Persone

Ennio Doris

Ennio Doris è un imprenditore italiano. Ha fondato la banca Mediolanum, di cui è Presidente.

Ennio Doris si è diplomato in ragioneria nel 1960 e ha avviato la carriera nella Banca Antoniana di Padova, dove è rimasto fino al 1968. Dopo essere stato direttore generale dell’azienda metalmeccanica Talin di Cittadella (in provincia di Padova), è diventato consulente finanziario e dal 1971 al 1981 ha lavorato a Dival (gruppo Ras). Nel 1982 Doris ha fondato Programma Italia, in società al 50% con la Fininvest capitanata da Silvio Berlusconi. Dal gruppo si è sviluppata la Divisione Assicurazione e Prodotti Finanziari del Gruppo Fininvest. Nel 1996 la società è entrata in Borsa a Milano con la denominazione di Mediolanum Spa. Tra le altre attività, nel 2001 Ennio Doris ha lanciato Mediolanum Channel. Nel 2002 è diventato Presidente della Fondazione Mediolanum.

Nello stesso anno, Ennio Doris è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Nel 2010 la rivista americana Forbes l’ha posizionato al settimo posto nella classifica degli uomini italiani più ricchi del 2010.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Assicurazioni | Ennio Doris | Talin | Silvio Berlusconi | Fininvest | Mediolanum Spa | Divisione Assicurazione | Ras | Padova | Borsa Valori |

Ultime notizie su Ennio Doris

    Esce la seconda parte di «Loro»: Sorrentino «interpreta» Berlusconi, tra manie di grandezza e fragilità

    ? E' ancora una canzone napoletana a introdurre la seconda parte di Loro, il film di Paolo Sorrentino ispirato alla vita di Berlusconi, nelle sale dal 10 maggio. La macchina da presa scopre il corpo nudo di una donna a gambe aperte sull'angolo di una piscina: è quello di Tamara (Euridice Axen), intenta a depilare le parti intime mentre il figlio le spara addosso l'acqua di una pistola giocattolo. La madre gli risponde a male parole, senza i filtri e la tenerezza che sarebbero dovuti a un bambino...

    – Cristina Battocletti

    Sorrentino «interpreta» Berlusconi, tra manie di grandezza e fragilità

    E' ancora una canzone napoletana a introdurre la seconda parte di Loro, il film di Paolo Sorrentino ispirato alla vita di Berlusconi, nelle sale dal 10 maggio. La macchina da presa scopre il corpo nudo di una donna a gambe aperte sull'angolo di una piscina: è quello di Tamara (Euridice Axen),

    – di Cristina Battocletti

    Giovani di Confindustria: «Rischio politico può mettere in difficoltà il Paese»

    «La fine del quantitative easing della Bce si avvicina e così anche le elezioni. Due fenomeni diversi che portano alla stessa conclusione: il rischio politico può mettere il Paese in difficoltà finanziaria». Lo ha detto il leader dei giovani di Confindustria, Alessio Rossi nel discorso di apertura

    – a cura di N. Cottone, C. Dominelli e V. Viola

    Mediolanum porterà le Pmi in Borsa

    «Diventeremo la banca d'affari di riferimento per le piccole e medie imprese italiane, le aiuteremo a entrare in Borsa per farle crescere ed essere ancora di più le nostre eccellenze del mondo». Non sceglie una platea a caso Massimo Doris per disegnare il futuro di Banca Mediolanum: di fronte ha

    – Maximilian Cellino

    I francesi devono suonare la «ritirata» su Mediaset

    Nella controversa campagna d'Italia, per Vivendi il triangolo infernale è con Mediaset e Telecom. Su Telecom l'accerchiamento dei fondi - che si è aggiunto a quello di sindaci, Antitrust, Consob, concorrenti pubblici e privati - ha prodotto(per ora) il rinvio a settembre delle scelte sul riassetto

    – di Antonella Olivieri

    Ecco perché Bolloré ha fretta di rafforzare la presa su Telecom

    Perché Bolloré ha tanta fretta di rafforzare la presa di Vivendi su Telecom, quando ha mandato in campo il suo ceo, Arnaud de Puyfontaine, come presidente esecutivo a fianco dell'ad che si era scelto, Flavio Cattaneo, sostituendo in corsa Marco Patuano? Il rischio è che - tra Mediaset e Telecom -

    – di Antonella Olivieri

    Borse in rosso con Wall Street. Milano zavorrata da Generali

    Chiusura debole per le Borse europee (segui qui i principali indici), frenate dai realizzi, nonostante le indicazioni incoraggiante contenute nel Bollettino economico della Banca centrale europea. La Commissione Ue ha rivisto al rialzo le stime di crescita del Pil nella zona euro all'1,7% per

    – di Eleonora Micheli

    Europa positiva, ma Milano (+0,27%) frena zavorrata dalle banche

    Chiusura positiva per le Borse europee (segui qui il loro andamento), che sono tornate a salire dopo la pausa di riflessione della vigilia. Milano, che per gran parte della seduta ha vantato la performance migliore, ha frenato sul finale, chiudendo in progresso dello 0,27%. Intanto Oltreoceano

    – di Eleonora Micheli

    #dallapartedelSole, le voci a sostegno del rilancio del Sole 24 Ore

    Care lettrici, cari lettori,dalla parte del Sole. Stare dalla parte del Sole 24 Ore per guardare avanti. Abbiamo più volte provato a segnalare i tanti, troppi errori, del nostro passato, anche recente; purtroppo non siamo stati ascoltati e il peso di quel passato zavorra il nostro presente.

    – di Il Cdr

1-10 di 200 risultati