Persone

Gandhi

Gandhi è stato un politico e filosofo indiano, simbolo della lotta non violenta e della disobbedienza civile. Da giovane Gandhi studia in Inghilterra, come avvocato, e viene poi mandato in Sudafrica per seguire alcune cause per un’impresa. In Sudafrica Gandhi entra in contatto con le ingiustizie dell’apartheid e con quelle vissute dagli indiani immigrati. In quel periodo comincia a interessarsi alla causa degli oppressi e ad attivarsi politicamente. Partecipa a diverse proteste e viene più volte imprigionato. Tornato in India compie un viaggio attraverso tutto il paese per conoscerne l’anima e i bisogni. Pian piano diventa leader dell’opposizione all’impero britannico. La protesta si organizza sempre nella forma della disobbedienza civile e della lotta non violenta. Gandhi ha sempre rifiutato qualunque forma di violenza, condannando aspramente gli eccessi a cui alle volte gli indiani si lasciavano andare nei confronti degli oppressori inglesi. Progressivamente Gandhi diventa una figura di sempre maggior importanza nel panorama politico indiano. Nel 1919 è eletto al Parlamento indiano e comincia a guidare il movimento per l’indipendenza dall’Inghilterra, sempre all’insegna della non violenza e della disobbedienza civile. Un esempio lampante del suo approccio è la cosiddetta “marcia del sale”, organizzata per protesta contro la tassa sul sale, in cui cammina insieme agli altri sostenitori per oltre 300km per arrivare al mare e lì estrarre il sale, disobbedendo alle ordinanze inglesi. Durante gli anni di protesta Gandhi è stato più volte arrestato e ha passato diversi anni in prigione. Nel 1948 viene ucciso da un fanatico indù che gli rimprovera le concessioni fatte ai Musulmani. Gandhi ha ispirato con il suo esempio tantissimi altri attivisti politici, da Martin Luther King a Nelson Mandela. La sua personalità era così forte e integra che venne definito dal poeta Tagore “mahatma”, ossia grande anima.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Gandhi | Disobbedienza civile | Martin Luther King | Nelson Mandela | Sudafrica | Inghilterra |

Ultime notizie su Gandhi

    Sette anni di schiacciate e vittorie

    Giuseppe Pastore racconta la «Generazione dei fenomeni» guidata da Julio Velasco, allenatore-filosofo

    – di Maria Luisa Colledani

    Da Lincoln a Montanelli, passando per Churchill

    "Non che questo rosso non sia appariscente. Ma è sempre meglio di quel bischero che aveva deciso di pittare d'oro la mia statua. Mi aveva scambiato per un Creso?", avrebbe commentato Indro Montanelli. Sarebbe stato il primo a non dare importanza allo sfregio dell'altra notte a Milano, ai Giardini Montanelli che il Vecchio avrebbe continuato a chiamare col più neutro Giardini Pubblici. Con una grande foto in prima, il Corriere della Sera scrive: "Oltraggio a Montanelli". Sempre meglio del titolo...

    – Ugo Tramballi

    L'India si acconcia per le feste

    A due anni dal 75° anniversario dell'indipendenza, Nuova Delhy cambia volto con i palazzi del potere voluti dal primo ministro Narendra Modi

    – di Ugo Tramballi

    Nelle metropoli indiane la street art è politica

    L'ultimo distretto artistico creato dalla fondazione St+Art India è nato a Chennai, nella baraccopoli di Kannagi Nagar. Ma questa è solo la più recente delle iniziative ideate dalla fondazione che vuole usare l'arte di strada per riscrivere il rapporto tra società civile e spazi pubblici, favorendo un nuovo senso di comunità

    – di Cristina Piotti

    Il falso dilemma Eurobond - Mes: populismo in tempi di Coronavirus

    La diatriba Eurobond (o Coronabond)-Mes è un falso dilemma, e sta facendo perdere tempo prezioso. E' difficile ragionare quando si è in crisi. Per recuperare lucidità conviene partire dalla realtà - dai bisogni concreti. C'è una tragedia in atto. Per gestirla ci vuole un'ottica di breve periodo (lo Stato deve agire da assicuratore di ultima istanza) e una di lungo (piano pluriennale di sviluppo del paese). Nel breve c'è bisogno di un intervento assicurativo: famiglie e imprese non in grado di g...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    Breviarium

    Puntuale, ogni domenica, di primo mattino, la lettura di Mephisto  - deve ammetterlo a denti stretti - inizia con la liturgia: il Breviario di Gianfranco Ravasi. Nell'ultimo, con bel colpo di pennello, figurava a tema la "pazienza". Satanello se ne è subito incuriosito perché, per mestiere, ne deve

    Hindu India First

    Delhi, Meerut, Chandigarh, Patiala, Kanpur, Aligarh, Ahmedabad (nel Gujarat, lo stato dove Narendra Modi è nato e ha iniziato la sua carriera politica), Lucknow, Varanasi, Patna, Guwahati, Tezpur, Itanagar, Dibrugarh, Imphal, Silchar, Aizawl, Manu, Shillong, Santinketan, Kolkata, Bhopal, Mumbai, Pune, Hyderabad, Kasargod, Bangaluru, Chennai, Puducherry, Mysuru, Kochi, Kottayam. Sono le città dove gli studenti e una parte della società civile hanno protestato contro l'emendamento costituzionale ...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 420 risultati