Persone

Federico Ghizzoni

Federico Ghizzoni è un banchiere italiano, ex Amministratore Delegato del gruppo Unicredit.

La sua carriera professionale vanta numerose esperienze all’estero: in Turchia, Polonia, Singapore, Istanbul e Vienna. Laureatosi in legge all’università di Parma, ha iniziato la sua carriera nel 1980 come Customer Relations Manager in una filiale di Piacenza del Credito Italiano. Ghizzoni ha ottenuto in Italia i primi incarichi come direttore di filiale a Trieste alla fine degli anni ottanta e, poi, nei primi anni novanta, a Seriate. Nel 2000 il grande salto, con la nomina alla guida di Bank Pekao, il secondo istituto della Polonia, prima tappa della crescita di UniCredit nella cosiddetta Nuova Europa. Tre anni dopo Profumo ha affidato a Ghizzoni il compito di sviluppare la presenza della banca italiana in Turchia. Nel 2007 è responsabile della attività nel Centro ed Est Europa e nel 2009 entra nell'executive management commitee di UniCredit. Dal 30 settembre 2010 al maggio 2016 è stato Amministratore Delegato del Gruppo Unicredit, succedendo ad Alessandro Profumo.

Ultimo aggiornamento 21 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Management | Federico Ghizzoni | Amministratore delegato | Carriera | Alessandro Profumo | Credito Italiano | Italia | Bank Pekao | Polonia | Gruppo Unicredit | Turchia |

Ultime notizie su Federico Ghizzoni

    Banche, tra i top manager vince la «scuola» Intesa Sanpaolo

    Quale scuola manageriale sta guidando le banche italiane? Per decenni, e fino alla metà degli anni '90, le gerarchie erano rigorosamente interne e quasi militarizzate. Poi arrivò la "primavera" della generazione Mc Kinsey, che ha dominato il top management del settore finanziario italiano per quasi

    – di Alessandro Graziani

    Per Carige ricapitalizzazione di Stato come per Mps: a danno dei contribuenti

    Per Carige si profila, sul modello Mps, la ricapitalizzazione precauzionale di Stato. E' il senso del Cdm d'urgenza di ieri che ha profilato l'intervento. Così il Governo, che per bocca di Luigi Di Maio aveva detto "mai più soldi alle banche", torna sui propri passi. A danno dei contribuenti italiani. In ogni caso per la banca ligure l'intervento dello Stato, almeno al momento, sembra una necessità. La Bce vuole una fusione con un altro istituto. Ma al momento non ci sono trattative. Si è parlat...

    – Carlo Festa

    Al Santander inizia l'era Orcel tra M&A e sfida digital a Bbva

    Cosa farà il nuovo chief executive officer Andrea Orcel alla guida del Banco Santander? Dopo l'annuncio a fine settembre della sua nomina da parte del board presieduto da Ana Botin, da ieri il banchiere italiano si è insediato nel quartiere generale della Ciudad Financiera di Boadilla del Monte a

    – di Alessandro Graziani

    Carige, in crisi profonda anche l'ultima banca della prima Repubblica

    Chissà se lo spagnolo Ramon Quintana della Vigilanza Bce e la tedesca Elke Konig del Single Resolution Board della Ue avrebbero mai pensato di dover essere chiamati - come avvenne nella lunga notte tra il 15 e il 16 novembre del 2017 - per gestire la resolution, ovvero il fallimento, dell'italiana

    – di Alessandro Graziani

    Si restringe del 10,6% il club dei banchieri a sei zeri in Europa

    Il club dei banchieri europei a sei cifre nel 2016 si è assottigliato: sono stati 4.597 coloro che hanno guadagnato almeno un milione di euro, in calo del 10,6 per cento rispetto al 2015. Una frenata da ricondurre soprattutto al tetto ai bonus - che ha spinto verso la retribuzione fissa - e al

    – di Luca Davi

    Afiniti e l'algoritmo da 1,3 miliardi che rende più umano il call center

    «Pronto, buongiorno. Vorrei disdire il contratto con voi». Un algoritmo prevede in tempo reale, combinando intelligenza artificiale e big data, quale sarà il comportamento della persona che chiama il call center di una società. Il sistema cerca l'operatore più adatto per interagire con quella

    – di Riccardo Barlaam

    Da Passera a Ghizzoni, i banchieri in panchina pronti a tornare in campo

    Squadra che vince non si cambia. Ma quando la squadra va male, è l'allenatore a perdere il posto. La consuetudine che da sempre è legge nel mondo del calcio vale spesso anche per i top manager delle aziende industriali e - soprattutto, data la lunga crisi finanziaria - per quelli del settore

    – di Alessandro Graziani

    Banche: oggi l'audizione di Ghizzoni, ex ad di Unicredit

    Il 12 dicembre 2014 l'allora ad di Unicredit Federico Ghizzoni incontrò la ministra Maria Elena Boschi che gli chiese «se era pensabile per Unicredit valutare un'acquisizione o un intervento su Etruria». Lo ha detto Federico Ghizzoni, ex amministratore delegato di Unicredit, nel corso

    – di Redazione online

1-10 di 770 risultati