Persone

Eduardo De Filippo

Eduardo De Filippo è nato il 24 maggio del 1900 a Napoli ed è deceduto il 31 ottobre del 1984 a Roma, è stato un drammaturgo, attore, regista e sceneggiatore ed è fra gli artisti più rappresentativi del Novecento.

Figlio naturale dell'attore e commediografo Eduardo Scarpetta e della sarta teatrale Luisa De Filippo, Eduardo (come i fratelli altrettanto noti nel mondo dello spettacolo Titina e Peppino) essendo stato riconosciuto soltanto dalla madre, assunse il cognome De Filippo.

Cresciuto insieme ai fratelli nell'ambiente teatrale napoletano, Eduardo nel 1914 entra stabilmente nella compagnia del fratellastro Vincenzo Scarpetta, dove si ritrova a recitare insieme ai fratelli Tina e Peppino.

Nel 1920 scrive la sua prima commedia, "Farmacia di turno", atto unico dal finale drammatico, che viene rappresentata l'anno successivo dalla compagnia di Vincenzo Scarpetta.

Nel 1922 scrive "Ho fatto il guaio? Riparerò!" che va in scena al Teatro Fiorentini.

Il 1926, scrive per la compagnia Scarpetta, il copione 'introspettivo' "Ditegli sempre di sì ".

Nel 1929 mette in scena insieme al fratello Peppino lo spettacolo comico "Prova generale. Tre modi di far ridere", lavoro in tre atti con prologo ed epilogo di Galdieri, rappresentato al Teatro Fiorentini.

Il 1931 è l'anno in cui nasce la compagnia del Teatro Umoristico "I De Filippo", che vede insieme i tre fratelli Edoardo, Titina e Peppino. La compagnia debutta a Roma per poi organizzare spettacoli a Milano ed a Napoli, vengono rappresentati tra gli altri gli spettacoli: O chiavino di Carlo Mauro, "Don Rafele 'o trumbone" (di Peppino). Nello stesso anno viene messa in scena la commedia forse più conosciuta di Eduardo De Filippo, "Natale in casa Cupiello", rappresentata per la prima volta al Teatro Kursaal di Napoli, il 25 dicembre del 1931.

Altre opere significative di Eduardo De Filippo, scritte negli anni successivi, sono "Napoli milionaria!" (1945), "Questi fantasmi!" (1946), "Filumena Marturano" (1946), "Mia famiglia" (1953), "Bene mio e core mio" (1956), "De Pretore Vincenzo" (1957), "Sabato, domenica e lunedì" (1959).

Nel 1963 la rappresentazione de "Il sindaco del rione Sanità", consente ad Eduardo De Filippo di vincere il "Premio Feltrinelli".

Il 1973 viene allestito per la prima volta a Roma "Gli esami non finiscono mai", commedia che consentì ad Eduardo di vincere nel 1974 il "premio Pirandello" per il teatro.

Edoardo De Filippo entrò da protagonista anche nel mondo del cinema, sia in qualità di attore che di sceneggiatore, qui si ricordano film quali "Non ti pago!", "Napoli milionaria" (1950), "Filumena Marturano" (1951), "Napoletani a Milano" (1953), "Questi fantasmi" (1954), "L'oro di Napoli" (1954), "Pane, amore e gelosia" (1954), "Sogno di una notte di mezza sbornia" (1959), "Ferdinando I° re di Napoli" (1959), "Ieri, oggi, domani" (1963) ecc.

Eduardo è stato insignito dell'onorificienza di Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 2 giugno 1973), dell'Ambrogino d'oro e cittadinanza onoraria di Milano ed ha ricevuto due lauree honoris causa.

Il 26 settembre del 1981 gli è stata attribuita, su nomina presidenziale, per i meriti conseguiti in campo artistico, la carica di Senatore a vita della Repubblica italiana.

Eduardo De Filippo ha avuto tre compagne, Dorothy Pennington, Thea Prandi (madre dei suoi due figli, Luca e Luisa) ed Isabella Quarantotti.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Teatro | Eduardo De Filippo | Napoli | Ordine al Merito della Repubblica Italiana | Eduardo Scarpetta | Dorothy Pennington | Isabella Quarantotti | Thea Prandi | Edoardo De Filippo | Vincenzo Scarpetta | Carlo Mauro | Luisa De Filippo | Roma | Milano | Ferdinando I | Filumena Marturano |

Ultime notizie su Eduardo De Filippo

    Carla Fracci, e l'Italia comprese che la danza è arte

    E' morta all'età di 84 anni la regina della danza italiana. Nata nel 1936 a Milano, qui ha costruito la parte centrale della sua carriera studiando nella scuola di ballo della Scala, di cui poi è diventata étoile

    – di Silvia Poletti

    Cineturismo, una fiction e un libro per scoprire i misteri del Gesù Nuovo di Napoli

    A Napoli storie, leggende e misteri fanno parte dei luoghi. In questi giorni, nel cuore del centro storico si girano le scene di una fiction con Sergio Castellitto che riproporrà  un celebre lavoro di Eduardo De Filippo: Non ti pago. Fiction sul filo dell'ironia di ispirazione pirandelliana in salsa partenopea sulle relazioni tra persone e sui microcosmi sociali e familiari in una Napoli che fu. E i luoghi contano. Uno dei set è situato davanti alla Chiesa del Gesù Nuovo una delle chiese che co...

    – Vincenzo Chierchia

    Il lavoro ben fatto di Assunta e il libro raccontato a Sorrento

    I contenuti aggiuntivi del libro Le note a margine Le recensioni Acquista il libro su Amazon Caro Diario, questo è il racconto del lavoro ben fatto di Assunta Vanacore e della presentazione di Il lavoro ben fatto. Che cos'è, come si fa e perché può cambiare il mondo a Sorrento, proprio come dice il titolo. Ti consiglio di leggere dal principio, perché è anche il racconto della determinazione di una giovane donna e, credimi, pure tu e io abbiamo molto da imparare. Giovedì 1 Ottobre. Notte Adda p...

    – Vincenzo Moretti

    Viaggio nell'Italia d'altri tempi con tappa nei locali storici che riaprono

    Hanno almeno 180 anni di storia, alcuni vengono gestiti dalla stessa famiglia da generazioni. Ora un'app li riporta nella modernità e tutti meritano una visita. Alcuni come l'Harry's Bar a Venezia e il Gilli a Firenze sono pronti a riaccogliere i turisti dopo mesi di chiusura

    – di Giambattista Marchetto

    Serve un accordo per condividere oneri e prospettive

    Siamo nel bel mezzo di una pandemia causata da un virus che sembra abbia fatto il salto di specie dai pipistrelli all'uomo e che sta sconvolgendo le nostre vite, mietendo vittime e mettendo in difficoltà l'economia in vari Paesi. Tuttavia, come diceva Eduardo De Filippo nella famosa commedia Napoli

    – di Paolo Gualtieri

    Morto Carlo Croccolo, principe dei caratteristi di cinema e tv

    Gli esordi con Totò e De Sica, il teatro con De Filippo: l'attore e doppiatore napoletano ha lavorato con i più grandi maestri del Novecento. Attivissimo fino a età inoltrata: tra le sue ultime apparizioni, la fiction «Capri». Ebbe un flirt con Marilyn Monroe

    – di Francesco Prisco

1-10 di 112 risultati