Ultime notizie:

Gaja

    Asta Bolaffi di vini: raccolti 241mila euro, il top per Black Bowmore 1964

    Tra tutti svetta il Black Bowmore, e in generale i vini pregiati da investimento riscuotono sempre interesse, e i risultati dell'ultima asta di Bolaffi, svoltasi nei giorni scorsi, testimoniano alcuni capisaldi dell'offerta italiana  - ben conosciuti a livello globale - costituiscono sempre punti di riferimento per gli investitori. Di seguito la nota ufficiale della casa torinese. La prima asta di vini pregiati e distillati dell'anno organizzata in modalità internet live da Aste Bolaffi si è...

    – Vincenzo Chierchia

    Libri: i magnifici 10 del 2020

    Da Flannery O'Connor a Don Delillo, da Antonio Franchini a Murakami Haruki, tutto il meglio della narrativa selezionato per i nostri lettori

    – di Stefano Biolchini e Alberto Fraccacreta

    All'asta a New York i vini del cuore di Joe Bastianich

    La verticale di Monfortino Riserva, Giacomo Conterno, con bottiglie che raccontano la storia della cantina dal 1941 al 2013 (anche attraverso alcuni rari grandi formati), il Barolo Giuseppe Rinaldi 1964 o il Recioto della Valpolicella Classico Gran Riserva di Giuseppe Quintarelli 1983. Il Sassicaia, Tenuta San Guido 1985, il Masseto Tenuta dell'Ornellaia 2005 Magnum, il Marsala Riserva Superiore di Marco De Bartoli del 1860. E poi Bruno Giacosa, Angelo Gaja, una rarissima selezione di Borgogna c...

    – Fernanda Roggero

    Noi, costole di Adamo

    «Le è sempre importato più della gatta che di lei. La faceva stare male vedere come la tirava su per la coda e se la faceva scorrere tra le mani, come sabbia, e quanto alla gatta piacesse, da vera, nauseante masochista qual era. Era il tipo di gatta che sbavava di piacere quando la accarezzavi.

    – di Lara Ricci

    «Ho portato in Asia il vero aperitivo italiano»

    Nato in Basilicata e cresciuto come bartender negli Usa e poi a Londra, dal 2003 Giancarlo Mancino si è spostato in Asia e oggi (con base a Hong Kong) da professionista rappresenta il made in Italy in Oriente. Non si è però accontentato di lavorare con ingredienti altrui e da ottobre 2012 ha

    – di Giambattista Marchetto

    Masi simbolo nel made in Italy alla conquista del life style tedesco

    Il vino italiano di super qualità punta a conquistarsi un posto autorevole in Germania dove ha già un posizionamento di rilievo. Sta per aprire Masi Wine Bar Munich un nuovo locale monomarca nella centralissima Maximilianstrasse, prestigiosa via del lusso internazionale, presso il noto address

    – di Lucilla Incorvati

1-10 di 87 risultati