Ultime notizie:

Dorotheum

    A caccia di old master nelle aste italiane

    Qualità artistica, rarità e pedigree storico sono la chiave per un buon acquisto nel settore dei dipinti antichi e del XIX secolo, sia che si tratti di grandi maestri che di minori. Le aste primaverili nel settore, iniziate a marzo ed aprile, proseguono nelle principali piazze italiane a maggio:

    – di Stefano Cosenz

    L'opera è di Fasolo ed è passata in asta

    Mio padre è mancato da poco senza lasciare indicazioni su questo dipinto che mi sembra interessante (in allegato la foto a dimensione piena): vi chiedo se sapete darmene una valutazione. In allegato trovate altra documentazione: il book della mostra tenutasi a Vicenza nel 1980 curata da Vittorio

    – di Stefano Cosenz

    Dorotheum e le case d'asta francesi migliorano il giro d'affari

    Ci sono alcune case d'asta di oltr'alpe che godono una grande popolarità tra i collezionisti italiani: in particolare Dorotheum a Vienna e in Francia (oltre la celebre casa parigina Artcurial, della quale molto recentemente ArtEconomy24 ha pubblicato il bilancio 2018), le case Drouot, Aguttes,

    – di Stefano Cosenz

    Creval festeggia aumento di capitale, per analisti inoptato è gestibile

    Credito Valtellinese festeggia in Borsa la chiusura dell'aumento di capitale, con l'83% di sottoscrizioni. Il titolo segna una delle migliori performance del Ftse All Share (segui qui l'andamento) con un rialzo anche superiore al 6%. Alla vigilia Creval ha comunicato l'esito dell'aumento di

    – di Chiara Di Cristofaro

    Creval, al mercato l'83% dell'aumento di capitale

    Il Credito Valtellinese riesce a portare a casa l'aumento di capitale grazie al supporto del mercato, e mette in conto solo un intervento marginale del consorzio di garanzia, a conferma della buona risposta da parte degli investitori. L'istituto valtellinese ha infatti raccolto sottoscrizioni per

    – di L.D.

    Creval, doccia fredda in Borsa per il via all'aumento, -67% i diritti

    Una pioggia di vendite ha accolto a Piazza Affari la partenza dell'aumento di capitale da 700 milioni del Credito Valtellinese. Nel primo giorno di negoziazione dopo lo stacco del diritto i titoli hanno lasciato sul terreno il 7,13% a 0,1042 euro con volumi boom: sono passati di mano 55,3 milioni

    – di A. Fontana e P.Paronetto

1-10 di 83 risultati