illustri. In precedenza, nella città dove visse, erano

    – di Angela Vettese

    Lo scientismo è un umanesimo

    Tessere un elogio della materia, peraltro nella forma di una storia ideologica della medicina, significa, oggi, cantare fuori dal coro. E già questo è un merito dell'ultimo libro del medico, filosofo e storico della medicina Giorgio Cosmacini. Due insulti sempre in voga nel mondo intellettuale

    – di Gilberto Corbellini

    Tutto è comunicazione: l'ars retorica e la leadership del XXI secolo

    L'introduzione più efficace all'importanza della comunicazione non può non essere essa stessa un atto di comunicazione efficace e coinvolgente. Ho quindi pensato di costruire una riflessione sul tema usando una selezione molto meditata di aforismi (fulminei corto circuiti linguistici e mentali, secondo la definizione di Franco Volpi), ideati e pronunciati da persone illuminate e autorevoli. Infatti: Ci vuole una grande abilità a racchiudere tutto in poco spazio (Seneca, Lettere a Lucilio) Inoltr...

    – Andrea Granelli

    Il sé digitale: organizzare e alimentare la conoscenza personale

    Tutto, tutto, tutto, è memoria (Giuseppe Ungaretti) L'aforisma bruciante pronunciato da Ungaretti durante una conferenza del 1937 su Giambattista Vico (non a caso uno dei grandi filosofi dell'educazione ?.) ci ricorda che il problema del ricordare non riguarda solo l'apprendimento o il contrasto del progressivo dimenticare che emerge con l'invecchiamento ? è qualcosa di più. Ha a che fare con la nostra identità. Ha scritto Umberto Eco nell'introduzione alla Biennale di Arte contemporanea del 201...

    – Andrea Granelli

    Complimenti per gli errori

    Immagini distorte e mosse venivano scartate come erronee dai primi fotografi. Poi, Man Ray e Laszlo Moholy-Nagy si accorsero che potevano esprimere una nuova figuratività

    Complimenti per gli errori

    Immagini distorte e mosse venivano scartate come erronee dai primi fotografi. Poi, Man Ray e Laszlo Moholy-Nagy si accorsero che potevano esprimere una nuova figuratività

    – Angela Vettese

    Nei sogni degli scrittori

    Immaginazioni e memoria, arte e letteratura: in due volumi le riflessioni di uno dei più grandi critici del nostro tempo

    – Carlo Ossola