Ultime notizie:

Enrica Arena

    Perché Hirschman può salvare il Mezzogiorno (e il Paese) dal fracaso

    "Lo sviluppo dipende non tanto dal trovare le combinazioni ottimali delle risorse e dei fattori produttivi dati, quanto nel suscitare e nell'utilizzare per lo sviluppo progetti, risorse e capacità nascosti, dispersi o malamente utilizzati." La frase è di Albert O. Hirschman, un economista, scienziato e attivista sociale il cui pensiero andrebbe recuperato come presidio di ottimismo della volontà in questi tempi cupi e incerti. Hirschman, ebreo berlinese transfuga per l'Europa prima e il contine...

    – Paolo Manfredi

    Agrumi con la stoffa

    Realizzare tessuti innovativi, sostenibili e di qualità partendo dagli scarti degli agrumi, quelli inevitabilmente presenti nella lavorazione industriale. Un'idea innovativa diventata negli anni impresa grazie alla ricerca e alla tenacia di due giovani startupper siciliane. A pensare a questa soluzione sostenibile sono state Adriana Santanocito ed Enrica Arena, fondatrici di Orange Fiber e oggi in società con Francesco Virlinzi, Antonio Perdichizzi e Corrado Blandini. Passione per il tessile e ...

    – Giampaolo Colletti

    I tessuti made in Italy creati da fibre naturali

    Fibre che, filate, diventano tessuti da indossare. In natura, è la cellulosa la trama di sostegno dei tessuti vegetali: oltre che nei tronchi degli alberi, si trova nei semi di cotone, nei fusti di lino, canapa, ginestra, iuta. Se trattata con additivi chimici, da fine 800 diventa viscosa. Dopo l'età del nylon e delle fibre sintetiche nell'industria tessile, oggi la cellulosa riunisce tre esperienze innovative di ritorno alla fibra naturale per rispondere alle sfide di sostenibilità sanitaria ed...

    – Josephine Condemi

    H&M premia la start up finlandese che converte il cotone di scarto.

    Trasformare il cotone di scarto in un nuovo tessuto: è questa l'idea che ha vinto il primo Globe Change Award promosso dalla H&M Conscious Foundation, organizzazione no-profit del colosso svedese del fast fashion. Il team che l'ha sviluppata, il cui responsabile è Michael Hummel, finlandese, ha

    – Marta Casadei

    Sara Doris: "Perché Mediolanum ha una Fondazione per i bambini"

    Il Premio Internazionale "Le Tecnovisionarie®" è arrivato alla sua settima edizione e ieri è stato assegnato a undici donne che nella loro attività professionale hanno dimostrato di possedere visione, privilegiando l'impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l'etica. Il premio, organizzato da Gianna Martinengo presidente dell'Associazione Donne e Tecnologie e vicepresidente vicario Fondazione Fiera Milano, viene assegnato ogni anno nei settori della ricerca, dell'innovazione, dell'i...

    – Monica D'Ascenzo

    Alla ricerca del nuovo Made in Italy

    Parlare di Made in Italy nel 2014 significa parlare anche e soprattutto delle future sembianze economiche e culturali dell'Italia. L'espressione made in Italy può non piacere a tutti, ma racchiude certamente quella unione di capacità creative e produttive che ha permesso alla manifattura italiana di diventare tra le più rinomate al mondo. Ogni Paese esprime un proprio made in. Nel caso dell'Italia, si tratta di un universo molto variegato perché il made in Italy riflette luoghi, abilità, mate...

    – Gabriele Caramellino

1-10 di 12 risultati