Aziende

Divella

F. Divella Spa è un'azienda italiana produttrice di pasta di semola di grano duro. La società detiene circa l'8% di quota del mercato italiano della pasta e impiega 250 dipendenti distribuiti nei 3 stabilimenti della F. Divella Spa, che nel complesso, producono 150.000 tonnellate annue, di cui 30.000 tonnellate esportate nei 5 continenti. F. Divella Spa macina quotidianamente 1350 tonnellate di grano e produce oltre 150 formati di pasta di semola di grano duro, trafilata al bronzo, all'uovo, integrale ed arricchita di verdure disidratate. F. Divella Spa è guidata da Francesco Divella, in qualità di Amministratore Delegato del gruppo.

La storia dell’azienda risale al 1890, quando il fondatore, Francesco Divella, ha abbandonato il commercio di farine e granaglie, costruendo il primo mulino per la macinazione del grano. Successivamente nel 1905 è stato inaugurato il pastificio di Rutigliano (in provincia di Bari). Dopo una fase d’espansione, l’azienda a conduzione familiare, ha assunto l’attuale assetto.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | F. Divella Spa | Francesco Divella | Bari |

Ultime notizie su Divella

    Dal Tibet al Ruanda, pasta Divella sempre più internazionale con la logistica

    Investimenti esteri sulla logistica in Nord America per il gruppo alimentare Divella, che produce e commercializza pasta in tutto il mondo e alle latitudini più lontane, Siberia e Tibet compresi. Il gruppo fondato nel 1890 a Rutigliano, nel barese, studia infatti da qualche mese la possibilità di

    – di Vincenzo Rutigliano

    Fiera del Levante, dai primi di agosto newco con Bologna per gestione

    Verrà costituita a primi di agosto la Fiera del Levante srl, la newco che dovrà gestire, per i prossimi sessant'anni, parte del quartiere fieristico di Bari, ovvero 90mila metri quadrati di padiglioni espositivi sui quasi 300mila complessivi. Dopo il sì dell'assemblea di Fiere Bologna spa - che si

    – di Vincenzo Rutigliano

    Ripresa per le Pmi pugliesi che hanno bilanci migliori della media del Sud

    In Puglia il buio della crisi si stempera in chiarore che fa vedere la ripresa. Ci sono già una serie di segnali positivi ma perché le piccole e medie imprese della regione possano tornare alla situazione pre-crisi, e cioè pre-2008, occorrerà ancora fare tanta strada. C'è intanto da registrare un

    – di Domenico Palmiotti

    Il mercato del pomodoro si sgonfia: Mutti consolida la leadership

    Gli italiani consumano meno pasta e diversificano l'alimentazione con cibi salutisti ed etnici. E anche questo giustifica un 2016 nero per i produttori di conserve vegetali. Nel 2016 le vendite di derivati del pomodoro sono scivolate nella grande distribuzione (Iper+super+libero servizio) del 2,1% a 503 milioni e dell'1,2% a volume, con un prezzo medio contratto di circa l'1%. Il mercato dei derivati del pomodoro è composto, secondo le rilevazioni Iri, per circa la metà dalle passate, per il 28%...

    – Emanuele Scarci

    La rete d'impresa Gradita spinge il food made in Italy nel mondo

    Rappresentare il Made in Italy nei mercati internazionali, diffondere la dieta mediterranea sulle tavole di tutto il mondo e creare sinergie per essere più competitivi all'estero. E' questo l'obiettivo di Gradita, la rete d'imprese che riunisce cinque aziende di marca dell'industria alimentare italiana. La partnership riunisce Polli, Divella, Pietro Coricelli con gli oli d'oliva Cirio, Giacinto Callipo Conserve Alimentari e Callipo Gelateria. Secondo i promotori si dovrebbero produrre sine...

    – Emanuele Scarci

    Pasta Divella cresce in Asia: dopo il Tibet, si punta all'Indonesia

    Pasta Divella alle latitudini più lontane, anche in Siberia o in Tibet, sul tetto del mondo, distribuita in alcuni supermercati della capitale Lhasa e nei resort turistici frequentati da occidentali. Con il Tibet salgono a 112 le bandierine che il gruppo alimentare pugliese - 320 dipendenti, 2

    – di Vincenzo Rutigliano

    Gli Stati Uniti nel mirino delle imprese italiane del food

    Food italiano nel segno degli Stati Uniti, il ricco mercato sul quale il Governo con il Piano straordinario del made in Italy sta concentrando gran parte delle risorse disponibili (50 milioni di euro) per un accordo con i retailer. «L'anno scorso abbiamo esportato negli Usa 3,5 miliardi con una crescita di circa il 20% - ha detto ieri il presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia nel corso del 4° Forum food & made in Italy promosso dal Gruppo 24 Ore - Tenere questo ritmo di crescita quest'...

    – Emanuele Scarci

    Food, nel mirino dell'Italia il mercato Usa

    Food italiano nel segno degli Stati Uniti, il ricco mercato sul quale il Governo con il Piano straordinario del made in Italy sta concentrando gran parte delle risorse disponibili (50 milioni di euro) per un accordo con i retailer. «L'anno scorso abbiamo esportato negli Usa 3,5 miliardi con una

    – Emanuele Scarci

1-10 di 71 risultati