Persone

Donald Tusk

Donald Tusk è nato il 22 aprile del 1957 a Danzica ed è un politico polacco, Presidente del Consiglio europeo.

Nel 1976 si è diplomato alla Scuola Superiore Mikołaj Kopernik (Niccolò Copernico) di Danzica.

Nel 1980 si è laureato in storia presso l'Universita degli Studi di Danzica, discutendo una tesi su Józef Piłsudski (capo di stato polacco tra il 1918 ed il 1922).

Oppositore fin dall'età giovanile del regime comunista della Repubblica Popolare Polacca, ha partecipato alla creazione del Comitato Studentesco di Solidarność.

Negli anni '90 Tusk è stato tra i fondatori del Congresso Liberal Democratico (Kongres Liberalno-Demokratyczny).

Nel 1991 è diventato Presidente del KLD (Kongres Liberalno-Demokratyczny).

Nel 1994 Tusk è diventato uno dei vice-presidenti dell'Unione della Libertà (Unia Wolnosci) formata dall'unione del KLD con l'Unione Democratica.

Il 24 gennaio del 2001, Donald Tusk ha fondato la Piattaforma Civica (Platforma Obywatelska).

Il 1º giugno del 2003 ha assunto la carica di presidente del PO (Platforma Obywatelska) carica che detiene tutt'ora.

Nel 2007 Tusk ha vinto, col suo PO, le elezioni parlamentari polacche ed è stato ufficialmente proclamato, a partire dal 16 novembre dello stesso anno, Primo Ministro.

Il 10 ottobre del 2011 Tusk, in seguito all'esito delle elezioni parlamentari polacche, è stato riconfermato nel suo incarico.

Il 30 agosto del 2014 il Consiglio europeo lo ha scelto quale successore di Herman Van Rompuy, eleggendolo nuovo Presidente, incarico che ha avuto ufficialmente inizio a partire dal 1º dicembre 2014. Il 9 marzo 2017 Donald Tusk è stato confermato in questo ruolo, con 27 voti a favore e uno contrario , quello della Polonia.

Tusk è stato insignito delle seguenti onorificienze:

— Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù, 2008);

— Gran Croce dell'Ordine reale norvegese al merito (Norvegia, 2012);
— Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Croce della Terra Mariana (Estonia, 2014).

Donald Tusk è sposato ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Donald Franciszek Tusk | Comitato Studentesco | Solidarnosc | Herman Van Rompuy | Polonia | Unione Democratica | Perù | Consiglio Europeo | Presidente del Consiglio | Mikolaj Kopernik | Niccolò Copernico | Piattaforma Civica | Platforma Obywatelska | KLD |

Ultime notizie su Donald Tusk

    Il baricentro europeo si sposta verso Ovest - Dal risentimento nei confronti dell'Est, un monito all'Italia

    Emerge dalle ultime tornate di nomine comunitarie un segnale non banale: l'emarginazione dei paesi dell'Est e una grave spaccatura culturale tra le due Europe. Non mi riferisco solo al fatto che delle quattro cariche decise dai Ventotto non vi è alcun esponente dell'Europa centro-orientale. Il presidente della Commissione europea è tedesca, Ursula von der Leyen; il presidente del Consiglio europeo è belga, Charles Michel; il presidente della Banca centrale europea è francese, Christine Lagarde; ...

    – Beda Romano

    Forza e debolezza delle scelte europee

    C'è voluto più di un mese per individuare la nuova leadership dell'Unione europea (Ue). Non è stato un compito facile, vista la trasformazione in corso della politica continentale. Il Regno Unito è sulla porta di uscita dall'Ue, i Paesi dell'Europa orientale (il gruppo di Visegrad in particolare)

    – di Sergio Fabbrini

    Parlamento Ue, in corso la votazione. Sassoli in pole per la presidenza

    Strasburgo - Il gruppo dei Socialisti&Democratici ha candidato l'italiano David Sassoli come presidente del Parlamento europeo. Sassoli, 63 anni e un lungo passato come giornalista Rai, è sbarcato a Bruxelles nel 2009 fra le file del Partito democratico, venendo poi rieletto nel 2014 e nel 2019.

    – di Alberto Magnani

    Due donne alla guida dell'Europa: Lagarde alla Bce e von der Leyen alla Commissione

    Il quartetto prevede la Commissione europea alla popolare tedesca Ursula von der Leyen e il Consiglio europeo al liberale belga Charles Michel. Alto Rappresentante dovrebbe diventare il socialista spagnolo Josep Borrell, mentre alla Banca centrale europea andrebbe la francese Christine Lagarde. La parola ora passa al Parlamento europeo

    – di Beda Romano

    Nomine Ue, due donne in pole: von der Leyen alla Commissione, Lagarde alla Bce

    Giro di orizzonte tra i leader europei su di un nuovo "pacchetto" di nomine con due donne in prima fila. Si tratta della ministra tedesca alla Difesa Ursula von der Leyen (Ppe) per la guida della Commissione europea e la direttrice del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde alla

    – di Nicola Barone

    Nomine Ue, niente intesa dopo maratona di 18 ore. Paesi dell'Est contro Timmermans

    BRUXELLES - Dopo 18 ore di negoziato, il vertice europeo dedicato alle nomine ai nuovi vertici comunitari è stato sospeso per l'enorme difficoltà a trovare un accordo. Riprenderà martedì alle 11, sempre qui a Bruxelles. La proposta di designare il capolista socialista olandese alle ultime elezioni

    – Dal nostro corrispondente Beda Romano

    Migranti, Putin in sintonia con Trump e Salvini

    In un'intervista al Financial Times alla vigilia del G20 in cui incontrerà Donald Trump, il presidente russo sostiene che i valori liberali sono superati e in conflitto con gli interessi della gradne maggioranza della popolazione. E critica il buonismo sui migranti

    – di Stefano Carrer

1-10 di 729 risultati