Ultime notizie:

Esther Duflo

    Una proposta, l'affido di solidarietà

    L'anno scorso il premio Nobel per l'Economia è stato assegnato a Michael Kremer, Abhijit Banerjee ed Esther Duflo per l'approccio sperimentale nella lotta alla povertà globale. Banerjee e Duflo, in particolare, avevano sintetizzato le loro ricerche in un libro divulgativo, «L'economia dei poveri», nel quale sono descritte alcune ricerche sul campo relative a questioni molto concrete. ...Rajan, Banerjee e Duflo.

    – di Roberto Alatri e Alberto Paletta

    Dall'Europa un esempio e una nuova agenda

    Il 2 luglio 2019, Christine Lagarde viene designata dal Consiglio Europeo per succedere a Mario Draghi come presidente della Banca Centrale Europea, prima donna in questo ruolo. Era già stata la prima donna a capo del Fondo Monetario Internazionale. Nella stessa data, il Consiglio Europeo designa

    – di Paola Profeta

    Non solo Duflo, gli astri nascenti dell'economia parlano francese

    Del profilo del premio Nobel per l'Economia Esther Duflo, è più significativo che sia donna (appena la seconda), 47enne (di gran lunga la più giovane), esperta di povertà (come Amartya Sen nel 1991) e sposata a uno dei premiati (la prima coppia a ricevere il riconoscimento), piuttosto che la

    – di Andrea Goldstein

    Politici che si basano su fatti e numeri, la lezione dei tre Nobel all'Italia

    Autore di questo post è Anna Rinaldi, ricercatrice in Economia Comportamentale e docente di Economia e Valutazione delle Politiche Sociali e di Sviluppo presso l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro -  In Italia la cultura della valutazione delle politiche, intese all'inglese come policy, non ha mai preso piede. Si avvicendano i Governi e si rinnova il balletto delle "riforme". Generalmente si inizia con quella della scuola. Ogni governo deve avere la sua, ma quali siano gli obiettivi di qu...

    – Econopoly

    Liberismo e statalismo, una dicotomia «romantica»

    Uno stato anarchico? Camillo Berneri - intellettuale libertario della generazione di Piero Gobetti, Carlo Rosselli e Antonio Gramsci - era arrivato, leggendo la Filosofia della pratica di Benedetto Croce, alla conclusione che occorresse anche parlare, in termini evidentemente pragmatici, dello Stato dopo la scomparsa dello? Stato auspicata dagli anarchici[1]. Gli anarchici e il crimine Benedetto Croce aveva infatti spiegato che la società avrebbe avuto comunque, dopo un'eventuale crollo dell'is...

    – Riccardo Sorrentino

    Comunità più forti per ricostruire il capitale sociale

    I dati sulla povertà in Italia continuano a interrogarci. Quelli elaborati dall'Istat dicono che il numero di poveri assoluti registrato nel 2018 si conferma allo stesso livello del 2017, rimanendo al di sopra della soglia dei 5 milioni, cioè intorno ai livelli massimi dal 2005. Di questi il 30%

    – di Aldo Bonomi

    Nobel, le armi spuntate dei tre vincitori contro la povertà

    L'autore di questo post è Massimiliano Marzo, professore di economia dei mercati finanziari e finanza internazionale presso l'Università di Bologna e la Johns Hopkins University -  Il premio Nobel per l'economia recentemente assegnato a Michael Kremer, Abhijit Banerjee, Esther Duflo rappresenta certamente un fatto che richiama una riflessione su come si è evoluta una certa parte della teoria economica da qualche tempo a questa parte. Una premessa è però d'obbligo: il premio è più che meritato d...

    – Econopoly

    Lotta alla povertà: tre Nobel alla concretezza

    Ha giustamente suscitato qualche sorpresa e molto interesse la scelta dell'Accademia reale svedese delle scienze di assegnare il premio Nobel dell'economia a tre personalità relativamente giovani e non particolarmente conosciute. I tre economisti sono di nazionalità diverse: indiana (Abhijit Banerjee), francese (Esther Duflo) e americana (Michael Kremer), e dividono il loro tempo tra l'insegnamento nelle due più prestigiose università americane, l'MIT e Harvard, entrambe con sede a Cambridge ne...

    – Gianfranco Fabi

1-10 di 30 risultati