Enti e organizzazioni

Ivass (ex Isvap)

L'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo (ISVAP) era un'autorità amministrativa indipendente italiana.

Istituita nel 1982, nel 2012 col decreto-legge n. 95, è stata sostituita dall'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (IVASS) collocato sotto la vigilanza della Banca d'Italia.

Tra le principali funzioni dell'Isvap rientravano:

— il controllo della gestione tecnica, finanziaria, patrimoniale e contabile delle imprese di assicurazione;
— la vigilanza sull'osservanza delle leggi e dei regolamenti in materia assicurativa da parte delle imprese e degli agenti;
— la rilevazione dei dati di mercato necessari per la formazione delle tariffe e delle condizioni di polizza;
— la collaborazione con le altre autorità indipendenti, per assicurare il corretto esercizio delle rispettive funzioni;
— la vigilanza sulla trasparenza dell'offerta agli utenti (L. 5 marzo 2001, n. 57);
— la raccolta dei reclami presentati nei confronti delle imprese assicurative;

— il mantenimento di un registro dei reclami (circ. Isvap 518/D, 21/11/2003) per facilitare la soluzione delle questioni sottoposte attraverso interventi, provvedimenti e sanzioni nei confronti dei soggetti vigilati.

L'IVASS è presieduto dal Direttore Generale della Banca d'Italia, incarico attualmente ricoperto da Salvatore Rossi.

Ultimo aggiornamento 14 ottobre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Normativa sulle assicurazioni | Isvap | Vigilanza | Reclamo | Banca d'Italia | Salvatore Rossi | Ivass |

Ultime notizie su Ivass (ex Isvap)

    Proliferano le polizze false: spunta anche la «Rc Auto»

    Non solo nomi fantasiosi o mutuati da quelli di compagnie note, per confondere il cliente sprovveduto. Oggi il vasto campionario delle polizze fasulle si è arricchito con una variante che spiazza anche chi in questo settore ne ha viste tante: l'Ivass (ex-Isvap) ha segnalato che vengono

    – di Maurizio Caprino

    Polizze false da Gibilterra

    L'Enterprise Insurance Company esiste davvero, ma circolano sue coperturei Rc auto contraffatte. Per verificare occorre contattare Dekra e Ivass

    – di Maurizio Caprino