Ultime notizie:

Emmanuel Mounier

    Un anno fa moriva Umberto Eco: il suo ritratto da giovane

    Non ho mai pensato che il tardivo approdo in cattedra del professore Umberto Eco, all'età di 43 anni, per quanto paradossale, possa aver costituito per lui un problema. Non ne aveva il tempo, tante e tali erano le sopravvenienze, fin dalla tesi di laurea sul Problema estetico in San Tommaso,

    – di Mario Andreose

    L'amore dopo Mauthausen

    In un breve intervento uscito su «Esprit» nel 1953, dal titolo Testimonianza e letteratura che è possibile leggere in appendice al più corposo Lazzaro tra noi (Editions du Seuil 1950), Jean Cayrol, giovane poeta bordolese che ha vissuto da prigioniero politico l'inferno di Mauthausen (un «Nacht un

    – di Goffredo Fofi

    Padre dei piccoli sofferenti

    Sessant'anni fa, il 28 febbraio 1956 moriva a 54 anni a Milano don Carlo Gnocchi, una figura che non ha bisogno di nessuna icona (anche se è stato beatificato nel 2009), tanto è stata luminosa la sua testimonianza di carità evangelica. Accompagnato da due ampie e intense riflessioni - l'una del

    – di Gianfranco Ravasi

    Politica francese tra troni e altari

    Lo studio di Michele Marchi si addentra nelle sottili strategie che da Pétain al generale De Gaulle segnarono un'epoca e una mentalità

    – Paolo Pombeni

    Il cuore del problema

    Affermava Charles Péguy: «La rivoluzione o sarà morale o non sarà affatto». Ed Emmanuel Mounier aggiungeva: «Si pretende che la rivoluzione sia uno sconvolgimento di fiamme e di fuoco. No, la rivoluzione è un tumulto ben più profondo. Mutate il cuore del vostro cuore. E, nel mondo, muterete tutto quello che è stato da esso contaminato? In questo mondo inerte, indifferente, incrollabile, la santità è ormai la sola politica valida e l'intelligenza, se vuole accompagnarla, deve conservare la purezz...

    – Daniele Bellasio

    Tre libri, due persone e un enigma

    Non sono mai riuscito a leggere un libro alla volta, è più forte di me. Dipende dal fatto che non ho sempre gli stessi gusti, magari un giorno in un certo momento ho voglia di leggere un saggio, ma poi, dopo un'ora, cerco avidamente una pagina da romanzo e magari la sera, prima di dormire, preferisco un racconto. Dunque, aperti, con vari tipi di segnalibro (vanno forte i biglietti dei cinema, ma mi vanto perfino di avere un tagliando di un'Aida interrotta dalla pioggia, cosa rara, l'Aida, più c...

    – Daniele Bellasio

    Sedici libri da leggere e di cui parlare. Prossimamente

    Sui nostri comodini, nei nostri cassetti e sul tavolo, lì, vicino all'orologio, si appoggiano volumi che valgono perché li hai scelti, ti sei tenuto la recensione e ti senti tranquillizzato se li vedi, perché li vuoi leggere, ci vuoi riflettere sopra e ne vuoi parlare. Il mio catalogo è questo: Gianni Riotta, Le cose che ho imparato - Mondadori (ci torneremo) Ubaldo Casotto, G. K. Chesterton - L'enigma e la chiave - Lindau Alessandro Baricco, Mr Gwyn - Feltrinelli Thor Vilhjakmsson, La corona d'...

    – Daniele Bellasio

1-10 di 15 risultati