Ultime notizie:

Enrico Cuccia

    Addio a Giampiero Pesenti, morto l'industriale del cemento

    E' morto Giampiero Pesenti, figura ai vertici del mondo imprenditoriale e finanziario italiano. Nato a Milano il 5 maggio 1931, oggi presidente onorario di Italmobiliare, aveva preso le redini di Italcementi e Italmobiliare nel 1984, alla scomparsa del padre Carlo.

    Mediobanca, il 2% del capitale per i banker di Messier Maris

    In gioco c'è il 2% del capitale di Mediobanca, una quota superiore a quella di molti pattisti, ma è ad erogazione decennale e serve per "fidelizzare" i banker di Messier Maris & Associés, la banca d'affari francese recentemente acquisita con l'utilizzo di azioni proprie come moneta di pagamento.

    – di Antonella Olivieri

    Giovanni Tamburi: «Nell'era di Amazon io scelgo il retail Ovs»

    «Telecom? Mi hanno proposto più volte di organizzare un club deal ma ho sempre rifiutato perché è una società che mi fa un po' paura. Gli Npl? Li lascio a quelli che io chiamo i becchini della finanza. Io investo in imprese, mi piace dare un contributo per rilanciarle e farle crescere. L'Italia è

    – di Alessandro Graziani

    Che fine ha fatto il capitalismo italiano?

    Dal 5 marzo è in edicola con Il Sole 24 Ore il volume "L'Italia: molti capitali, pochi capitalisti", scritto da Beniamino Andrea Piccone. Si tratta di un libro che vale la pena di leggere, perché ricostruisce i problemi del capitalismo italiano partendo da lontano, con lo sguardo attento dello storico dell'economia che combatte il "presentismo". (disclaimer: conosco l'autore, ariete di Econopoly sin dagli albori) Molto spesso, nel dibattito odierno, si tende a semplificare ragionamenti compless...

    – Francesco Bruno

    Addio a Guido Roberto Vitale, innovatore dell'economia con impronta anglosassone

    E' scomparso un protagonista della vita economica e finanziaria, culturale e politica del nostro Paese. A 81 anni, se n'è andato Guido Roberto Vitale. La sua biografia rappresenta bene la modernizzazione più aggressiva e di matrice anglosassone che, a partire dagli anni Sessanta, ha preso piede

    – di Paolo Bricco

    Miccichè, una vita al crocevia tra finanza e calcio, tra Palermo e Milano

    «La nostra casa a Palermo era aperta. Mio padre Gerlando e mia madre Maria Teresa avevano l'abitudine di ospitare sempre tantissimi amici. Spesso si giocava a bridge. Le signore a canasta. Si ascoltava musica classica e lirica. Si parlava di tutto con persone molto interessanti. Venivano anche

    – di Paolo Bricco

1-10 di 283 risultati