Ultime notizie:

Elfriede Jelinek

    Premio per due eurocentrico e vecchio stile

    Una scrittrice polacca, Olga Tokarczuk, pressoché sconosciuta in Italia e uno scrittore austriaco, Peter Handke, piuttosto noto, ma in altri decenni, sono i due vincitori, molto attesi, del Premio Nobel per la Letteratura

    – di Stefano Salis

    Cupa radiografia dell'Italia

    Col Ritratto di una capitale, un progetto drammaturgico in cui ventiquattro autori erano chiamati a raccontare, ciascuno a suo modo, una giornata della città, il Teatro di Roma tre anni fa aveva sostanzialmente centrato l'obiettivo: la qualità dei testi aveva alti e bassi, ma il loro accostamento

    – di Renato Palazzi

    Nel nome della confusione

    Antonio Latella, neo-direttore artistico del Festival del Teatro della Biennale di Venezia, ha dato al programma da lui ideato un taglio insolito e, a mio avviso, molto interessante: anziché puntare su una serie di singoli titoli, ha pensato di mettere a fuoco dei percorsi in divenire. E ha

    – di Renato Palazzi

    Da Lagerlöf a Alexievich, le 14 donne premio Nobel per la Letteratura

    "Non mi piace questo 84% dei russi che incita ad uccidere gli ucraini, mi piace il mondo russo della letteratura e della scienza, ma non rispetto il mondo russo di Putin e di Stalin". Neanche il tempo di festeggiare il premio appena ricevuto, che la vincitrice del premio Nobel per la letteratura, Svetlana Alexievich (che stava stirando quando l'hanno chiamata per dirle del Nobel), non perde l'occasione, nella sua prima conferenza a Minsk, di continuare il suo impegno sociale: "Non è un premio pe...

    – Monica D'Ascenzo

    A Short Theatre la rivoluzione delle parole

    «Ci sono parole per cose che noi ancora non conosciamo, parole capaci di cambiare il mondo». Fabrizio Arcuri riporta una citazione di Cinna (non il

    – di Giuseppe Distefano

    Bambini trafitti da Helnwein

    «La Vienna in cui sono nato sùbito dopo la Seconda guerra mondiale era una città fosca. L'ombra del Terzo Reich si allungava su tutto e nell'aria c'era ancora odore di morte. Ricordo le strade deserte, le macerie delle case bombardate. Non c'erano colori, non vedevo mai nessuno ridere. Era un mondo

    Davvero la letteratura ha bisogno del Nobel?

    E così, quest'anno, il poeta svedese Tomas Tranströmer ha vinto il Premio Nobel per la letteratura. Non ho letto Tranströmer, salvo un paio di poemi reperibili

    – di Tim Parks

    I bagliori luminosi di Holzer

    Pubblico e privato, individuale e universale: è un doppio registro quello che dà il ritmo ai messaggi luminosi che Jenny Holzer accende e spegne di fronte al

    – di Giovanna Canzi

1-10 di 16 risultati