Ultime notizie:

Edoardo Weiss

    L'orecchio triestino di Bobi Bazlen

    Il 28 luglio 1965 Roberto Bazlen è atteso a pranzo, a Milano, da Eugenio Montale, che gli ha fatto preparare uno dei suoi piatti preferiti. Impensierito dal ritardo di un amico sempre indaffarato ma sempre puntuale, Montale telefona alla casa editrice Adelphi, nata da poco, della quale Bazlen è uno

    – di Andrea Casalegno

    «L'eutanasia è di moda, ma chi me la fa?»

    Umberto Saba non voleva che la figlia Linuccia studiasse, preferiva cercarle, d'accordo con la moglie Lina, un buon partito o al massimo un impiego come segretaria. Per ironia della sorte alla sua morte Linuccia si trovò a cimentarsi nell'impresa delicatissima di curare i suoi epistolari,

    – Cristina Battocletti

    Umberto Saba inedito: "La mia vita è finita e invoca l'eutanasia. Ma chi me la fa?"

    29 lettere mai pubblicate tra il poeta triestino e lo scrittore Pier Antonio Quarantotti Gambini: il male di vivere, le annotazioni letterarie, i dissidi politici su Trieste. «La mia vita - lo so, lo sento - è completamente finita, ed invoca a gran voce l'eutanasia. Ma - benché ora sia di gran moda - dove trovare la persona che me la faccia?». E'?il 10 marzo del 1950 e il malessere di Umberto Saba è così acuto da indurlo a fare una confessione estrema all'amico Pier Antonio Quarantotti Gambini,...

    – Cristina Battocletti

    A Cannes il documentario italiano sul «Pedocìn» di Trieste

    I triestini hanno convissuto così a lungo con il concetto di frontiera che, quando i confini sono scomparsi, se ne sono tenuto uno in spiaggia lungo tre metri tra maschi e femmine. Quel lido anomalo con barriera divisoria annessa, il Bagno Lanterna, sbarca oggi sulla Croisette alla 69esima edizione

    – Cristina Battocletti

    Cannes '69: sulla Croisette il documentario italiano sul Pedocìn, lo stabilimento balneare di Trieste, specchio della Storia

    I triestini hanno convissuto così a lungo con il concetto di frontiera che, quando i confini sono scomparsi, se ne sono tenuto uno in spiaggia lungo tre metri tra maschi e femmine. Quel lido anomalo con barriera divisoria annessa, il Bagno Lanterna, sbarca giovedì prossimo sulla Croisette alla 69esima edizione del festival del cinema di Cannes, nella selezione ufficiale di «Special screenings», raccontato nel documentario L'ultima spiaggia di Thanos Anastopoulos e Davide Del Degan. «Quando abbi...

    – Cristina Battocletti

    Un bagno per sottrazione: Pino Roveredo narra la città a rovescio, nelle sue marginalità. "I mari di Trieste" attraverso i suoi scrittori

    Non esiste la categoria della "letteratura triestina" che condiziona gli stili degli autori- sostengono Angelo Ara e Claudio Magris in Trieste. Un'identità di confine (Einaudi, 1987). Al contrario, secondo l'analisi dei due pensatori, sarebbero gli scrittori a infondere una personalità alla città. Allora, comunque la si voglia pensare, un'identità letteraria triestina si crea per sottrazione, così come in levare si evincono le qualità dell'uomo del Novecento dall'Ulrich di Robert Musil ne L'uomo...

    – Cristina Battocletti