Persone

Fabrizio Saccomanni

Fabrizio Saccomanni è nato il 22 novembre del 1942 a Roma ed è un economista e politico italiano.

Nell'Ottobre del 2006 è stato nominato direttore generale della Banca d'Italia per poi essere riconfermato nel Luglio del 2012.

Dal 28 Aprile del 2013 al 22 febbraio del 2014 è stato Ministro dell'Economia e delle Finanze nel Governo Letta.

Laureato in Economia e Commercio all'Università Bocconi di Milano nel 1966, ha proseguito gli studi alla Princeton University (USA), dedicandosi a studi di perfezionamento in economia monetaria ed internazionale.

Nel giugno del 1967 inizia la sua carriera in Banca d’Italia nell’Ufficio Vigilanza della Sede di Milano e dal 1970 al 1975 viene distaccato presso il Fondo Monetario internazionale, nel Dipartimento Rapporti commerciali e di cambio.

Nel 1984 ricopre l’incarico di capo del servizio rapporti con l’estero e nel 1997 viene nominato direttore centrale per le attività estere.

Ha rappresentato la Banca nell’ambito dei principali organismi finanziari internazionali.

Dal 1991 al 1997 ha ricoperto la carica di Presidente del Comitato per la politica del cambio.

Tra il 1998 ed il 2002 ha partecipato ai negoziati per la creazione dell'Unione economica e monetaria ed ha collaborato nel Comitato dell’Euro per la gestione della transizione alla moneta unica.

Dal 2003 al 2006 è stato Vice Presidente della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo a Londra.

Tra il 2 ottobre del 2006 ed il 28 aprile del 2013, è stato direttore generale della Banca d’Italia.

Il 28 Aprile è stato nominato ministro dell'Economia e delle Finanze nel governo Letta, carica che ha mantenuto fino al 24 febbraio 2014, quando è stato sostituito dall'attuale ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan.

Fabrizio Saccomanni ha ricevuto le seguento onorificienze:

— Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (10 luglio 1987);

— Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 1995);

— Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (11 settembre 2010).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Scuola e Università | Direttore generale | Banca d'Italia | Repubblica Italiana | Pier Carlo Padoan | Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo | Milano | Fmi | Bocconi | Governo Letta | Dipartimento Rapporti | Fabrizio Saccomanni |

Ultime notizie su Fabrizio Saccomanni

    Sottosegretario all'Economia/Pierpaolo Baretta

    Classe 1949 è stato Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Economia e delle Finanze sotto il Ministro Fabrizio Saccomanni nel Governo Letta, confermato sotto il ministro Pier Carlo Padoan nel Governo Renzi.

    Dannosi egoismi nazionali

    Fabrizio Saccomanni. Le tante crepe apertesi storicamente nel sistema, osserva l'ex direttore della Banca d'Italia, sono dovute al prevalere di interessi locali su quelli generali

    – di Marco Onado

    Lo spettro del voto anticipato riaccende lo spread

    I listini europei terminano in rialzo in scia con Wall Street e i messaggi della Bce. Ma la crisi, sempre più probabile del governo Conte, ha infiammato lo spread in area 209 senza mandare in fibrillazione Piazza Affari. Al top Fineco e St, male Bper che ieri ha dato i risultati

    – di Andrea Fontana ed Enrico Miele

    Panda bond, la Cina ha fame. Pronta la prima emissione

    Una dichiarazione congiunta siglata dai ministri delle Finanze di Italia e Cina, Giovanni Tria e Liu Kun, sigilla la nuova fase aperta dal Primo dialogo finanziario Italia-Cina che, non a caso, si è svolto a Palazzo Marino, simbolo di Milano, centro della finanza.

    – di Rita Fatiguso

    Il villaggio globale con Trump diventa arena

    Il muso duro di Trump sta trasformando il mondo da un villaggio globale a un'arena dove le partite stanno sempre più diventando giochi a somma zero. Ossia o vinco io o vinci tu. L'abbraccio tra Cina e Russia di questi giorni e il varo di una grande alleanza strategica tra i due paesi rende ancora

    – di Giorgio Barba Navaretti

    Il Gotha della finanza a Cinecittà per il il 25esimo Congresso Assiom-Forex

    Sono i suggestivi set cinematografici di Cinecittà a far da sfondo al consueto appuntamento dell'Assiom-Forex. Il congresso, che ogni anno chiama a raccolta il sistema bancario italiano in una città diversa, quest'anno prende forma a Roma, tra le scenografie dei film spaghetti western di Sergio

    – di Luca Davi

    UniCredit, la controllata turca valuta un bond da un miliardo di dollari

    La Turchia continua ad essere una spina nel fianco per UniCredit e il suo ceo Jean-Pierre Mustier. Dopo che nel terzo trimestre la banca di piazza Gae Aulenti è stata costretta a svalutare per 846 milioni la quota (40%) detenuta in Yapi Kredi, la banca controllata a Istanbul, ora il gruppo potrebbe

    – di Luca Davi

    Tutti i danni degli egoismi nazionali

    C'è un filo rosso che lega le tante crisi finanziarie che abbiamo vissuto negli ultimi decenni fino a quella più grave di tutte, esplosa nel 2007. E' l'incapacità dei governi dei principali Paesi di agire in modo coordinato per attenuare gli inevitabili impulsi destabilizzanti dei movimenti di merci

    – di Marco Onado

1-10 di 1061 risultati