Ultime notizie:

Fred

    UN MARE DI SARDINE A BOLOGNA!

    Grandissimo Bergonzoni! Imparagonabile con la pessima (inaccettabile) Borgonzoni! Stasera dichiara la Prima Pace Mondiale. Questo discorso sarebbe da registrare su vinile per riascoltarlo ogni tanto (o ogni poco) per trovarci sempre qualcosa di nuovo (come a scuola ci dicevano a proposito della Divina Commedia). Non piangiamo più sul latte versato, ma cambiamo mucche! Dopo questa boccata di speranza,faticosamente autocostruita nonostante schiere di "maestri di pensiero taroccati" c...

    – Luca Boschi

    Federico Fellini, maestro di un cinema unico e irripetibile

    I volti si fanno più sfatti, le carni più stanche in pellicole come «Fellini Satyricon» (1969), «Il Casanova di Federico Fellini» (1976) o ne «La città delle donne» (1980), mentre i mostri sono quelli delle pubblicità e della televisione in «Ginger e Fred» (1985), fino a descrivere un piccolo universo di provincia la cui noia esistenziale lo trasporterà in un viaggio funebre e immaginifico in «E la nave va» del 1983.

    – di Osvaldo Cederle

    100 anni di Fellini

    Poi, fatta eccezione per Amarcord, l'incanto primigenio non si rinnovò ne E la nave va (1983), che pure è un film che si dovrebbe rivalutare, Ginger e Fred (1985) e La voce della luna (1990), basato sul bellissimo Poema dei lunatici di Ermanno Cavazzoni (ripubblicato ora per La Nave di Teseo).

    – di Cristina Battocletti

    I venditori di illusioni che spingono gli africani verso l'Europa

    L'Europa come un Eldorado dove tutto è possibile. Viaggi rapidi e indolori. Le promesse di una vita sempre meno accessibile, anche a tanti cittadini Ue. Ogni anno migliaia di africani finiscono nella rete di trafficanti "grazie" alle illusioni vendute dai loro complici nei villaggi e nelle periferie. Abbiamo sentito le loro voci

    – di Valentina Furlanetto

    Da Tiffany alla «lepre» Moncler, i colossi del lusso si sfidano a colpi di miliardi

    A pochi giorni dalla più grande operazione di sempre nel settore, l'acquisizione di Tiffany da parte del colosso francese Lvmh, gli arcirivali di Kering puntano Moncler (che conferma i contatti). Richemont, terzo incomodo, dopo il delisting di Ynap, non sembra avere prede nel mirino. Mai dire mai però: nell'alta gamma c'è ancora spazio per consolidamento

    – di Giulia Crivelli

1-10 di 721 risultati