Ultime notizie:

Garzanti

    Ritorno a Gaia. Abitare i confini/paradossi della 'civiltà senza errore'

    Ricordando il meraviglioso Congresso Internazionale (2019) dedicato a James Lovelock (per i suoi 100 anni), organizzato da diversi Atenei, anche internazionali, e dal Centro Studi Internazionale di Filosofia della Complessità Edgar Morin - diretto dall'Amico e collega Prof.Giuseppe Gembillo - e augurandomi possa interessarvi, condivido volentieri il saggio pubblicato, scaturito dalla relazione tenuta nel corso dello stesso Congresso e pubblicato nella Rivista scientifica di Filosofia "Complessit...

    – Piero Dominici

    Patrimonio e società: un tempo, i genitori lasciavano qualcosa ai figli

    E' risaputo: nella buona tradizione delle famiglie italiane, madre e padre svolgono un compito filogenetico, quasi eseguissero delle istruzioni inscritte nel proprio DNA: lavorano per una vita nel tentativo di accumulare beni da lasciare ai propri figli. Certo, il presente, semplicemente indicativo o elegantemente narrativo, comincia a essere fuorviante, in considerazione del fatto che le nuove generazioni, molto probabilmente, a causa delle congiunture macroeconomiche non proprio favorevoli dell...

    – Francesco Mercadante

    Le mappe di un mondo che cambia

    Le mappe sono un elemento importante, soprattutto se sono mappe non solo geografiche, ma che segnano i cambiamenti politici e sociali. L'anno nuovo è ricco di comprensibili attese e di altrettante preoccupazioni. Attese per le decisioni dei Governi e delle banche centrali, preoccupazioni per le incognite della pandemia e il risorgere inaspettato e improvviso dell'inflazione. Restano alti gli allarmi per le varianti del virus e per le incognite sulle capacità di risposta e di resilienza di grandi...

    – Gianfranco Fabi

    Quando medici e avvocati non avevano diritto all'onorario

    Nell'antica Roma, medici, avvocati, precettori e, più in generale, tutti i professionisti di rango elevato, la cui prestazione era prevalentemente intellettuale, non dovevano ricevere alcun compenso. Oggi, è difficile immaginarne la ragione; è strano pure a dirsi; ma, all'epoca, pagarli era atto contrario alle norme del buon costume. Essi erano considerati interpreti ed esecutori di un vero e proprio mandato e, in qualità di mandatari, non avevano diritto alla remunerazione. Si sosteneva addirit...

    – Francesco Mercadante

1-10 di 315 risultati