Persone

Enzo Moavero Milanesi

Enzo Moavero Milanesi è nato il 17 agosto del 1954 a Roma ed è un giurista italiano, avvocato e politico.

E' stato ministro per gli Affari Europei nei governi Letta e Monti ed ha collaborato, in qualità di Direttore Generale del Bureau of European Policy Advisors, con la Commissione europea.

Dopo la laurea in legge, conseguita presso l'Università "La Sapienza" nel 1977, ha effettuato un tirocinio in uno studio legale di diritto internazionale, per poi specializzarsi al College de France di Bruges, dove ha ottenuto il diploma di diritto comunitario. Un anno dopo, ecco un altro titolo di specializzazione in diritto internazionale presso la University of Texas, a Dallas.

Negli anni dell'università coordina la sezione romana del Movimento studentesco per l'organizzazione internazionale e in quelli del militare, diventa tenente della Guardia di Finanza, uscendo poi dalla caserma con un encomio solenne.

Subito dopo gli studi, per il giovane Moavero si apre soprattutto la strada dell'Europa: nel 1983, a 29 anni, entra come funzionario della Direzione generale della Concorrenza della Commissione dell'allora CE, per poi, nel 1989, passare al gabinetto del vicepresidente - e commissario per la scienza, la ricerca, lo sviluppo, le telecomunicazioni e l'innovazione -Filippo Maria Pandolfi, democristiano di lungo corso, gabinetto del quale diventa capo nel 1991.

Fra il 1992 ed il 1994 i suoi viaggi di ritorno a Roma sono frequenti, in veste di consigliere dei governi Amato e Ciampi. Amato lo indica come capo del Segretariato per gli Affari Europei nell'ambito del Segretariato generale della Presidenza del Consiglio, dove Moavero si occupa anche di coordinamento della politica economica italiana con la poltica comunitaria.

A Bruxelles, poi, nel 1995 incontra Mario Monti, appena nominato commissario per il mercato interno.

Monti lo vuole con sé come capo del suo gabinetto e Moavero lo segue anche quando il professore diventa commissario per la Concorrenza. Moavero, stavolta, ha il ruolo di direttore della sezione D, dedicata ai servizi, della Direzione generale.

Nel 2002, nel pieno del mandato di Monti alla Concorrenza, Moavero viene nominato segretario generale aggiunto della Commissione Europea, alto ruolo di responsabilità nell'istituzione, che gli conferisce il mandato di «migliorare i metodi di lavoro della Commissione e promuovere la diffusione di pratiche ottimali». Ma Moavero non si ferma qui: dal 2005 al 2006 è direttore generale dell'Ufficio dei Consiglieri per le Politiche Europee della Commissione, per poi giurare a Lussemburgo come giudice del Tribunale di primo grado della Corte di Giustizia della Ue, ruolo che ha ricoperto fino al 2012.

Moavero ha ricevuto diverse onorificienze quali:

— Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (26 aprile 2000);

— Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (22 maggio 2002);

— Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte (20 aprile 2006);

— Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (16 febbraio 2009).

E' sposato e padre di tre figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Giustizia | Merito | Mario Monti | Ciampi | Filippo Maria Pandolfi | Politiche Europee | Texas | Roma | Amato | College de France | Enzo Moavero Milanesi | Comunità Europea | Guardia di Finanza |

Ultime notizie su Enzo Moavero Milanesi

    Ema, Governo ed europarlamentari vogliono riaprire la partita sulla sede

    Nella riunione convocata ieri alla Farnesina con i rappresentanti del ministero della Salute, dell’Avvocatura dello Stato, della Regione Lombardia e del Comune di Milano, il ministro Enzo Moavero Milanesi ha annunciato che il Governo presenterà nuove memorie, atti e documenti a sostegno del procedimento avviato presso la Corte di Giustizia europea e si è impegnato a sostenere la causa intentata dal Comune di Milano presso la stessa corte.

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Ema ad Amsterdam per Brexit, Canary Wharf chiede 320 milioni di danni

    Si terrà, infatti, domani pomeriggio una riunione di coordinamento tra ministero degli Esteri, Salute, Avvocatura dello Stato, Regione Lombardia e Comune di Milano presso il gabinetto del ministro Enzo Moavero Milanesi (consulente del precedente Governo proprio per la questione Ema) per valutare il seguito delle cause davanti alla Corte di giustizia europea.

    – di R. Galullo e A. Mincuzzi

    Non solo manovra: l'altra sfida per il governo è la conferenza sulla Libia

    ...degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta e il numero uno del Dis Alessandro Pansa. ... All’Assemblea ha partecipato anche il ministro Moavero. E proprio Moavero nel pomeriggio interverrà al Senato, per un’informativa sugli sviluppi della situazione in Libia.

    – di Andrea Carli

    Cresce fatturato estero imprese costruzione: +2% in 2017, a quota 14 miliardi

    Moavero: bisogna fare di più ... Questo il commento del ministro degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi in occasione della presentazione del rapporto Ance. «Faccio un appello alle imprese italiane di costruzione - ha detto Moavero - potete dare un importante contributo alla crescita italiana. ... Quello rivolto da Moavero ai costruttori italiani è stato «un appello accorato per giocare tutti insieme per l’Italia».

    – di An.Ga.

    Onu, il premier Conte pronto al debutto in Assemblea generale

    La delegazione italiana sarà rappresentata anche dal ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi e dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (che seguirà il focus sul tema «financing for development» e l’agenda 2030).

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Salvini sarà Tancredi del "Gattopardo" o un'eccezione italiana? Intervista a Niall Ferguson

    Peraltro, la continuità di fondo – o, almeno, la sua simultaneità con i fenomeni di rottura – potrebbe essere confermata – nella composizione dell'esecutivo attuale – dalla compresenza fra forze populiste e tecnocrazia: «Del vostro governo, fanno parte per esempio il ministro dell'Economia Giovanni Tria e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi».

    – di Paolo Bricco

    Libia, due linee nel governo. Moavero: dialogo anche con Macron. Salvini: c’è lui dietro agli scontri

    Uno è targato Matteo Salvini, vicepremir e ministro dell’Interno; l’altro è quello del ministro degli Affari esteri, Enzo Moavero Milanesi. ... Per prima cosa Moavero è convinto che un braccio di ferro tra Italia e Francia non convenga a nessuno: non all’Italia, perché una ulteriore escalation delle violenze rischia di accentuare la pressione migratoria sui porti italiani; e non conviene nemmeno alla Francia perché un’instabilità crescente potrebbe far slittare la data...

    – di Andrea Carli

    Manovra, Di Maio sulla scia di Salvini: non sfideremo l'Ue sui conti

    Alla riunione sulle priorità della prima legge dei Bilancio del governo giallo verde erano presenti anche il vicepremier Matteo Salvini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, e il responsabile degli Affari Ue, Paolo Savona.

    – di Vittorio Nuti

1-10 di 211 risultati