Ultime notizie:

Filosofica Italiana Enriques

    C'è una filosofia italiana?

    Tante domande. Ma c'è una filosofia «italiana»? E con quali criteri la si identifica e la si racconta? Se gli «eroi» filosofici della nostra tradizione sono frequentemente riconosciuti in figure che hanno avuto poco a che fare con l'Università o con la filosofia «professorale» (da Alberti, Vico,

    – di Alessandro Pagnini

    La cultura secondo Enriques

    «Rivedendo l'opera immensa di Federigo Enriques comprendiamo quale perdita irreparabile abbiano subito con la sua morte la matematica, la filosofia, la storia della scienza nel nostro paese». Non sono certo di circostanza le parole con cui il presidente Guido Castelnuovo annuncia ai Lincei

    – Umberto Bottazzini

    La cultura secondo Enriques

    «Rivedendo l'opera immensa di Federigo Enriques comprendiamo quale perdita irreparabile abbiano subito con la sua morte la matematica, la filosofia, la storia della scienza nel nostro paese». Non sono certo di circostanza le parole con cui il presidente Guido Castelnuovo annuncia ai Lincei

    – Umberto Bottazzini

    Da Peano a oggi. E le donne?

    Mostrare come la filosofia italiana rappresenti un «contesto di pensiero» di indubbia originalità e con caratteristiche per certi versi uniche nella storia della filosofia occidentale, è l'obiettivo del volume curato da Onorato Grassi e Massimo Marassi. I nostri filosofi hanno oggi un riconosciuto

    – Riccardo Pozzo

    Croce e il suo amico Einstein

    «La gente si lamenta che la nostra generazione non abbia filosofi. Non è assolutamente vero: solo che i filosofi, oggi, stanno in un'altra Facoltà, e si chiamano Planck e Einstein». Così si esprimeva nel 1911 un illustre intellettuale tedesco, il teologo e storico Adolf von Harnack, nel suo

    – Vincenzo Barone

    Pionieri della nuova geometria

    Cremona, Beltrami, Pincherle, Enriques sono stati i protagonisti della rinascita matematica del nostro Paese. Che è partita da Bologna, come racconta Salvatore Coen

    – Umberto Bottazzini

    Non due ma mille culture

    Provate. Provate a tirare in ballo, durante una conversazione con un filosofo, un sociologo, uno storico, un critico d'arte, uno psicologo, un politologo, un

    – di Bruno Arpaia

    1911-2011: l'Italia della scienza negata

    Immaginate di vivere in un paese in cui l'egemonia culturale è dettata dallo spirito di un uomo che non eccelle solo nel proprio ambito, la matematica, ma è

    – di Armando Massarenti

    Geometria come cultura

    Il 6 aprile del 1911 si apriva a Bologna il IV Congresso Internazionale di Filosofia sotto la presidenza di Federigo Enriques. Enriques? Un «professore di

    – di Umberto Bottazzini

    Così l'Italia azzoppò la scienza

    Immaginate di vivere in un paese in cui l'egemonia culturale è dettata dallo spirito di un uomo che non eccelle solo nel proprio ambito, la matematica, ma è

    – di Armando Massarenti

1-10 di 13 risultati