Ultime notizie:

Emi

    Immigrati e reati? Non c'è correlazione, o meglio ce ne sono tante

    Più immigrati uguale più reati. Qualunque politico che faccia un affermazione del genere, o che al contrario la neghi risolutamente, sta, per dirlo in maniera educata, effettuando un'ardita semplificazione. Sì, perché non c'è alcuna correlazione tra i due fenomeni. O meglio, ce ne sono diverse e contraddittorie tra di loro. Dipende dal reato e dalla zona del Paese. Con una brutale semplificazione, che certamente farà inorridire sociologi e statistici, Infodata ha provato a mettere in relazio...

    – Infodata

    Immigrati e reati, la correlazione che c'è. E che non c'è

    Più immigrati uguale più reati. Qualunque politico che faccia un affermazione del genere, o che al contrario la neghi risolutamente, sta, per dirlo in maniera educata, effettuando un'ardita semplificazione. Sì, perché non c'è alcuna correlazione tra i due fenomeni. O meglio, ce ne sono diverse e contraddittorie tra di loro. Dipende dal reato e dalla zona del Paese. Con una brutale semplificazione, che certamente farà inorridire sociologi e statistici, Infodata ha provato a mettere in relazio...

    – Riccardo Saporiti

    Scoppia la guerra con Lindon e Brizé: al cinema il 15 novembre un film importante sul lavoro in anteprima su Domenica

    I lavoratori si sacrificano e i profitti aumentano, ma i dirigenti della Perrin Industries decidono comunque di chiudere la fabbrica per delocalizzare dalla Francia alla Romania. In guerra, titolo dell'ultimo film di Stéphane Brizé nelle sale dal 15 novembre, racconta il senso di umiliazione e di disperazione di 1100 persone, che rifiutano il licenziamento collettivo, impegnandosi in settimane di lotta. Il cinema da sempre è stato vicino alle tematiche del lavoro, dal celeberrimo Charlie Chaplin...

    – Cristina Battocletti

    Abbandono scolastico, disoccupazione e povertà. I casi di Milano e Novara

    Prima di tutto la buona notizia: dal 2008, quando era al 20%, l'abbandono scolastico in Italia si è ridotto nel 2017 al 14%. Centrando così l'obiettivo europeo di scendere sotto al 16% entro il 2020. Questo a livello generale: nel dettaglio, si va da un 4,8% in provincia di La Spezia a un 27,1% in quella di Caltanissetta. Non solo e il punto è proprio questo: quando a questi dati si affiancano quelli sul reddito pro capite e sulla disoccupazione giovanile emergono le correlazioni. Nel senso che ...

    – Riccardo Saporiti

    Porto i ferri di bottega a Unisa

    Qualche mese fa la prof. Maddalena della Volpe mi ha dato una bella opportunità, quella di immaginare e proporre un breve percorso da integrare nel suo corso di Business Education nel corso di laurea di Economia e management dell'Università di Salerno. L'antefatto #Mastru, Perché la Prof. Della Volpe si è incuriosita e mi ha invitato? Lo scorso anno, insieme alla prof.ssa Stefania Leone e a tutto lo staff dell'Osservatorio Culture Giovanili Ocpg, abbiamo dato vita al laboratorio Storie che c...

    – Giuseppe Jepis Rivello

    I cinque errori della democrazia e perché puntare sul merito vuol dire salvarla

    La democrazia rischia di soccombere. L'idea che la  democrazia(1) sia l'unico sistema possibile (e l'autoritarismo superato) ha perso plausibilità. Anche le democrazie più consolidate - in affanno nel gestire globalizzazione(2), disuguaglianza e immigrazione - sono a rischio sopravvivenza. Il mondo è in "recessione democratica". Ascesa e declino La democrazia, per cinquant'anni considerata punto di arrivo ? Nel 1941, solo 11 paesi al mondo erano organizzati secondo principi democratici. Ritenu...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    L'altro modo di guardare alla crescita del prodotto interno lordo globale

    Il Prodotto interno lordo (Pil), esprime il benessere di una collettività nazionale e il suo livello di sviluppo. Partendo da questo presupposto, e prendendo spunto da un articolo pubblicato di recente su howmuch.net ("Visualize the Entire Global Economy in One Chart", ) nel quale è stata rappresentata la ripartizione del PIL in funzione delle macro aree geografiche e delle principali nazioni mondiali per il 2017, noi di Infodata abbiamo pensato di ampliare l'orizzonte temporale di analisi p...

    – Infodata

    Banchiere, burocrate, ucciso dalla mafia: l'importanza attuale del caso Notarbartolo

    Lo scorso anno è stato pubblicato un lungo ed importante volume, "Storia del Banco di Sicilia"(1), opera di grande interesse che ripercorre pedissequamente i centoventiquattro anni di storia dell'istituto e, per le sue vicende, di un'intera Regione. Luci e ombre di una banca pubblica, inizialmente anche istituto d'emissione, protagonista nella spinta alla crescita nel secondo dopoguerra, esauritasi insieme alla Prima Repubblica in compagnia di quasi tutto il sistema dell'intervento pubblico nel...

    – Francesco Bruno

    Asia, Europa, Stati Uniti e mondo: quanto vale l'economia globale?

    Il Prodotto interno lordo (Pil), esprime il benessere di una collettività nazionale e il suo livello di sviluppo. Partendo da questo presupposto, e prendendo spunto da un articolo pubblicato di recente su howmuch.net ("Visualize the Entire Global Economy in One Chart", ) nel quale è stata rappresentata la ripartizione del PIL in funzione delle macro aree geografiche e delle principali nazioni mondiali per il 2017, noi di Infodata abbiamo pensato di ampliare l'orizzonte temporale di analisi p...

    – Fabio Fantoni

    25 anni senza Fellini: l'uomo, il fumettista, il regista

    Moriva 25 anni fa il grande regista, fumettista e sceneggiatore, vincitore di 5 Oscar, di cui uno alla carriera. Rese immortali la sua Rimini e l'Italia degli anni Sessanta «Dovevo morire! Si conosceva anche la data, esattamente il 4 novembre 1961... Non sono addolorato, non ho paura, bisogna salutare gli amici, e soprattutto disdire gli appuntamenti». Così annotava Federico Fellini il 19 ottobre del 1961 nel diario in cui trascriveva, illustrandoli, i suoi sogni per Ernst Bernhard, lo psico...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 813 risultati