Ultime notizie:

Eli Lilly

    Climate change, a rischio mille miliardi di dollari per le Blue Chips

    Il cambiamento climatico rischia di costare quasi mille miliardi di dollari alle imprese, di cui più della metà nei prossimi cinque anni. E si tratta di una stima per difetto, poiché è frutto delle valutazioni di appena 215 Blue Chips: le sole che abbiano voluto elaborare (e svelare) una previsione

    – di Sissi Bellomo

    Una nuova geografia industriale

    Il risveglio dopo la Grande Crisi ha portato più d'una sorpresa alla Toscana manifatturiera, quella che - a dispetto dell'immagine consolidata legata a paesaggio, turismo, cibo e vino - rappresenta ancora il traino dell'economia regionale (l'industria pesa il 17% del Pil).

    – di Silvia Pieraccini

    Investire in innovazione nel segno di Leonardo

    Sono passati 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, e la Toscana - sua terra natale oltre che di formazione - ha già cominciato a festeggiarlo (e continuerà per tutto il 2019) con mostre, convegni, spettacoli e visite, mirate a metterne in risalto la poliedricità e la genialità. Anche il mondo

    – di Silvia Pieraccini

    Tecnologia ed healthcare, una coppia su cui investire (secondo i gestori)

    Innovazione, tecnologie diagnostiche, invecchiamento della popolazione mondiale. Tre i fattori trainanti per lo sviluppo del comparto healthcare. Dagli Stati Uniti all'Europa, per i gestori rappresenta uno dei settori a cui guardare con maggiore interesse per l'anno in corso. Per Grant Bowers e

    – di Daniela Russo

    Farmaceutica: Eli Lilly compra Loxo Oncology per 8 miliardi di dollari

    La casa farmaceutica americana Eli Lilly acquista la rivale Loxo Oncology per 8 miliardi di dollari per rafforzare il proprio portafoglio prodotti anti-cancro. Gliazionisti di Loxo riceveranno 235 dollari per azione in contanti, con un premio del 68% rispetto alla chiusura di Loxo del 4 gennaio.

    Borse, Piazza Affari svetta con le banche, spread a 269. Balzo del petrolio

    Chiusura contrastata per le Borse europee, su cui è tornata a dominare la prudenza dopo il rally di venerdì scorso. Del resto lo shutdown americano, i dubbi sull'andamento dell'economia globale e l'incognita Brexit restano fattori che spingono gli investitori alla cautela, anche se potrebbero

    – di Eleonora Micheli

    E' l'Rna il nuovo Dna: arrivano le prime terapie. E gli investimenti

    Se il 2017 è stato l'anno del Dna, con i successi della terapia genica e il continuo perfezionamento della tecnica di editing genetico Crispr, il 2018 è all'insegna del cugino meno noto: l'Rna, o acido ribonucleico. Pur sullo sfondo, quello che si chiama silenziamento genico tramite l'interferenza

    – di Francesca Cerati

    «Eli Lilly punta sull'Italia: ora aspettiamo le misure concrete del governo»

    «Da parte nostra c'è disponibilità istituzionale verso l'attuale fase politica. Il governo italiano è naturalmente una incognita. Ma la diffusione dei movimenti populisti è un fenomeno che riguarda tutto il mondo. Dunque, prima di giudicare, preferiamo aspettare le misure concrete. Anche perché c'è

    – di Paolo Bricco

    Il sorpasso dei farmaci biotech

    A capo di Biogen da poco più di un anno, Michel Vounatsos, 56enne francese di origine greca, cresciuto in Marocco, con una lunga carriera in ambito farmaceutico, scommette sulla possibilità di curare le malattie del cervello con le biotecnologie, portando avanti quella che è sempre stata l'idea dei fondatori di questa biotech di Cambridge (Massachusetts) - i genetisti premi Nobel Walter Gibert e Philipp Sharp - che ha esordito 40 anni fa nel campo del Dna ricombinante per creare terapie contro l...

    – Francesca Cerati

1-10 di 55 risultati