Ultime notizie:

Fondazione Adapt

    Dove si concentra il peso della crisi? I numeri della disoccupazione e il nodo degli inattivi

    La crisi causata dall'epidemia di COVID-19 ha creato un enorme buco nell'economia italiana, che solo nel primo trimestre ha fatto crollare il Pil di oltre il 5%. Le ultime previsioni della commissione europea ipotizzano un calo complessivo del 9,5% nel 2020: di gran lunga il peggior risultato dalla fine della seconda guerra mondiale. Quali saranno le conseguenze per le famiglie, e quali i gruppi più a rischio? Per capirlo possiamo partire dalla situazione attuale, che secondo le ultime Eurostat...

    – Davide Mancino

    Rider, perché ora serve una contrattazione collettiva

    Il governo sta provando a disciplinare il lavoro dei cosiddetti rider, i ciclofattorini assoldati dalle piattaforme della gig economy. Il settore ha bisogno di più tutele, ma sarebbe un errore inquadrare il fenomeno con vecchi schemi di categoria

    – di Francesco Seghezzi *

    In Italia il 12% dei lavoratori è a rischio povertà

    Il futuro del lavoro - Il sole 24 ore - Cristina Da Rold Infogram "Il punto di partenza principale per una riflessione sul futuro del lavoro è riuscire a fare in modo che sempre meno persone lavorino tanto per guadagnare troppo poco rispetto al costo della vita. Il problema dei cosiddetti working poors oggi è enorme, e non ce ne accorgiamo, perché siamo concentrati sul contare il numero di lavoratori, e quando appuriamo che il numero è in crescita ci basta per parlare di progresso". E' molto ...

    – Luca Tremolada

    In Italia il 12% dei lavoratori è a rischio povertà. Il futuro? Ripartire dai working poors

    Il futuro del lavoro - Il sole 24 ore - Cristina Da Rold Infogram "Il punto di partenza principale per una riflessione sul futuro del lavoro è riuscire a fare in modo che sempre meno persone lavorino tanto per guadagnare troppo poco rispetto al costo della vita. Il problema dei cosiddetti working poors oggi è enorme, e non ce ne accorgiamo, perché siamo concentrati sul contare il numero di lavoratori, e quando appuriamo che il numero è in crescita ci basta per parlare di progresso". E' molto ...

    – Cristina Da Rold

    Politiche attive, serve un sistema più moderno

    Se lo scoglio maggiore nella costruzione del nuovo governo sembra superato dopo le consultazioni al Quirinale, un occhio ai possibili dossier che il nuovo esecutivo dovrà affrontare ci riporta a una difficile realtà. Pensiamo al lavoro, ad esempio, sul quale sono da poco arrivati dati che mostrano

    – di Francesco Seghezzi

    Da Amazon alle pmi italiane: come la tecnologia cambia l'organizzazione del lavoro

    Lo sappiamo, una rondine non fa primavera. Ma è bastato entrare nel centro logistico di Amazon a Baltimora - un colosso di quasi 100.000 metri quadrati e 18 chilometri di nastri trasportatori altamente tecnologicizzati - per farci dubitare delle categorie che ancora utilizziamo per classificare

    – di Francesco Seghezzi e Michele Tiraboschi

    L'azienda dove non si smette mai di imparare (e va tutto nel Passaporto delle competenze, per chi cambia posizione o lavoro)

    «Lavorare in modo partecipativo presuppone un'organizzazione che agevoli nuove prassi partecipative. Il cambiamento è culturale e riguarda le persone, ma non può prescindere dal riflettersi nel design strutturale dell'organizzazione:  dipartimenti interdipendenti,  job rotation (non si resta inchiodati sempre alla stessa posizione), progetti ambiziosi, scopi comuni e coerenza tra valori aziendali e comportamenti organizzativi». Libera Insalata è HR Manager di Vitec Imaging Solutions, azienda le...

    – Barbara Ganz

    Chi sono e cosa fanno i lavoratori con contratto a termine?

    Pochi giorni fa l'agenzia europea di statistica ha pubblicato i nuovi dati sul lavoro a termine in Europa, che mostrano quanti lavoratori e lavoratrici hanno un contratto a tempo determinato sul totale dei dipendenti. Possiamo usarli per capire chi sono e cosa fanno le persone con un impiego di questo genere, sotto vari punti di vista. Uno dei più importanti, perché riguarda le proprie prospettive di vita e la possibilità di programmare un minimo il futuro, riguarda proprio la durata del contra...

    – Davide Mancino

1-10 di 14 risultati