Ultime notizie:

Garante per la privacy

    Sbatti l'evasore in prima pagina: 16 paesi Ue su 28 pubblicano i nomi

    Sedici dei 28 paesi dell'Unione europea pubblicano su internet i nomi degli evasori fiscali e di quanti devono soldi allo Stato. I furbi vengono messi alla berlina anche in 23 dei 50 Stati degli Usa e in altri paesi del mondo come Australia, Messico e perfino in Nigeria e in Uganda. Migliaia di nomi galleggiano nel mare magnum del web alla mercè di chiunque

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Garante della privacy

    Molte pronunce del Garante hanno, negli ultimi anni, fissato alcuni principi importanti in tema di diritto all'oblio prevedendo specifiche garanzie e cautele nel caso di trattamenti effettuati per finalità giornalistiche, che devono avvenire sempre nel rispetto dei diritti, delle libertà

    La procedura per chiedere di rimuovere i dati

    Prima mossa per ottenere il diritto all'oblio è inviare richiesta scritta all'editore, al titolare del sito, al social network e/o al motore di ricerca. Se i responsabili dei nostri dati personali non rispondono o danno esito negativo alle pretese dell'utente è possibile inoltrare, gratuitamente,

    Il garante della privacy

    Per proporre il reclamo vi deve essere un trattamento che viola il regolamento Ue. Si pensi a una persona che riceve sul suo numero di telefono chiamate commerciali non richieste, o i cui dati personali (come immagini e commenti) siano diffusi illegittimamente, o ancora che sia sottoposto dal suo

    Decreto fiscale, per la lotteria dello scontrino proroga al 1° luglio 2020

    Chi era pronto a cercare il bacio della dea bendata con un semplice scontrino dovrà attendere almeno fino al 1° luglio 2020. Con un emendamento al decreto fiscale che sarà depositato in commissione Finanze la partenza della lotteria dello scontrino sarà differita dal 1° gennaio 2020 al prossimo 1° luglio 2020. Nel pacchetto di emendamenti sugli scontrini e la lotta al contante anche il taglio delle sanzioni e la semplificazione per gli esercenti che accettano pagamenti elettronici

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    I pagamenti digitali bastano davvero a ridurre l'evasione fiscale?

    In Italia è in contante l'86% delle transizioni in termini di volume e il 68% in termini di valore. La correlazione tra lotta al contante e all'evasione fiscale non è direttamente identificabile come causa-effetto, in particolare a causa della normativa in essere.

    – di Marco lo Conte

1-10 di 166 risultati