Ultime notizie:

Fabrice Luchini

    Il confine della verità. Frantz di Ozon è didascalico ma commovente

    Cristina Battocletti Che cosa è un confine tra nazioni, tra sofferenza e vita, ciò che è giusto e ciò che non lo è, ma soprattutto qual è la frontiera tra verità e menzogna. E' di questo che ragiona Frantz di François Ozon, raccontando di un paesino tedesco all'indomani della Prima Guerra mondiale che sfodera gli artigli all'arrivo di un giovane francese, Adrien (Pierre Niney). In divisa sarebbe potuto essere l'omicida di uno dei tanti ragazzi che riposano nel cimitero fresco di lapidi. Per ques...

    – Cristina Battocletti

    Il confine della verità

    Che cosa è un confine tra nazioni, tra sofferenza e vita, ciò che è giusto e ciò che non lo è, ma soprattutto qual è la frontiera tra verità e menzogna. E' di questo che ragiona Frantz di François Ozon, raccontando di un paesino tedesco all'indomani della Prima Guerra mondiale che sfodera gli

    – Cristina Battocletti

    Venezia '73 tra pesi Piuma e centrimetri di dimensione artistica

    "Vergogna!" ha urlato la critica in sala al termine di "Piuma" di Roan Johnson, passato in concorso ieri alla 73esima edizione della Mostra del cinema di Venezia. Sembrava una platea per lo meno scoordinata, visto che si sono levate risa (e anche un applausino) durante la proiezione. I boati di disapprovazione non erano tanto rivolti al film, una commedia dolceamara sulle traversie di una coppia di ragazzi, Cate e Ferro, che decidono di tenere un bambino concepito per errore. Quanto alla direz...

    – Cristina Battocletti

    Diverte «Ma Loute» di Bruno Dumont

    Dopo diverse settimane segnate da poche uscite, in questo weekend le nostre sale tornano a riempirsi di novità interessanti, tra le quali svetta «Ma Loute», l'ultima fatica del regista transalpino Bruno Dumont. Ambientato durante l'estate del 1910, «Ma Loute» racconta di una serie d'inspiegabili

    – di Andrea Chimento

    Cannes '69: il miracolo del dentone sulla Croisette

    Risate e applausi per «Toni Erdmann». In gara film di livello, scandalosi e umoristici. Il glamour soddisfatto da Allen e Foster Di solito ai grandi festival ci si macera sui mali della società scorrazzando anche con bizzarria (a Cannes finora di qualità) tra i generi più diversi. Ma alla proiezione di Toni Erdmann è successo qualcosa di inaspettato che si è liberato in risate e applausi spontanei. La trama, una giovane donna anaffettiva in carriera e un Edipo negato, era piena di inghippi acq...

    – Cristina Battocletti

    Il dentone della Croisette

    Di solito ai grandi festival ci si macera sui mali della società scorrazzando anche con bizzarria (a Cannes finora di qualità) tra i generi più diversi. Ma alla proiezione di Toni Erdmann è successo qualcosa di inaspettato che si è liberato in risate e applausi spontanei. La trama, una giovane

    – Cristina Battocletti

    Il dentone della Croisette

    Di solito ai grandi festival ci si macera sui mali della società scorrazzando anche con bizzarria (a Cannes finora di qualità) tra i generi più diversi. Ma alla proiezione di Toni Erdmann è successo qualcosa di inaspettato che si è liberato in risate e applausi spontanei. La trama, una giovane

    – Cristina Battocletti

    «Ma Loute» di Bruno Dumont diverte con classe

    Applausi per Bruno Dumont: «Ma Loute», l'ultimo film dell'autore francese, è uno dei titoli più riusciti e divertenti di questi primi giorni del Festival di Cannes. Ambientato durante l'estate del 1910, «Ma Loute» racconta di una serie di inspiegabili sparizioni che avvengono nei pressi di una

    – Andrea Chimento

1-10 di 37 risultati