Persone

Elsa Fornero

Elsa Fornero è nata il 7 maggio del 1948 a San Carlo Canavese (TO) ed è un'economista ed accademica italiana. Dal 16 novembre del 2011 al 28 aprile 2013 è stata, nel governo Monti, Ministro del Welfare con delega per le Pari Opportunità.

Professore ordinario di economia all'università di Torino, vice presidente della compagnia San Paolo e collaboratrice de Il Sole 24 Ore, è un'esperta di sistemi previdenziali.

Al centro delle sue ricerche c'è il problema della sostenibilità dei sistemi, vale a dire come si può assicurare che il debito previdenziale contratto con le varie generazioni possa essere onorato.

Il suo nome è legato alla riforma del sistema pensionistico varata da governo Monti. Tale riforma, da un lato ha imposto il sistema di calcolo contributivo nella costruzione della pensione di tutti i lavoratori, anche per coloro che – in ragione della riforma Dini del 1995 – stavano costruendo la propria pensione con il più generoso sistema retributivo; dall'altro ha innalzato l'età pensionistica di uomini e donne, stabilendo requisiti più stringenti, in termidi età anagrafica e montante contributivo, sia ai fini del riconoscimento della "pensione di vecchiaia" che di quella di "anzianità". Peraltro tale riforma ha avuto quale "effetto collaterale" quello della mancata copertura finanziaria per gli esodati, cioè quei lavoratori che, avendo sottoscritto accordi aziendali o di categoria che prevedevano il pensionamento di vecchiaia anticipato rispetto ai requisiti richiesti in precedenza, si sono visti collocati in un "limbo" visto che sono rimasti senza lavoro (per l'accordo sottoscritto) pur non potendo percepire il trattamento di quiescenza, a causa dello spostamento in avanti dei requisiiti richiesti per raggiungere la pensione.

Dal 1993 al 1998 è stata consigliere comunale per il Comune di Torino, eletta con la lista "Alleanza per Torino". Nel suo periodo al Consiglio Comunale, collaborò spesso con il gruppo consiliare dei Radicali Italiani.

Elsa Fornero ha rivestito diversi incarichi, membro della commissione di esperti valutatori presso la World Bank (2003-2004), membro del Comitato Scientifico di Confindustria (2005-2006), membro del Consiglio direttivo della Società Italiana degli Economisti (2005-2007) e Vice Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo (2010-2011).

Nel 2014 è entrata, quale consigliere indipendente, nel consiglio d'amministrazione della Centrale del Latte di Torino, ricoprirà questo incarico, insieme agli altri membri del consiglio, fino all'approvazione del bilancio di esercio del 2016.

Elsa Fornero è sposata con Mario Deaglio, docente universitario di economia ed ha due figli: Silvia ed Andrea.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Previdenza complementare | Pensione | Partito Radicale | Banca Mondiale | Confindustria | Consiglio d'Amministrazione | Mario Deaglio | Vice Presidente del Consiglio | Comitato Scientifico | Intesa Sanpaolo | San Paolo | Alleanza | Monti | Elsa Fornero |

Ultime notizie su Elsa Fornero

    La «manovra del popolo» targata M5S: nel mirino banche e petrolieri

    Lo ha ribadito oggi Di Maio, attaccando Elsa Fornero e dando per certo il superamento della legge che porta il nome dell’ex ministra e l’arrivo della pensione di cittadinanza: «Loro - scrive in un post su Instagram - hanno causato lacrime e sangue per i comuni cittadini, ma hanno lasciato i vitalizi e le pensioni d’oro per i privilegiati.

    – di Manuela Perrone

    Pensioni, Fornero: «Quota 100? Da Salvini solo uno slogan. A pagare saranno i giovani»

    A partire da Elsa Fornero, l’autrice della riforma delle pensioni che il Governo punta a smantellare. ... Se, ad esempio, si aumenta il periodo contributivo richiesto, si può abbassare l’età di pensionamento: «Così si accontentano di più gli uomini, ma di meno le donne che vantano meno anni di contributi - spiega Fornero -. ... «Risorse che presumibilmente si andranno ad aggiungere al debito pubblico - dice Fornero -.

