Ultime notizie:

Fabio Fois

    BTp sotto pressione, Europa immune. Perché i mercati adottano due pesi e due misure

    I mercati adottano due pesi e due misure nei confronti di Italia e del resto d'Europa quando si tratta di reagire al voto per il rinnovo del Parlamento di Bruxelles. Niente di particolarmente sorprendente, in effetti, perché gli investitori stanno ormai procedendo su due binari distinti da un anno

    – di Maximilian Cellino

    L'Europa guarda più alla Germania, ma l'Italia rischia. Gli scenari per Borsa e BTp

    Più la Germania che l'Italia sembrano fino a questo momento interessare agli investitori nel "Super-Sunday" elettorale che ci siamo appena messi alle spalle. Lo dice in fondo l'andamento dei mercati nelle prime ore di questo lunedì: l'euro, dopo essersi avvantaggiato nei confronti del dollaro ieri

    – di Maximilian Cellino

    Eurolandia, delude l'inflazione di ottobre (+1,5%)

    Delude l'inflazione di Eurolandia. A ottobre, l'indice dei prezzi è aumentato dell'1,5% rispetto a un anno prima, dopo l'1,4% di settembre. Gli analisti si aspettavano qualcosa in più: un +1,6%. L'inflazione core, che esclude le componenti più volatili e meno controllabili attraverso la politica

    – di Riccardo Sorrentino

    Eurozona, l'inflazione in un mese scende dal 2% all'1,5% annuo

    Scivola l'inflazione di Eurolandia. Placando le pressioni "rialziste" sulla Banca centrale europea. A marzo, i prezzi al consumo sono saliti dell'1,5% annuo, con una velocità decisamente inferiore rispetto a febbraio, quando era stato registrato un +2% (numericamente corrispondente all'obiettivo

    – di Riccardo Sorrentino

    Riforme, i mercati chiedono sprint non retromarce

    I mercati tollerano i colpi di scena tipici del rischio-Italia. Ma la retromarcia sulle riforme strutturali già fatte, questo sì, può mandarli fuori asse. Il 2017 è l'anno del rischio politico, il più imprevedibile e il più inafferrabile di tutti i rischi che gli operatori finanziari sono chiamati

    – di Isabella Bufacchi

    Per la Bce più difficile ignorare i critici del Qe

    Un balzo brusco e inatteso. Il salto dell'inflazione di Eurolandia all'1,1% a dicembre, dallo 0,6% di novembre apre molti interrogativi su quali scenari si aprano ora sul fronte dei prezzi e quali riflessi potranno esserci sulla politica monetaria della Banca centrale europea.

    – di Riccardo Sorrentino

    Bce verso il tapering o la proroga degli acquisti? La parola a Draghi

    Tapering, o espansione? La conferenza stampa del presidente della Bce Mario Draghi, dopo la riunione di ottobre del consiglio direttivo, ruoterà con tutta probabilità attorno a questo interrogativo: cosa accadrà alla fine di marzo, quando dovrebbe completarsi il programma di quantitative easing?

    – di Riccardo Sorrentino

    Titoli di Stato globali sotto pressione

    Qualche tensione di troppo sui titoli di Stato dell'Eurozona non ha certo favorito ieri il debutto del nuovo BTp Italia nel decimo collocamento della serie delle obbligazioni legate all'inflazione del nostro Paese e a suo tempo espressamente ideate dal Tesoro per le esigenze della clientela

    – Maximilian Cellino

    La Banca centrale europea verso un nuovo allentamento monetario

    I prezzi di Eurolandia riprendono a calare a febbraio, dopo il lento rialzo segnato da settembre in poi. Anche l'inflazione di fondo, core, si è abbassata scendendo dall'1% prevalente negli ultimi mesi, allo 0,7 per cento. La Banca centrale europea lo aveva però previsto: «Ci aspettiamo attualmente

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 62 risultati