Ultime notizie:

François Jullien

    Il cibo del futuro sarà così

    «L'identità culturale non esiste», sostiene il filosofo francese François Jullien, nel pamphlet omonimo (Einaudi); perché la questione dell'identità è «viziata all'origine. Suggerisco di affrontare la diversità delle culture in termini di scarto; invece dell'identità, in termini di risorsa o

    – di Riccardo Piaggio

    1x100

    Caro Diario, accade proprio come scrive François Jullien all'inizio del suo ultimo, bellissimo libro, Essere o Vivere, edito da Feltrinelli, anche se non sempre ce ne rendiamo conto: la situazione non è separabile dalla sua evoluzione, le cose si costituiscono perché evolvono. Vale nelle cose piccole e in quelle grandi, vale persino nelle cose a cui non si può porre rimedio, ma di questo adesso non intendo parlare. A Giuseppe «Jepis» Rivello e a me sta accadendo con 1x100, che all'inizio nasce c...

    – Vincenzo Moretti

    Why! Perché? #BTO2016 Report

    L'IDEA #BTO2016. Una questione di senso L'APPUNTAMENTO Why! #BTO2016 30 Novembre - 1 Dicembre 2016, Fortezza da Basso, Firenze IL PDF Scarica il report in formato .pdf GLI HASHTAG #bto2016 #causalità #collaborazione #competizione #consapevolezza #contesto #cultura #enactment #etica #identità #industria4.0 #lavorobenfatto #organizzazione #propensione #retrospezione #senso #serendipity #significato #startup #talento #tecnologia IL DIARIO 5 Settembre 2016; 10 Settembre 2016; 16 Settembre 2016;...

    – Vincenzo Moretti

    Jullien, le trasformazioni silenziose e la politica ben fatta

    François Jullien, in uno dei suoi meravigliosi libri, Le trasformazioni silenziose (Raffaello Cortina, pagg. 25-26) scrive: «La modificazione biforca e la continuazione prosegue, una innova e l'altra eredita. [?] Prendiamo esempio dalle stagioni, che hanno continuamente ispirato il pensiero cinese: la modificazione interviene dall'inverno alla primavera, o dall'estate all'autunno, quando il freddo si inverte e tende verso il caldo, o il caldo verso il freddo; quanto alla continuazione, invece, s...

    – Vincenzo Moretti

    Rosario, Malazè e i Campi Flegrei?

    Si chiama Rosario ma io l'avrei chiamato Ulisse. La prima volta che l'ho visto questa immagine mi aveva folgorato ma poi me l'ero persa, l'altra sera no, più lui si raccontava e più a me veniva in mente l'Ulisse dalle mille risorse di cui scrive il filosofo François Jullien nel libro Pensare l'efficacia in Cina e in Occidente. Si, proprio lui, l'Ulisse abile, ingegnoso, astuto, polimorfo, l'archetipo dell'uomo che sa utilizzare razionalità e abilità in maniera inusuale, l'uomo della metis, del...

    – Vincenzo Moretti

    La Formazione può essere un "titolo tossico"?

    Mentre I comuni mortali hanno "progetti", i leader hanno "sogni" e "visioni". Senza sogni la storia non cammina, ma anche nei sogni occorre una misura se si vuole evitare un risveglio da incubo! Umberto Galimberti.       La crisi che attanaglia ormai tutto il mondo, per primo quello occidentale, è figlia non solo del sistema desueto nel quale è nata, ma anche dei manager a tanti i livelli e in ogni settore, soprattutto finanziario. Eppure, quanti di questi dirigenti, gestori di responsabilità en...

    – Marco Minghetti

    • LA VIA cinese AL PENSIERO

      Una cultura lontana dall'Occidente. Eppure oggi le due civiltà possono trarre reciproco vantaggio

      – MONICA ONORE