Ultime notizie:

Fausto Bertinotti

    Prodi, strana vita di un Professore prestato alla politica

    A Bologna, la sua città, da sempre tutti lo chiamano semplicemente "Professore". Ma nella biografia politica di Romano Prodi troviamo molto altro. Scrive Marco Ascione nell'introduzione al libro-intervista con Romano Prodi Strana vita, la mia, pubblicato da Solferino, che in effetti il cursus

    – di Dino Pesole

    Ambiente, per salvare il lavoro non si può parlare dei massimi sistemi

    L'autore del post è Enrico Mariutti, ricercatore e analista in ambito economico ed energetico. Founder della piattaforma di microconsulenza Getconsulting e presidente dell'Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) - Nei giorni scorsi è andato in scena un confronto retrò: ha iniziato Fausto Bertinotti, storico segretario di Rifondazione Comunista, che ha incitato la sinistra italiana ad abbandonare il sentiero dell'ecologismo per riscoprire la lotta di classe. A stretto giro...

    – Econopoly

    Essere Fausto Bertinotti

    Gli rinfacciano cachemire, vitalizio e Warhol alle pareti, lui ribalta il discorso come faceva coi governi Prodi: «Il movimento operaio è morto», il mondo no. Tanto vale buttarla in mondanità

    – di Francesco Prisco

    Fico, da reddito zero a presidente della Camera

    «Tutto deve rimanere semplice e umile» ha detto Roberto Fico poco dopo la sua elezione a terza carica dello Stato. L'esponente del Movimento 5 Stelle ha i titoli per professare il pauperismo istituzionale: al suo esordio da deputato aveva un reddito pari a zero e, cinque anni più tardi, da

    – di Riccardo Ferrazza

    Da Prodi e Rovati, oltre un decennio di progetti sulla carta

    Il termine ricorrente era quello usuale dei piani finanziari elaborati dalle banche d'affari e dai consulenti quando si vuole "creare valore", un po' a tavolino: spin-off. Lo scorporo della rete Telecom, un tema che qualche volta era spuntato nel dibattitto economico specie dopo quello che aveva

    – di Carlo Marroni

    Elezioni 2018: la sinistra radicale e la «maledizione» del 3%

    Mettere insieme tre partiti/movimenti (Mdp, Sinistra Italiana e Possibile) e raccogliere solo il 3,4% alla Camera e il 3,3% al Senato, superando di un soffio la soglia di sbarramento. E' stato un vero flop quello di Liberi e Uguali alle elezioni politiche del 4 marzo. La formazione guidata da Pietro

    – di Andrea Gagliardi

    Un progetto mai andato in porto

    Il termine ricorrente era quello usuale dei piani finanziari elaborati dalle banche d'affari e dai consulenti quando si vuole "creare valore", un po' a tavolino: spin-off. Lo scorporo della rete Telecom, un tema che qualche volta era spuntato nel dibattitto economico specie dopo quello che aveva

    – di Carlo Marroni

1-10 di 379 risultati