Aziende

Feltrinelli

Nata nel 1954 a Milano, la casa editrice Feltrinelli ha preso il nome da quello del suo fondatore Giangiacomo Feltrinelli. Sorta sulle ceneri dell’editore Colip (Cooperativa del Libro Popolare, attivo tra il 1949 e il 1954), dal quale ha rilevato la prestigiosa collana “Universale Economica”, Feltrinelli si è connotata fin dall’inizio della sua attività come realtà editoriale all’avanguardia, riuscendo a pubblicare per prima in Italia, già alla fine degli anni Cinquanta, alcuni libri considerati dei capolavori della letteratura mondiale: tra questi “Il dottor Zivago” di Boris Pasternak e “Il Gattopardo” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Nei decenni successivi Feltrinelli ha continuato l’opera di pubblicazione di autori d’avanguardia, come Gabriel Garcia Marquez, Charles Bukowski, Marguerite Duras e Isabelle Allende. Nel 1957 a Pisa ha invece aperto la prima libreria a marchio Feltrinelli: oggi sono invece 26 i punti vendita, sparsi per le principali città italiane, comprese Torino, Napoli, Milano e Roma. Nel 2005, per la gestione delle diverse attività imprenditoriali collegate al marchio Feltrinelli, si è costituita la Holding Effe 2005 che ha unito in sé il controllo sia della casa editrice che delle Librerie Feltrinelli. Successivamente è stato creato il negozio virtuale via internet lafeltrinelli.it: si tratta di un portale che distribuisce tutti i prodotti disponibili nel catalogo Feltrinelli (libri, dvd e cd musicali) e che svolge anche la funzione di aggregatore di opinioni, consigli e informazioni sui prodotti offerti, scambiate direttamente dagli utenti secondo le modalità del social networking. Nel 2008 viene acquisita la maggioranza di Pde (Promozione Distribuzione Editoria), catena che con i suoi 5.000 punti vendita è la seconda realtà distributiva italiana. Altre case editrici che sono controllate dalla holding Feltrinelli sono Apogeo, Kowalski, Eskimosa e Gribaudo.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Prodotti e servizi | Giangiacomo Feltrinelli | Casa editrice | Isabelle Allende | Marguerite Duras | Gabriel Garcia Marquez | Italia | Charles Bukowski | Giuseppe Tomasi di Lampedusa | Holding Effe 2005 | Boris Pasternak | Pde | Apogeo |

Ultime notizie su Feltrinelli

    L'economia italiana, secondo Carlo Cottarelli

    Nell'immagine: Carlo Cottarelli. Carlo Cottarelli è direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Economista, classe 1954, ha avuto numerosi incarichi in istituzioni economiche internazionali, ed è autore di alcuni libri. Martedì 28 gennaio 2020 a Roma, al Centro Studi Americani, via Michelangelo Caetani 32, ore 18, ingresso gratuito, Cottarelli presenterà il suo libro più recente, Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull'eco...

    – Gabriele Caramellino

    Un auspicio per il prossimo decennio: l' Italia si trovi un terapeuta. Bravo

    Anche se voi vi credete assolti Siete lo stesso coinvolti ? Fabrizio De André, Storia di un impiegato, 1973 Fabrizio De André[/caption] Figura 1. 16 maggio 1991, edicola della stazione FS di Cremona Fonte: Archivio Corriere della Sera I primi dubbi. Giovedì 16 maggio 1991 il giornale costava 1.200 lire e sporcava le mani d'inchiostro. Entrando in stazione scoprii che l'Italia era diventata la quarta potenza mondiale (Figura 1)[i]. A occhio sembrava una bizzarria statistica, ma Andre...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    La qualità dell'artigiano digitale

    La storia non è la scienza di chi fa ricerca sul passato. E' piuttosto la disciplina che studia il tempo. I bagliori dell'attualità si manifestano nel quadro di fenomeni congiunturali e di realtà strutturali che mutano a velocità diverse: che si leggono nel passato, che si vivono nel presente, che durano a lungo nel futuro. E la tradizione non è la ripetizione di ciò che si è sempre fatto, ma una fonte di conoscenza sulla qualità - delle cose e non solo - che vive solo se si contestualizza nella ...

    – Luca De Biase

    Oltre il potere delle parole (e degli slogan). L'educazione, l'innovazione, la democrazia?

    Percorsi e traiettorie? (Al fine di consentire percorsi e approfondimenti, il testo è, come sempre, ricco di riferimenti bibliografici e collegamenti ad altri contributi, divulgativi e scientifici - come sempre "senza tempi di lettura") L'educazione digitale, la cittadinanza digitale; l'innovazione, gli innovatori, la democrazia (digitale), il "diritto a innovare", la complessità etc. etc.?parole, parole, parole, che devono/dovrebbero trovare (almeno) una definizione/traduzione operativa...

    – Piero Dominici

    Il lavoro ben fatto, Knauf Italia and me

    Caro Diario, questa storia inizia con una mail della mia amica Michela Bordoni nei primi giorni di Ottobre 2019. Con Michela ci eravamo incontrati a metà Settembre sul campo, il campo del lavoro fatto bene of course, e ci eravamo presi subito, perché insomma si capisce quando le persone ci mettono testa, mani e cuore nelle cose che fanno. La nostra amicizia è nata così, e ancora prima di aprire la mail già sono stato contento, però poi quando l'ho letta anche di più. Il titolo della mail è Bello...

    – Vincenzo Moretti

1-10 di 1250 risultati