Ultime notizie:

Egitto

    Petrolio saudita record, lo shale oil vacilla. Riad ha già vinto?

    Gli stessi satelliti mostrano che gran parte del greggio saudita si sta solo spostando da un sito di stoccaggio all'altro, in serbatoi che spesso sono di proprietà della stessa Aramco: non a caso molti barili sono stati scaricati a Sidi Kerir, sulla costa mediterranea dell'Egitto o viaggiano verso Rotterdam.

    – di Sissi Bellomo

    Petrolio, i tagli (non più impossibili) di Usa, Russia e Arabia Saudita

    Gli stessi satelliti spia però dicono anche che gran parte del greggio saudita si sta solo spostando da un sito di stoccaggio all'altro: molti barili sono stati scaricati nei serbatoi di Sidi Kerir, sulla costa mediterranea dell'Egitto, altri vanno verso il porto di Rotterdam o verso i grandi hub asiatici, come Singapore.

    – di Sissi Bellomo

    Parigi val bene una messa

    Dal fuoco (Paleolitico Inferiore) alla ruota (Sumeri 3500 a.C.), dalla scrittura (Sumeri 3200 a.C.) all'alfabeto moderno (Egitto 2000 a.C.), dalla caduta dell'Impero Romano (476) a Carlo Magno e al Sacro Romano Impero (Natale 800) a Gutenberg (la Bibbia 1448-54).

    L'Africa alla guerra del virus: ripartirà la stagione degli sbarchi?

    Con oltre 400 casi, il Sudafrica ha superato il ben più popoloso Egitto nella classifica dei Paesi africani con il maggior numero di contagi da coronavirus. I Paesi del continente con oltre 100 casi di Covid-19, almeno al momento della rilevazione di Africa Cdc del 23 marzo, sono Sudafrica (402 e nessun morto fra i suoi 57 milioni di abitanti), Egitto (327 e 14 decessi), Algeria (201 e 17 morti, la cifra più alta in Africa) e Marocco (134 e 4 morti).

    – di Valentina Furlanetto

    Il morbo della ragione

    Un morbo che, ancora una volta, veniva da lontano: Tucidide riferisce che i primi casi erano avvenuti in Etiopia, poi il contagio si era diffuso in Egitto e in Libia e, infine, aveva raggiunto il porto ateniese del Pireo.

    – di Giorgio Ieranò

    COVID-19, il Nord come ai tempi della peste del 1630

    Le analogie sono sorprendenti; forse, per certi aspetti, anche sinistre e inesplicabili. Tuttavia, la Lombardia, il Veneto e l'Emilia Romagna, che oggi sono le regioni più colpite dal COVID-19, sono i simboli d'una schiacciante memoria storico-epidemica: negli anni Trenta del XVII secolo, furono devastate dalla peste e le città di Milano, Bergamo, Como, Venezia, Padova, Verona, Bologna, Parma, Modena e Firenze ne furono spopolate. Certo, quello era un contesto igienico-sanitario di estrema preca...

    – Francesco Mercadante

1-10 di 5272 risultati