    – di Francesca Barbieri

    Decreto lavoro in vigore dalla mezzanotte: le novità su contratti a termine e delocalizzazioni

    L'aggravio contributivo - che si aggiunge all'1,4% già introdotto dal 2012 da Elsa Fornero e che finanzia la Naspi - scatterà «in occasione di ciascun rinnovo» di un rapporto a termine, inclusa la somministrazione (su cui, quindi, si aggrava la stretta, visto che al rapporto tra agenzia privata e lavoratore si estenderà pure il giro di vite in arrivo sui contratti a termine).

    – di Andrea Gagliardi

    Decreto lavoro, dagli stagionali ai giochi: le ultime modifiche prima della firma del Colle

    L'aggravio contributivo, 0,5 punti percentuali - che si aggiunge all'1,4% già introdotto dal 2012 da Elsa Fornero e che finanzia la Naspi - resta, scatterà ... L'aggravio contributivo, 0,5 punti percentuali - che si aggiunge all'1,4% già introdotto dal 2012 da Elsa Fornero e che finanzia la Naspi - resta, scatterà «in occasione di ciascun rinnovo» di un rapporto a termine, inclusa la somministrazione (su cui, quindi, si aggrava la stretta, visto che al rapporto tra agenzia privata e lavoratore si...

    – di Marco Mobili e Claudio Tucci

    Contratti a termine, rispuntano le «causali»

    Una prima spallata al Jobs act, con il superamento del decreto Poletti del 2014 che ha "liberalizzato" i contratti a tempo determinato, eliminando la causale, per l'intera durata dei 36 mesi. Accanto all'investimento di 2,1 miliardi di euro sui centri per l'impiego, accompagnato dal restyling

    – di Claudio Tucci

    Il modello «Dubai Economy»: perché ai giovani serve un lavoro manuale

    Il HQ459,sigla che sta per Headquarter 459, è un ristorante-bar nella nuova spiaggia di «La Mer». Nome francese, che vuol dire "Il Mare", in ossequio alla globalizzazione di cui Dubai, oggi, è l'incarnazione all'ennesima potenza: 90 milioni di passeggeri che transitano per il Dubai International e

    – di Simone Filippetti

    Il presidente Inps Boeri: da vitalizi forti risparmi, la Camera ci dia i dati

    Vitalizi e altri privilegi che i politici si sono regalati, come i contributi figurativi? Costano oltre 150 milioni di euro, un risparmio significativo e una sfida che vale la pena portare avanti secondo Tito Boeri, presidente dell'Inps, che oggi è intervenuto alla trasmissione televisiva a "In 1/2

    Fornero: «Non toccate le riforme o la spesa pensionistica salirà oltre il 20%»

    «Senza le ultime riforme, non solo quella del 2011, la spesa pensionistica arriverebbe al 20% del Pil nel 2020, cioè domani». Elsa Fornero non perde una battuta del dibattito di policy e scientifico sul modello pensionistico italiano. E parte da una stima della Ragioneria generale per rispondere

    – di Davide Colombo

    L'eredità giuridica, politica e civile di Stefano Rodotà

    Si tiene a Torino in questi giorni (15-19 marzo) Legacy una manifestazione di quattro giornate dedicata al lascito politico ed intellettuale di Stefano Rodotà. Questo primo festival della memoria del grande giurista, intellettuale e uomo politico mancato la scorsa estate si suddivide in due parti:

    – di Ugo Mattei

    L'Italia del rancore e della nostalgia sogna il dorato passato e l'isola che non c'è

    L'esito delle elezioni politiche ha evidenziato una netta vittoria della Lega di Matteo Salvini e del Movimento 5 Stelle guidato da Luigi Di Maio, il che deve portarci a riflettere lucidamente sulle ragioni sottostanti a tale sommovimento sociale. Credo che il messaggio vincente di entrambi i partiti vincenti sia: "Torniamo al dorato passato" o "Quanto è bella la nostalgia di bei tempi andati". Mi spiego. L'Italia è divisa in due: al Nord il centrodestra stravince, nel Sud e nelle Isole, nel R...

    – Beniamino Piccone

1-10 di 2370 risultati