Le nostre Firme

Donato Masciandaro

Donato Masciandaro (1961), è Professore Ordinario di Economia Politica, con Cattedra in Economia della Regolamentazione Finanziaria, all’ Università Bocconi di Milano, ove è anche Direttore del Centro di economia monetaria e finanziaria Paolo Baffi. E’ membro del Comitato Direttivo della SUERF (Sociètè Universitarie Europèenne de Recherches Financièr). Ha svolto attività di ricerca per il Fondo Monetario Internazionale, la World Bank, le Nazioni Unite. E’ stato Provibiro della Borsa Italiana (2003- 2006) e Direttore del Dipartimento di Economia dell’ Università Bocconi (2009-2010). Dal 1989 scrive sul Sole 24 Ore di politica monetaria, regolamentazione dei mercati bancari e finanziari, mercati finanziari illegali.

I suoi libri più recenti: The Handbook of Central Banking, Financial Regulation and Supervision after the Crisis (ed.), 2011, Edward Elgar, Cheltenham (with S. Eijffinger) and Designing Financial Supervision Institutions: Independence, Accountability and Governance, (ed.), 2007, Edward Elgar, Cheltenham (with M. Quintyn) and Black Finance. The Economics of Money Laundering, Edward Elgar, Cheltenham, 2007, (with E. Takats and B. Unger).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Donato Masciandaro

    Un bazooka contro l'evasione fiscale e la criminalità organizzata

    Se davvero il nuovo governo intende avviare una efficace politica antievasione, la lotta al contante può essere un efficace bazooka. Basta avere la volontà politica di farlo funzionare. Tranne in un caso, in Italia non c'è mai stata.

    – di Donato Masciandaro

    L'allarme recessione e l'errore della Fed

    Più passano i giorni e più appare evidente che la scelta della Fed di abbassare i tassi di interesse "una tantum" è stata una decisione dannosa. Con un cambio immotivato della politica monetaria la Fed ha abdicato al suo ruolo di bussola, lasciando il proscenio ai mercati finanziari, il settore più

    – di Donato Masciandaro

    Guerra valutaria, il bersaglio di Trump non è la Cina ma la Fed

    Per la seconda estate consecutiva, ecco che Trump agita il feticcio della guerra valutaria. E' un feticcio perché il presidente di un Paese la cui valuta è una moneta internazionale non ha alcuna ragione economica per volere una guerra valutaria

    – di Donato Masciandaro

    Taglio Fed, così Powell segue Trump e Wall Street

    La decisione della Fed di abbassare i tassi di interesse non ha alcuna robusta giustificazione economica. Può avere però un'altra spiegazione: l'inversione del corso della politica monetaria va nella direzione auspicata da Trump e da Wall Street

    – di Donato Masciandaro

    Bce, Draghi indica la rotta. Mani legate alla Lagarde

    L'annunzio di Draghi che la politica della Bce potrà divenire più espansiva indica la rotta che la Lagarde dovrà seguire, legandole in qualche modo le mani. E' questa la novità in questa fase della politica monetaria europea: l'azione monetaria di oggi è fatta segnando la rotta futura. Legare le mani è utile, ma attenzione: occorre evitare nodi pericolosi

    – di Donato Masciandaro

    Se Freud (e non Keynes) è di casa alla Fed

    Il presidente della Fed taglierà o no i tassi di interesse? Perché non sceglie e non spiega? La risposta può essere cercata tra le motivazioni tradizionali: il benessere degli Usa, il ruolo dei mercati finanziari, l'incertezza macroeconomica.

    – di Donato Masciandaro

    Bce, una nave solida in un mare agitato

    Con la nomina di Christine Lagarde alla presidenza della Bce, quale sarà la rotta della politica monetaria europea nei prossimi mesi? Occorrerà tenere d'occhio tre fattori: la nave, il mare, la capitana. Cioè: sarà il risultato del mix tra lo stato attuale della Bce - in termini di obiettivi e

    – di Donato Masciandaro

    Teoria monetaria e social

    La Moderna Teoria Monetaria (MMT) è un fenomeno interessante: mostra come il mix tra tre elementi possa fare tendenza.

    – di Donato Masciandaro

    Fed, mercati e sindrome di Stoccolma

    La Fed tiene per il momento fermi i tassi di interesse, e i mercati prendono atto. E' questa la nuova puntata di una saga in cui i protagonisti sono proprio la banca centrale americana e i mercati finanziari, in cui la trama sembra essere ispirata alla sindrome di Stoccolma, e in cui di volta in

    – di Donato Masciandaro

1-10 di 520 risultati