Le nostre Firme

Donato Masciandaro

Donato Masciandaro (1961), è Professore Ordinario di Economia Politica, con Cattedra in Economia della Regolamentazione Finanziaria, all’ Università Bocconi di Milano, ove è anche Direttore del Centro di economia monetaria e finanziaria Paolo Baffi. E’ membro del Comitato Direttivo della SUERF (Sociètè Universitarie Europèenne de Recherches Financièr). Ha svolto attività di ricerca per il Fondo Monetario Internazionale, la World Bank, le Nazioni Unite. E’ stato Provibiro della Borsa Italiana (2003- 2006) e Direttore del Dipartimento di Economia dell’ Università Bocconi (2009-2010). Dal 1989 scrive sul Sole 24 Ore di politica monetaria, regolamentazione dei mercati bancari e finanziari, mercati finanziari illegali.

I suoi libri più recenti: The Handbook of Central Banking, Financial Regulation and Supervision after the Crisis (ed.), 2011, Edward Elgar, Cheltenham (with S. Eijffinger) and Designing Financial Supervision Institutions: Independence, Accountability and Governance, (ed.), 2007, Edward Elgar, Cheltenham (with M. Quintyn) and Black Finance. The Economics of Money Laundering, Edward Elgar, Cheltenham, 2007, (with E. Takats and B. Unger).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Donato Masciandaro

    Governatori divisi sul funerale dell'inflazione

    E' tempo di celebrare il funerale dell'inflazione? Su questa domanda falchi e colombe hanno già iniziato a beccarsi. Ed è facile prevedere che lo faranno sempre di più, soprattutto se la politica monetaria, a partire dalla Bce, accentuerà la sua fase ultra-espansiva. Chi ha ragione? Ma, soprattutto,

    – di Donato Masciandaro

    Perché l'euro digitale sarebbe un'arma in più

    Avere un euro digitale sarebbe un'arma in più per una regolare gestione del sistema dei pagamenti, a parità di implicazioni per la politica monetaria e bancaria. Questa è una delle lezioni che occorrerebbe imparare dalla crisi da Covid-19. Perché i primi esperimenti ci dicono che i cittadini

    – di Emanuele Borgonovo e Donato Masciandaro

    Lagarde, i tre perché di una pausa

    La prima decisione della Bce targata Christine Lagarde è non far nulla. Ci sono almeno tre ragioni per spiegare la pausa: tanta incertezza, necessità di mantenere coeso il Consiglio della banca centrale, voglia di non rischiare.

    – di Donato Masciandaro

    Bce, il target dell'inflazione al 2% va rivisto

    La presidenza di Christine Lagarde potrebbe ben iniziare se la Banca centrale europea si interrogasse in modo esplicito, completo e trasparente sulla strategia della politica monetaria

    – di Donato Masciandaro

    Bce, le 3 eredità di Draghi alla Lagarde

    Il commiato di Mario Draghi dalla Bce ha due certezze e una incognita. Le certezze riguardano la solidità della nave e la bontà della rotta finora seguita. L'incognita riguarda la rotta futura che dovrà seguire Christine Lagarde

    – di Donato Masciandaro

    La fata morgana della bce è l'inflazione

    Le tre posizioni partono da una diagnosi comune, per poi dividersi sulla cura. La diagnosi parte dal fatto che almeno fino a qualche anno fa e riguardo all'andamento dei prezzi al consumo nelle economie avanzate - Unione europea inclusa - c'era un accordo unanime su come funzionava la catena che va

    – di Donato Masciandaro

    La Fed e il "mistero" Usa: ora Powell deve spiegare

    Cosa sta accadendo sul mercato dei tassi Usa? La Fed non può limitarsi ad annunciare quotidiane inezioni di liquidità. Se la maionese impazzisce, il cuoco non può semplicemente aggiungere altro olio

    – di Donato Masciandaro

    Un bazooka contro l'evasione fiscale e la criminalità organizzata

    Se davvero il nuovo governo intende avviare una efficace politica antievasione, la lotta al contante può essere un efficace bazooka. Basta avere la volontà politica di farlo funzionare. Tranne in un caso, in Italia non c'è mai stata.

    – di Donato Masciandaro

1-10 di 529 risultati