Ultime notizie:

Ernesto Abbona

    Dazi Usa, formaggi i più colpiti. Salvi vino e olio d'oliva italiani

    A pagare saranno soprattutto i formaggi made in Italy, mentre sembrerebbero salvi i prosciutti (ma solo quelli Dop quindi Parma e San Daniele e non quelli prodotti da cosce importate) e soprattutto i vini, l'olio d'oliva, la pasta e le conserve vegetali made in Italy

    – di Giorgio dell'Orefice

    Il prosecco traina l'export del vino italiano, ma calano i volumi

    L'Italia del vino cresce ancora nel mondo, ma con il freno a mano tirato. E l'ancora di salvezza si chiama Prosecco.Le stime sull'export presentate ieri a Verona dall'Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor - alla presenza del ministro Marco Centinaio in un evento nell'ambito di wine2wine -

    – di Giambattista Marchetto

    Sviluppo, sostenibilità e innovazione al Forum Food & Made in Italy

    Sviluppo, sostenibilità e innovazione sono i temi chiave su cui si concentrerà il prossimo giovedì 22 novembre a Milano la 6° edizione del Forum Food & Made in Italy, organizzato da 24ORE Eventi in collaborazione con Il Sole 24 Ore: dall'evoluzione dei modelli di consumo alimentari alle modalità

    Piano di rilancio dell'Uiv per Corriere vinicolo e Osservatorio vino, con direzione affidata a Giulio Somma

    Il Corriere vinicolo si rimette a nuovo. A 90 anni esatti dalla sua fondazione, avvenuta a Milano nel dicembre del 1928, la proprietà - l'Unione italiana vini - ha deciso di giocare la carta del rilancio. Lo fa varando un piano di riorganizzazione dell'area editoriale che ha nella storica testata il cardine dell'informazione e della politica vitivinicola nazionale ed estera, alla cui direzione è stato chiamato Giulio Somma (foto accanto), già editorialista del settimanale e direttore negli anni...

    – Nicola Dante Basile

    Vino, nel 2017 l'export crescerà del 6% ma la promozione si è bloccata

    Colpo d'acceleratore del vino italiano. Nei primi otto mesi del 2017 l'export strappa di circa l'8% a 3,75 miliardi, un tasso di crescita che non si vedeva da 5 anni. Il boom arriva da Russia (+48%), Cina (+24%) e Canada (+11%). Tra i mercati con più di 100 milioni, seguono a velocità "moderata"  Svizzera e Svezia (+11%), Giappone (+9%), Regno Unito (+8%) e Stati Uniti(+5,8%). Non mancano però le spine: secondo le elaborazioni di Nomisma wine monitor, l'export di vino italiano accelera, ma meno ...

    – Emanuele Scarci

    Regioni in ordine sparso su costi e regole delle certificazioni di qualità del vino

    Regione che vai, certificato (e costi) che trovi. Nell'industria del vino, la strategia della qualità portata avanti a partire dalla fine degli anni 80 si è rivelata forse la leva decisiva per il successo del vino made in Italy. I numeri parlano chiaro: se nel 1986 (l'anno del famigerato scandalo

    – di Giorgio dell'Orefice

1-10 di 22 risultati