Fabrizio Onida è Professore ordinario di Economia internazionale presso l'Università Bocconi dal 1983. E’ Presidente del CESPRI - Centro di Ricerca sui Processi di Innovazione e Internazionalizzazione.

Dal 1989 al 1995 Onida è stato coordinatore del Corso di Laurea in Economia Politica. Ha insegnato in precedenza nelle Università di Milano e di Modena.
Fabrizio Onida è stato delegato italiano presso il consiglio Ocse per la politica della scienza e della tecnologia, presidente dell'Istituto per la Ricerca Sociale di Milano e presidente dell'Ice (Istituto per il Commercio Estero).

I suoi interessi di ricerca spaziano dall’economia al commercio internazionale con focus particolare sull’integrazione economica e le imprese multinazionali. Fabrizio Onida ha anche effettuato ricerche e pubblicazioni nell’ambito dell’aiuto pubblico allo sviluppo e al rapporto fra innovazioni tecnologica e competitività.

Fabrizio Onida è Laureato in Economia e Commercio presso l'Università Commerciale "Luigi Bocconi" di Milano (1964). M.A. in Economics presso la University of Michigan.

Ultimo aggiornamento: 09 febbraio 2022
  • 19 maggio 2024
    Lavoro, perché l’Italia ha il problema dei bassi salari

    24Plus

    24+ Lavoro, perché l’Italia ha il problema dei bassi salari

    In Italia il lavoro è sotto-pagato? Il tema dei bassi salari e della povertà lavorativa in Italia è tornato d’attualità. Nella presentazione del Rapporto annuale 2024 dell’Istat lo scorso 15 maggio il presidente prof. Chelli ne ha parlato diffusamente. Secondo il Forum Disuguaglianze e Diversità

  • 25 marzo 2024
    Produttività, dove nasce il gap italiano

    Commenti

    Produttività, dove nasce il gap italiano

    Si dice: da metà degli anni ‘90 l’Italia non cresce, perde colpi, l’Italia è in declino, fortemente distaccata dalla Ue. Queste affermazioni, frequenti nel dibattito politico e giornalistico nazionale e internazionale, sfociano sul tema della “produttività”.

  • 12 febbraio 2024
    Le misure per essere attrattivi

    Commenti

    Le misure per essere attrattivi

    A pochi anni dall’audace operazione con cui sotto la guida di Marchionne gli azionisti italiani della Fiat (Exor di John Elkann della famiglia Agnelli) accettarono la fusione euroatlantica in FCA (Fiat Chrysler Automobiles)

  • 29 gennaio 2024
    Draghi e le scelte per l’Europa

    Commenti

    Draghi e le scelte per l’Europa

    Necessario superare la regola che impone all’Unione le decisioni prese all’unanimità

  • 11 gennaio 2024
    Il grande potenziale dell’India e il freno da un’agenda nazionalista

    Mondo

    Il grande potenziale dell’India e il freno da un’agenda nazionalista

    L’elevato potenziale socio-economico dell’India tra i Paesi del Sud globale discende da diversi fattori consolidatisi negli anni recenti: elementi come il capitale umano dei 500mila nuovi ingegneri laureati ogni anno e il veloce recupero su infrastrutture e trasporti