Ultime notizie:

Francesca Lotti

    C'è anche l'occupazione femminile nella lettera mandata a Bruxelles

    Nella lettera inviata dall'Italia all'Unione Europea c'è spazio anche per un (timido) accenno all'occupazione femminile. A un anno dal collegato lavoro (vedi post del 21 ottobre 2010 ) , che ipotizzava l'introduzione di  misure ben più precise e dettagliate per incentiva l'occupazione delle donne, il Governo conferma ufficialmente a Bruxelles questo impegno, come una delle misure per "l' efficientemento del mercato del lavoro". E'  infatti scritto nero su bianco "il Governo si impegna ad approva...

    – Anna Zavaritt

    Valore aggiunto formato medio

    La produttività come specchio dell'anima economica della nazione. O, almeno, come indicatore principale del suo sistema produttivo. Nessuno mette in dubbio che

    – di Paolo Bricco

    ..per le imprenditrici il tasso d'interesse è più elevato?

    Creare un codice "patti chiari" dedicato al rapporto tra donne e istituti bancari. E' una delle provocazioni emerse durante il convegno organizzato dall'associazione Corrente Rosa (vedi post del 16 aprile per i dettagli ) venerdì scorso. Dove si sono snocciolati "i numeri delle donne", cioè il loro potenziale potere economico ma anche l'obiettiva discriminazione ancora presente nei confronti delle donne nel mondo del lavoro. E a questo proposito è stato citato un interessante articolo passato u...

    – Anna Zavaritt

    Gender Gap e crescita economica

    Numeri alla mano, nella presentazione fatta questa mattina (al convegno Womenomics organizzato da Corrente Rosa, vedi post precedente) , Magda Bianco, Francesca Lotti, Roberta Zizza della Banca d'Italia dimostrano come La sottoutilizzazione della "forza lavoro" femminile (lavoro dipendente, rischiosità delle imprese) è un costo per il sistema (crescita PIL, crescita e minore rischiosità delle imprese) . Scarica Womenomics_Bianco_Lotti_Zizza

    – Anna Zavaritt

    • Valore aggiunto formato medio

      Nella grande impresa 71mila euro per addetto, media Ue a 83mila - L'USCITA DALLA RECESSIONE - Meno marcato rispetto ai concorrenti il rimbalzo dalla crisi: nell'ultimo trimestre 2010 produttività in rialzo del 4,3% contro l'11,3% della Germania

      – Paolo Bricco