Ultime notizie:

Dipartimento Amministrazione Penitenziaria

    Isis, condiviso con 30 servizi segreti il modello italiano di contrasto

    L'Italia chiama a raccolta oltre trenta servizi segreti esteri. E a Roma, dopo l'inaugurazione lunedì 6 maggio della sede unica dell'intelligence a piazza Dante, martedì 7 nella cornice di Villa Madama il Dis (dipartimento informazioni e sicurezza) ha convocato la conferenza Bridge (Bringing

    – di Marco Ludovico

    Video Battisti, con Salvini e Bonafede indagato anche il direttore del Dap Basentini

    Il direttore del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria) Francesco Basentini è indagato in concorso con i ministri Matteo Salvini e Alfonso Bonafede per la gestione dell'arrivo a Roma dell'ex terrorista Cesare Battisti. Secondo le ipotesi - per le quali ora si va verso la archiviazione -

    – di Ivan Cimmarusti

    Faceva proselitismo in carcere: arrestato affiliato ad Ansar Al-Sharia

    Faceva proselitismo in carcere. Arrestato a Roma Hmidi Saber, un tunisino di 33 anni, già detenuto presso il carcere Rebibbia di Roma per altri reati, accusato di «radicalizzare» e incitare al fondamentalismo islamico. L'operazione è stata compiuta dalla Digos coordinata dal pool Antiterrorismo

    – di Ivan Cimmarusti

    Anis Amri è stato a Roma prima della strage di Berlino

    Anis Amri, lo stragista di Berlino, è stato a Roma in tre diversi appartamenti di altrettanti cittadini tunisini. Sono stati i suoi stessi connazionali a confermarlo nel corso degli interrogatori con l'Antiterrorismo: «Lo abbiamo ospitato prima della sua partenza per la Germania». Mentre ieri la

    – di Ivan Cimmarusti

    Le cellule tra Italia e Francia che hanno aiutato Amri

    Anis Amri non era un «lupo solitario».Ci sono dettagli della strage di Berlino che porterebbero la firma di un'organizzazione più articolata, in cui avrebbero giocato un ruolo almeno altri due-tre complici e una rete di cellule tra Francia, ma soprattutto Italia, con lo scopo di curare la

    – Ivan Cimmarusti

    Amri radicalizzato in carcere in Italia

    Il tunisino Anis Amri, autore della strage di Berlino, si sarebbe «radicalizzato in Italia, nel carcere di Agrigento». In prigone ha avuto comportamenti violenti, arrivando a minacciare un altro detenuto: «Sei un cristiano, ti taglio la testa». E'?quanto emerge dai documenti in mano alla procura di

    – Roberta Miraglia

    L'allerta sale a Livello 2, più controlli alle frontiere

    Presidenza del Consiglio, ministeri dell'Interno, della Difesa e della Giustizia: c'è una mobilitazione generale di allerta antiterrorismo, come non si vedeva dall'11 settembre 2001 con l'attacco delle Torri gemelle. In «pronto impiego» le forze speciali militari - Gis dei Carabinieri, Col Moschin,

    – Ivan Cimmarusti

    Il pg di Palermo Scarpinato: «I boss di Cosa nostra escono, la corruzione dilaga e la cultura antimafia arretra»

    Carcere (come nell'Italia a un passo dall'unità dentro ci vanno solo i poveracci), corruzione (pervasiva ma "fantasma"), uguaglianza difronte alla Giustizia (sulla carta?anche se costituzionale), sistema sanzionatorio (senza equilibrio), legislazione di emergenza (fine a se stessa), fine della pena (che non educa e non reinserisce), misure alternative e controlli (quasi nulli tanto che lo spaccio "a domicilio" è tornato ad essere fronte di ricchezza per Cosa nostra), riforma della Giustizia, dis...

    – Roberto Galullo

1-10 di 25 risultati