Ultime notizie:

Ernesto De Martino

    Chi ha imparato abbastanza, non ha imparato niente

    Caro Diario, sono tornato a #Cip. E' stata, è e sarà una settimana piena di cose, anche se per molte ragioni non è facile ho intenzione di raccontartela come si deve, poi come sempre mi fai sapere se ti è piaciuta. DOMENICA 26 GENNAIO 2020 Comincio da domenica, come sai le storie non cominciano mai quando cominciano, persino quando non ci piace saperlo c'è sempre qualcosa prima che le ha fatte cominciare. In realtà potrei cominciare anche dall'ultima settimana di Dicembre 2019, quella in cui son...

    – Vincenzo Moretti

    La pista sul futuro in una terra che non decolla

    Sarà colpa del caldo estivo, ma il fronte dei calanchi è di un giallo che spinge all'inerzia, come se la piana di Pisticci, in questa zona di Basilicata indecisa tra un'appartenenza appenninica e la tentazione del mar Jonio, voglia manifestare - nella conformazione del terreno argilloso, nella

    – di Giuseppe Lupo

    «Le fake news ci sono sempre state, la difesa è nelle biblioteche»

    «Quando, nel 1988, arrivai a Los Angeles, gli studenti più brillanti erano affascinati dal neoscetticismo. Per il neoscetticismo, la narrazione di finzione e la finzione storica erano indistinguibili. Il clima culturale di allora ha creato le condizioni favorevoli per le fake news di oggi».

    – di Paolo Bricco

    La voce di Sacco e quella del Sud

    Possedeva una voce inconfondibile Leonardo Sacco, intellettuale e giornalista scomparso ieri a Matera all'età di 94 anni: una voce gracchiante come quella delle Muse che il poeta-ingegnere Leonardo Sinisgalli aveva incontrato in Lucania, nel lontano 1939, dalle parti di Montemurro. E non si

    – di Giuseppe Lupo

    I racconti del grano - Ho trovato il grano Ferdinà

    IL NUOVO RACCONTO HO TROVATO IL GRANO FERDINÀ Torna all'indice Caro Diario, oggi inizia il Camp di Grano e da quando conosco Jepis, Antonio e Cip è la prima volta che manco. E' brutto assai amico mio. Come dici? Non è colpa mia? E che cambia, come si diceva a Secondigliano da ragazzi o "ho caduto" o "sono caduto" sempre pe' terra me so' truvato, sempre in terra sono finito. Comunque resta sintonizzato, che qualche modo per starci comunque me lo invento, magari vado rubacchiando tra i social e q...

    – Vincenzo Moretti

    Il rimorso dell'Occidente

    «Odio i viaggi e gli esploratori», inizia così Tristi tropici di Claude Lévi-Strauss (1908-2009) che si accinge a raccontare i suoi viaggi e le sue esplorazioni, sublime attestazione del «rimorso dell'Occidente» quale causa della nascita stessa dell'etnografia. Un libro rivoluzionario che, al suo

    – di Mario Andreose

1-10 di 40 risultati