Persone

Domenico Procacci

Produttore cinematografico e fondatore della Fandango, casa di produzione che ha legato il suo nome ad alcuni grandi successi del cinema italiano recente, come “L’ultimo bacio”, “Le conseguenze dell’amore”, “Caos calmo” e “Gomorra”, Domenico Procacci è nato a Bari nel 1960, ma ha cominciato la sua carriera nell’industria del grande schermo all’inizio degli anni Ottanta quando si è trasferito a Roma per frequentare la Scuola di Cinema Gaumont. Dopo l’esordio alla regia con un cortometraggio presentato al Festival del Giallo di Cattolica del 1983, Domenico Procacci ha proseguito la sua attività nel cinema, sempre come produttore: suo primo impegno è stato nel 1987 con il “Il grande Blek”, film che fu il debutto alla regia di Giuseppe Piccioni. Due anni dopo ha creato la sua casa di produzione, la Fandango: tra le prime pellicole portate al successo dalla sua attività di produttore c’è “La stazione”, opera prima di Sergio Rubini. Tanti i registi che hanno lavorato con Domenico Procacci, tra i quali vanno però citati Paolo Sorrentino, Emanuele Crialese e Carlo Mazzacurati.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Domenico Procacci | Giuseppe Piccioni | Carlo Mazzacurati | Emanuele Crialese | Paolo Sorrentino | Sergio Rubini | Fandango |

Ultime notizie su Domenico Procacci

    L'amica geniale: miglior risultato degli ultimi dieci anni

    «Il miglior risultato per una fiction nella stagione autunnale degli ultimi dieci anni», spiega Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, al Sole 24 Ore all'indomani dei risultati sullo share dell'Amica geniale, la serie tivù diretta da Saverio Costanzo, tratta dall'omonimo romanzo di Elena

    – di Cristina Battocletti

    Fine d'anno col botto per l'Amica geniale

    Più di 6 milioni di spettatori, con precisione 6.804.000, con uno share vicino al 30 %, hanno guardato su Rai 1 le ultime due puntate deL'amica geniale, la serie tivù diretta da Saverio Costanzo, tratta dall'omonimo romanzo di Elena Ferrante. La copertura totale è stata di 22 milioni di italiani,

    – di Cristina Battocletti

    Debutto record per l'Amica geniale: sette milioni di telespettatori

    Debutto da 7 milioni di telespettatori, pari al 29.3% di share, per L'amica geniale. La serie evento diretta da Saverio Costanzo e tratta dal bestseller di Elena Ferrante ha raccolto ieri nei primi due episodi, trasmessi su Rai1 dalle 21.31 alle 23.38, una media di 7 milioni 92 mila spettatori: il

    – di S.U.

    L'Amica geniale da stasera in tv, ecco cosa c'è da sapere sulla fiction dell'anno

    Pensosa, ingenua, generosa Lenù; combattiva, scorretta, coraggiosa Lila. I due volti scelti da Saverio Costanzo per impersonare le amiche fraterne e competitive della miniserie L'amica geniale sono davvero vicini a quelli che i lettori si erano potuti immaginare leggendo l'omonimo bestseller di

    – di Cristina Battocletti

    David di Donatello: 17 candidature per Indivisibili e La pazza gioia

    Testa a testa alle candidature per i David di Donatello tra Indivisibili e La pazza gioia: i film di Edoardo De Angelis e Paolo Virzì hanno collezionato 17 nomination ciascuno. Li tallona, con 16 candidature, Veloce come il vento di Matteo Rovere. Doppia candidatura per Valerio Mastandrea (Miglior

    – di Nicoletta Cottone

    Modello Lazio

    "Nel 2011 abbiamo finanziato 114 film. Il 50% degli investimenti nazionali è della nostra regione: previsti nuovi incentivi per il 2012", dice l'assessore Fabiana Santini. A Cannes, con i tre film italiani presenti finanziati dal Fondo per il Cinema

    – Valerio Sammarco

    Divertissement Reality

    "Dopo il successo di Gomorra, volevo tornare a realizzare un film per il gusto di farlo", dice Garrone. E Procacci torna anche al "caso tangenti" con la camorra: "Notizia tirata fuori ad arte prima di Cannes"

    – Valerio Sammarco

1-10 di 101 risultati