Ultime notizie:

Elio Germano

    Alba Rohrwacher e la "madonna"

    Quando la "madonna" (Hadas Yaron) annuncia a Lucia (Alba Rohrwacher) di aver scelto proprio lei per annunciare agli uomini di costruire una chiesa su un terreno destinato a ben altro, quest'ultima risponde «Che sfiga!» e scappa da casa sua dove si è manifestata l'apparizione. Troppa grazia il film

    – di Cristina Battocletti

    PROSEGUE CINECOMIC CON ZEROCALCARE A GENOVA

    Antefatto: con la scarsità endemica di tempo che ammorba ormai da anni le giornate del blogger tenutario di Cartoonist Globale, le notizie che (cambio adesso da terza a prima persona, scusate. NdR) riesco a passare scarseggiano come non mai, con mio sommo rammarico. Questa, però, va divulgata: mi viene dalla cara (collega) Lorena Borghi e merita la triplice sottolineatura. Eccola. Peraltro, giusto ieri sera in più followers mi hannofatto notare che la mia presenza costante in rete gli manca...

    – Luca Boschi

    Borgate dal vivo, al via il festival più grande d'Europa dedicato ai borghi alpini

    Il 16 giugno torna per la terza edizione Borgate dal vivo, il festival letterario delle borgate alpine che per tre mesi percorrerà oltre 2000 km attraverso l'Italia e si svilupperà in 93 giorni, interessando 7 regioni (Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto e

    – di Redazione Viaggi24

    Cannes '71: "Troppa Grazia" di Zanasi assicura risate surreali

    Troppa grazia di Gianni Zanasi, passato alla Quinzaine des Réalizateurs, ci ha concesso appunto la grazia di godere di un film con battute fulminanti, senza scendere nella volgarità che caratterizza tanta parte delle nostre commedie. Ottimamente recitata nella parte principale da Alba Rohrwacher, finalmente sottratta a ruoli di sofferenza pura, inizia quasi fosse uno spot pubblicitario: una madre con una piccola figlia sul prato nella notte che vedono precipitare accanto un meteorite. La scena...

    – Cristina Battocletti

    «Troppa grazia» a Cannes, battute fulminanti e commedia surreale

    Troppa grazia di Gianni Zanasi, passato alla Quinzaine des Réalizateurs, al Festival del Cinema di Cannes, ci ha concesso appunto la grazia di godere di un film con battute fulminanti, senza scendere nella volgarità che caratterizza tanta parte delle nostre commedie.

    – di Cristina Battocletti

    Io sono Tempesta [recensione film]

    Nell'immagine: il cast del film Io sono Tempesta, regia di Daniele Luchetti, Italia 2018. Il film Io sono Tempesta prende spunto da tre verità. Una è nota da molto tempo: per vivere, serve denaro. Le altre due sono emerse negli ultimi dieci anni: l'aumento della distanza tra ricchi e poveri, e le nuove povertà emerse nella società italiana. Prodotto da Cattleya e Rai Cinema, ambientato in gran parte a Roma, diretto da Daniele Luchetti, che ha firmato la sceneggiatura assieme a Sandro Petrag...

    – Gabriele Caramellino

    Rupert Everett interpreta Oscar Wilde nel toccante «The Happy Prince»

    Esordire alla regia a quasi sessant'anni non è impresa da tutti: ci è riuscito Rupert Everett, celebre attore britannico classe 1959, che ha tentato il grande passo con «The Happy Prince», biopic sull'ultima parte della vita di Oscar Wilde.Il neoregista interpreta anche il protagonista, arrestato

    – di Andrea Chimento

    Turismo & tradizioni popolari: non solo Taranta, la Fòcara di Novoli accende l'inverno del Salento e dell'Europa (a Bari prendano nota)

    Il Salento si conferma laboratorio per l'industria turistica che valorizza le tradizioni popolari profonde, millenarie. L'antropologo Ernesto de Martino aveva descritto molti decenni fa con pagine bellissime il vissuto profondo della provincia di Lecce e del Salento intero. Cultura contadina, poliglotta, dove popoli e culti si mescolano nello spazio e nel tempo. Isoglosse sfuggenti. Competenze polimorfe. Insomma, il terreno di coltura ideale per uno spazio metafisico che oggi l'industria dei gra...

    – Vincenzo Chierchia

    Documentari protagonisti al Festival dei Popoli

    Il cinema documentario torna protagonista a Firenze: dal 25 novembre al 2 dicembre è in programma nel capoluogo toscano l'edizione 2016 del Festival dei Popoli, storica kermesse dedicata ai documentari e giunta al cinquantasettesimo anno di vita. Più di 70 le opere, in anteprima mondiale, europea o

1-10 di 197 risultati