Ultime notizie:

Franz Kafka

    IL NOME DELLE COSE - 2. L'ansia della verità subitanea

    Se non so una cosa guardo subito su Internet. Non aspetto. Tanto la Rete sa tutto. Dopo Freud, agita la morte del padre ed estinto il ruolo censorio, "contenitivo" della madre, la società del ventunesimo secolo ha deputato all'algoritmo la qualità più alta: fornire il dna generativo di tutte le idee. Siamo soli. Malati di ansia da risposta immediata. E non è più, o non solo, quanto ci metto a rispondere a una mail, whatsapp, un messaggio. Quanto impiego a usare il pollice opponibile, facoltà ch...

    – Mauro Garofalo

    Guidati dalla Stella di David

    Alla scoperta degli edifici di culto ebraici in Italia, da Ostia (il più antico dell'Europa occidentale) a Roma, Milano, Napoli e Palermo

    – di Maria Luisa Colledani

    Finzioni mentali alla Hitchcock

    E' in libreria "Allucinazioni americane" di Roberto Calasso, per i tipi di Adelphi

    – di Michele Guerra

    IL DANTE DAY!

    E vabbe', celebriamo pure il Dante Day! A 700 anni dalla sua morte lo celebriamo perché tutti siamo felici che si sia tolto di mezzo. A parte le manfrine del Benigni che ripete i canti uno dopo l'altro, tanto pe' canta'! A fumetti ecco Girano di Bergevac, disegnato mirabilmente da Clario Onesti! Vabbe', sono impietoso, ma un fondo, anzi un doppiofondo di verità c'è. Specie sull'insopportabilità del Benigni recitatore di qualsivoglia testo altrui. Quand'era vivo ci aveva divertito molto, orm...

    – Luca Boschi

    Se il libro è cognitivizzato. Una conversazione con Aaron Buttarelli, Giulia Ciarapica, Chiara Grizzaffi, Alberto Maestri, Omar Rashid e Francesco Varanini.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso dieci conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    a Praga con Kafka

    Che fosse già in bilico sulla propria esistenza, il giovane Kafka, quando scrive ai suoi, nel luglio del 1914 appare già dalle prime righe riportate dal libro A Praga con Kafka di Giuseppe Lupo (Giulio Perrone editore, ? 15,00): "Mi figuro dunque che il mio progetto possa essere eseguito in questo modo: possiedo cinquemila corone. Con questo posso vivere due anni, se occorre senza dover guadagnare, in qualche luogo della Germania, a Berlino o a Monaco. Questi due anni mi permettono di dedicarmi...

    – Mauro Garofalo

    sulle libertà

    Ciò che preoccupa alcuni di noi è la ridefinizione del concetto di libertà. Come inquadreremo la società una volta usciti di qui? La rinuncia che stiamo esercitando e il mondo che verrà. La perdita dello spazio raggiunto come si incastrerà nelle regole di ingaggio civile. Per ora, dobbiamo resistere, si dice e lo stiamo facendo. Chiusi dentro casa. Costretti in monadi. Nella migliore delle ipotesi in piccoli nuclei familiari, nei quali si è già introdotto il germe, parola d'ordine "non ammalar...

    – Mauro Garofalo

1-10 di 100 risultati