Ultime notizie:

Fabrizio Forquet

    Riforme «di carta» se le élite hanno la vista corta

    Le riforme in Italia vivono troppo spesso il breve spazio dell'annuncio, vivacchiano per un po' di tempo e poi vengono annegate in un mare di carta. La debolezza strutturale della politica italiana, in buona parte è qua, in questo senso di abbandono ad un riformismo "à la carte" per cercare

    – di Carlo Marroni

    Nei labirinti delle democrazie di carta

    Riforme annunciate e mai realizzate. Riforme approvate e attuate solo in parte. Riforme approvate e sostanzialmente depotenziate nel fitto reticolo burocratico che ne accompagna l'effettiva messa in opera. C'è tutto questo nelle "democrazie di carta" declinate in vario modo, come ci ricorda il

    – di Dino Pesole

    Insegnare buona politica contro l'antipolitica

    Insegnare la buona politica non è solo l'antidoto all'antipolitica. E' la constatazione che solo un'accurata preparazione su tutti i temi che attengono alla vita istituzionale e politica del Paese possa contribuire a formare la classe dirigente del futuro e aprire al tempo stesso la strada a scelte

    – di Sergio Fabbrini e Dino Pesole

    Un anno senza la passione di Fabrizio Forquet

    Come ognuno di noi, Fabrizio Forquet era diverse persone in una sola. Vorrei ricordarne tre, quelle di carattere pubblico, che ho avuto modo di osservare più da vicino. Il Fabrizio giornalista, il Fabrizio organizzatore, il Fabrizio docente. Comincio dal primo, il Fabrizio giornalista. Ad uno che è

    – di Sergio Fabbrini

    Il coraggio e la forza di pensare un'Europa che funziona e che serve

    Colpisce che nel suo ultimo libro - "Sdoppiamento. Una prospettiva nuova per l'Europa" (in uscita per Laterza) - Sergio Fabbrini scriva che un futuro di maggiore integrazione riguarda solo alcuni fra gli Stati europei ed è bene, per la salvaguardia dell'insieme, prenderne atto. I lettori de "Il

    – di Giuliano Amato

    «Buona scuola» non ancora a misura di studente

    I principali stakeholders di un sistema educativo sono gli studenti. Ma nell'Italia delle mille riforme a metà un assunto così pacifico in teoria raramente lo è stato anche in pratica. Un copione che - ahilei e soprattutto ahinoi - la Buona Scuola rischia ora di confermare.

    – di Eugenio Bruno

1-10 di 614 risultati