Ultime notizie:

Eurostat

    Green Deal, a che punto è l'Europa col dimezzamento delle emissioni? Un grafico per scoprirlo

    Green Deal, a che punto è l'Europa col dimezzamento delle emissioni. Un grafico per scoprirlo L'Unione Europea ha alzato l'asticella della sua ambizione: ridurre del 55 per cento le emissioni di gas serra. I dati Eurostat aiutano a misurare la distanza da questo traguardo, fissato per il 2030 dal Green Deal, l'impegno europeo per portare a zero l'impatto ambientale del continente. L'istituto comunitario di statistica mette a disposizione un indicatore che, con riferimento alle emissioni del 1990...

    – Silvio Puccio

    Green Deal, a che punto è l'Europa col dimezzamento delle emissioni? Un grafico per scoprirlo

    Green Deal, a che punto è l'Europa col dimezzamento delle emissioni. Un grafico per scoprirlo L'Unione Europea ha alzato l'asticella della sua ambizione: ridurre del 55 per cento le emissioni di gas serra. I dati Eurostat aiutano a misurare la distanza da questo traguardo, fissato per il 2030 dal Green Deal, l'impegno europeo per portare a zero l'impatto ambientale del continente. L'istituto comunitario di statistica mette a disposizione un indicatore che, con riferimento alle emissioni del 1990...

    – Silvio Puccio

    Al via il G20 Cultura con un focus sulle professioni

    L'avvio dei lavori nell'Arena del Colosseo giovedì 29 luglio con Mario Draghi, Dario Franceschini, Audrey Azoulay e Christian Greco. I lavori proseguono il 30 luglio

    – di Roberta Capozucca

    Neet in crescita: Pnrr e Centri per l'impiego potrebbero non bastare

    Negli ultimi tempi, l'implementazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è oggetto di continui dibattiti. Il Piano intende far intraprendere al nostro Paese un processo di convergenza verso gli Stati più ricchi dell'Unione europea attraverso cospicui investimenti rivolti non solo alla digitalizzazione e alla transizione ecologica, ma anche ai temi più insidiosi che affliggono l'Italia da ormai più di un decennio. Tra questi vi è quello della disoccupazione, in particolare quella ...

    – yezers

    Neet ventenni e trentenni: occorrono politiche diversificate per età

    Secondo la XXIII Indagine AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati, ad un anno dal conseguimento del titolo, il tasso di occupazione è mediamente inferiore al 70 per cento e, a cinque anni, le percentuali salgono oltre l'80 per cento, per quanto un'analisi sulla qualità del lavoro mostri percentuali elevate alla voce "contratti non standard" e "lavoro autonomo", ovvero principalmente collaborazioni occasionali (nelle figure seguenti il dettaglio storico per tipologia di laurea cons...

    – Eleonora Maglia

    La popolazione dell'Unione europea sta invecchiando. Quanti saremo nel 2080?

    Nel grafico sopra puntano il puntatore del mouse sul dato del 2020 si può provare a tracciare l'andamento della popolazione nell'Ue e nei Paesi membri. Se l'azzeccate siete bravi. Nel 2080 l'Italia passerà da 59,6 a 52,8 milioni di abitanti. In Europa non andrà molto meglio, visto che passeremo da 447a 419 milioni di persone. Dall'inizio del millennio fino al 2019, la popolazione dell'UE è cresciuta costantemente, principalmente a causa della migrazione. Nel periodo dal 2001 al 2020, la popola...

    – Infodata

    L'Italia non ha solo il problema della fuga di cervelli. Perché non è in grado di attirare immigrati laureati?

    Che succede se si incrociano i dati relativi alla percentuale di cittadini europei laureati con quella degli extracomunitari con lo stesso titolo di studio? Succede che non emerge una correlazione, ovvero non necessariamente un paese con più laureati attira più immigrati che hanno concluso un percorso accademico, ma emerge un serio problema che riguarda il nostro paese. L'Italia è infatti la penultima nazione sia per cittadini laureati (il 24,5%, fa peggio solo la Romania, che però è la prima n...

    – Infodata

1-10 di 3026 risultati