Ultime notizie:

Editors

    Danimarca, dai visoni un danno ambientale: le carcasse inquinano

    E' diventata un caso politico la macabra vicenda degli oltre 11 milioni di visoni uccisi in Danimarca dopo la scoperta, in alcuni allevamenti, di animali contaminati da una mutazione del Covid-19 che avrebbe potuto anche compromettere l'efficacia del vaccino. Dopo l'abbattimento, i visoni sono stati seppelliti in tutta fretta in fosse comuni nella penisola dello Jutland, nelle località di Karup and Holstebro, vicino a un lago balneabile e nei pressi di una fonte di acqua potabile. Ma dalle fosse...

    – Guido Minciotti

    Nuova Zelanda, 100 tra balene e delfini morti spiaggiati

    Circa 100 balene e delfini sono morti in uno spiaggiamento di massa in una delle remote Isole Chatham, a 800 km dalla costa orientale della Nuova Zelanda. Lo comunica il Dipartimento di Conservazione, precisando che in tutto 97 balene globicefale e tre delfini 'con naso a bottiglia', o tursiopi, sono morti dopo essersi spiaggiati durante lo scorso weekend. "Gli sforzi di soccorso sono stati difficili a causa della località remota, e 28 balene hanno dovuto essere soppresse, considerando anche le ...

    – Guido Minciotti

    Allevatori danesi protestano contro l'abbattimento dei visoni

    Centinaia di agricoltori e allevatori di visoni danesi hanno manifestato con i trattori contro la decisione del governo di abbattere i loro visoni per fermare la diffusione di una variante del coronavirus. Più di 500 trattori, molti decorati con la bandiera danese, sono passati davanti agli uffici del governo e al parlamento di Copenaghen fino al porto. Altri 400 hanno organizzato una protesta simile nella seconda città del paese, Aarhus. Il governo del primo ministro Mette Frederiksen ha ricono...

    – Guido Minciotti

    Ecdc: "Un caso di coronavirus nei visoni anche in Lombardia"

    Casi di infezione da Sars-CoV-2 nei visoni si sono verificati in diversi allevamenti in Europa, Italia compresa, ma il virus, che è mutato rispetto a quello che circola più diffusamente, non è nè più contagioso nè più aggressivo rispetto agli altri. Lo scrive il centro Europeo per il Controllo delle Malattie (Ecdc) in un documento di valutazione del rischio sul tema. In Italia, scrivono gli esperti, è stato segnalato finora un caso in un allevamento in Lombardia ad agosto. "Ora basta con questa ...

    – Guido Minciotti

    Namibia, 12mila cuccioli di foca trovati morti: colpa del clima?

    Oltre 12 mila cuccioli di foca sono stati abbandonati e fatti morire dalle madri sulla costa della Namibia. Le foche di solito partoriscono sulle spiagge a novembre, ma la quantità di piccoli cadaveri ora presenti mostra che qualcosa non va. Naude Dreyer, che guida l'organizzazione Ocean conservation Namibia, ha detto alla Bbc che si stanno facendo dei test per determinare il motivo di queste nascite premature, anticipando che la causa più probabile potrebbe essere il cambiamento climatico, con ...

    – Guido Minciotti

    Russia, strage di animali marini: mistero in Kamchatka

    Mistero in Kamchatka. L'immensa penisola dell'estremo oriente russo, dall'inestimabile valore ambientale, è teatro di una morìa di massa della fauna marina le cui cause, però, sono ancora poco chiare. In queste ore si è registrata una nuova ondata, dopo che la settimana scorsa nell'area della popolare spiaggia di Khalaktyrsky sull'arenile sono stati rinvenuti migliaia di cadaveri di molluschi e invertebrati. Una strage che ha coinvolto il 95% del fondale. "Un disastro ecologico", ha sentenziato ...

    – Guido Minciotti

    I diavoli della Tasmania tornano in Australia dopo 3mila anni

    Undici diavoli della Tasmania sono stati reintrodotti nell'Australia continentale più di 3mila anni dopo la loro estinzione in quell'area. Lo riporta la Cnn citando l'ong australiana Aussie Ark, precisando che i marsupiali carnivori sono stati rilasciati in un santuario della fauna selvatica di 400 ettari a nord di Sydney, nel Nuovo Galles del Sud. "Tra 100 anni, guarderemo indietro a questo giorno come il giorno che ha messo in moto il ripristino ecologico di un intero Paese", ha detto Tim Faul...

    – Guido Minciotti

    Eolie, ricompare il capodoglio Furia: la coda è ancora impigliata

    E' stato riavvistato alle Eolie Furia, capodoglio in difficoltà, con la coda impigliata in una rete da pesca. Lo riferisce il biologo marino Carmelo Isgrò, confermando che si tratta del mammifero marino femmina che tre mesi fa rimase con la pinna caudale impigliata in una spadara illegale e che sparí prima che se ne fosse del tutto liberato. "Sono felicissimo - ha detto Isgrò - che il capodoglio sia vivo e speriamo che questa volta si lasci aiutare". Furia, femmina di capodoglio di oltre 10 metri...

    – Guido Minciotti

    Isole Eolie, ancora un capodoglio impigliato in una rete illegale

    AGGIORNAMENTO DELLE 21.45 - IL CAPODOGLIO NON SI TROVA PIU' Non si trova più la femmina di capodoglio chiamata Furia, la cui coda è rimasta impigliata nelle reti spadare abbandonate a largo di Salina. Ne dà notizia Carmelo Isgrò, il biologo marino che lavorato fino a ieri per la sua liberazione insieme a una squadra formata dalla Guardia Costiera e dai sommozzatori della Capitaneria di Porto di Napoli. "In meno di un mese due capodogli sono rimasti intrappolati in reti abbandonate nell'arcipela...

    – Guido Minciotti

1-10 di 130 risultati