Persone

Donald Tusk

Donald Tusk è nato il 22 aprile del 1957 a Danzica ed è un politico polacco, Presidente del Consiglio europeo.

Nel 1976 si è diplomato alla Scuola Superiore Mikołaj Kopernik (Niccolò Copernico) di Danzica.

Nel 1980 si è laureato in storia presso l'Universita degli Studi di Danzica, discutendo una tesi su Józef Piłsudski (capo di stato polacco tra il 1918 ed il 1922).

Oppositore fin dall'età giovanile del regime comunista della Repubblica Popolare Polacca, ha partecipato alla creazione del Comitato Studentesco di Solidarność.

Negli anni '90 Tusk è stato tra i fondatori del Congresso Liberal Democratico (Kongres Liberalno-Demokratyczny).

Nel 1991 è diventato Presidente del KLD (Kongres Liberalno-Demokratyczny).

Nel 1994 Tusk è diventato uno dei vice-presidenti dell'Unione della Libertà (Unia Wolnosci) formata dall'unione del KLD con l'Unione Democratica.

Il 24 gennaio del 2001, Donald Tusk ha fondato la Piattaforma Civica (Platforma Obywatelska).

Il 1º giugno del 2003 ha assunto la carica di presidente del PO (Platforma Obywatelska) carica che detiene tutt'ora.

Nel 2007 Tusk ha vinto, col suo PO, le elezioni parlamentari polacche ed è stato ufficialmente proclamato, a partire dal 16 novembre dello stesso anno, Primo Ministro.

Il 10 ottobre del 2011 Tusk, in seguito all'esito delle elezioni parlamentari polacche, è stato riconfermato nel suo incarico.

Il 30 agosto del 2014 il Consiglio europeo lo ha scelto quale successore di Herman Van Rompuy, eleggendolo nuovo Presidente, incarico che ha avuto ufficialmente inizio a partire dal 1º dicembre 2014. Il 9 marzo 2017 Donald Tusk è stato confermato in questo ruolo, con 27 voti a favore e uno contrario , quello della Polonia.

Tusk è stato insignito delle seguenti onorificienze:

— Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù, 2008);

— Gran Croce dell'Ordine reale norvegese al merito (Norvegia, 2012);
— Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Croce della Terra Mariana (Estonia, 2014).

Donald Tusk è sposato ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Donald Franciszek Tusk | Comitato Studentesco | Solidarnosc | Herman Van Rompuy | Polonia | Unione Democratica | Perù | Consiglio Europeo | Presidente del Consiglio | Mikolaj Kopernik | Niccolò Copernico | Piattaforma Civica | Platforma Obywatelska | KLD |

Ultime notizie su Donald Tusk

    Salvini, l'Europa e la tappa di Anversa, ad alto rischio

    Il prossimo 2 dicembre il leader della Lega parteciperà in Belgio ad un incontro promosso dal partito delle destre europee "Identità e Democrazia" da cui potrebbero derivare pesanti contraccolpi per la sua leadership politica

    – di Guido Gentili

    L'intesa Usa-Cina spinge le Borse ai massimi, Milano chiude al top da maggio 2018

    I mercati azionari avanzano anche in attesa per le decisioni delle banche centrali di Stati Uniti e Giappone. Le elezioni in Umbria e Turingia non scuotono lo spread. Borsa Usa in rialzo: vola Tiffany dopo l'Offerta di Lvmh. Piazza Affari chiude in rialzo dello 0,38%. Parigi ai massimi dal 2007

    – di Andrea Fontana e Cheo Condina

    Brexit nel caos, la Camera dei Comuni boccia l'iter accelerato di Johnson

    Dopo aver approvato il primo passaggio del Withdrawal Agreement Bill, i principi dell'accordo di Brexit, la Camera dei Comuni britannica ha detto no alla seconda proposta del governo: un iter accelerato di tre giorni per l'approvazione completa del pacchetto, cruciale rispetto all'obiettivo di finalizzare il divorzio al 31 ottobre. Johnson sospende il processo

    – di Alb.Ma.

    Brexit, Europa avanti con la ratifica dell'accordo. Londra: il governo ha i numeri

    I Ventisette hanno deciso di continuare per parte loro l'iter di ratifica, con un voto al Parlamento europeo nel corso della prossima settimana. Lo sguardo è comunque tutto rivolto a Londra, per capire se il premier Boris Johnson riuscirà a far approvare l'intesa nei prossimi giorni, così come promesso pubblicamente

    – di Beda Romano

    Il D-Day di Brexit, lotta in Parlamento fino all'ultimo voto

    Deputati riuniti in via eccezionale di sabato per la giornata forse più importante nella lunga storia del distacco dalla Ue. Boris Johnson, freneticamente impegnato ad assicurarsi consensi, si è detto fiducioso di poter strappare un sì all'accordo di ritiro: a favore del premier il carisma, le divisioni nell'Unione Europea e la stanchezza generale

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 756 risultati