Le nostre Firme

Dino Pesole

Editorialista |  @DinoPesole |

Editorialista del Sole24Ore con competenze sui conti pubblici e le tematiche europee, giornalista professionista dal 1983, giornalista parlamentare, quirinalista. Ha cominciato la sua carriera all'Ansa, poi è passato al quotidiano Italia Oggi. Successivamente è stato per un breve periodo all'Indipendente, ha collaborato con il Corriere della Sera, Il Mondo, Mondo economico, il Giornale Radio Rai. Infine è stato capo ufficio stampa dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
Per Radio24, conduce il programma settimanale “A conti fatti, la Storia e la memoria dell'economia”. Tiene lezioni di giornalismo economico presso la Scuola di giornalismo di Urbino e presso il Master di giornalismo e informazione multimediale del Sole24Ore. È stato docente a contratto di giornalismo economico e giornalismo politico-parlamentare presso la Facoltà di Lettere, La Sapienza, Roma, Laurea magistrale in Editoria e scrittura. Attualmente ricopre l'incarico di direttore del Master in Management politico, presso la Business School del Sole24Ore.
Pubblicazioni: Giugno 1994 - La vertigine del debito, Editori Riuniti. Aprile 1996 - Il debito degli italiani, Editori Riuniti. Marzo 1997 - L'Artigianato nell'economia italiana dal dopoguerra a oggi Edizioni IlSole24Ore. Maggio 1998 - Guida alla Riforma fiscale, Editori Riuniti. Dicembre 2001: I conti in regola, Edizioni Il Sole24Ore. Ottobre 2005 - Dizionario della democrazia (dagli interventi di Carlo Azeglio Ciampi), Edizioni San Paolo. Dicembre 2008 - Coautore insieme a Francesco Piu de “Il Patto, cittadini e Stato: dal conflitto a una nuova civiltà fiscale”, Edizioni IlSole24Ore. Ottobre 2012 - “Il salasso, come non finire dissanguati dalle tasse. Cinque mosse per cambiare il Fisco”, edizioni Castelvecchi

  • Luogo: Roma
  • Lingue parlate: Italiano, inglese, francese
  • Argomenti: Conti pubblici, Europa, attività politico-parlamentari

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Dino Pesole

    Manovra, negli ultimi 4 anni l'Ue ha concesso all'Italia 30 miliardi di flessibilità

    L'Ue ha concesso all'Italia 29,7 miliardi di flessibilità nel quadriennio 2015-2018. Si può aprire una discussione su come questo spazio aggiuntivo di bilancio sia stato utilizzato (si è finanziata spesa corrente e si è evitato l'aumento dell'Iva). Fatto sta che l'Italia è il paese che ne ha maggiormente beneficiato

    – di Dino Pesole

    Il Governo cerca alleati in Europa in vista della manovra

    Per le prossime tappe che vedranno il nostro paese in prima linea, dalla trattativa sulla manovra economica in via di preparazione (con annessa la richiesta di nuova flessibilità) al percorso che porterà alla rivisitazione delle regole che governano la disciplina di bilancio europea

    – di Dino Pesole

    Patto di stabilità Ue: la possibile riforma in tre mosse

    Un percorso ambizioso, quello che si appresta ad affrontare la neo presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen: potrebbe portare prima della fine dell'attuale legislatura europea alla modifica dei Trattati istitutivi dell'Unione economica e monetaria attraverso una versione aggiornata del Patto di stabilità

    – di Dino Pesole

    Nebbia sulla manovra, si fa strada un congelamento dell'Iva per 4 mesi

    In caso di voto nei primi mesi del prossimo anno, ben poco altro si potrà fare se non provare a neutralizzare per qualche mese l'aumento dell'Iva per poi lasciare al governo che nascerà dopo il voto il compito di avviare la propria strategia di politica economica

    – di Dino Pesole

    Possibile congelare l'Iva per decreto fino ad aprile

    L'aumento di tre punti dell'Iva che, in mancanza di risorse alternative, scatterà dal prossimo 1° gennaio continua a pesare come un macigno sugli esiti della crisi politica che ha mandato in frantumi l'alleanza fra Lega e Movimento Cinque stelle. Da qui le preoccupazioni del Quirinale, che vigila

    – di Dino Pesole

    Abolizione bollo auto, la proposta di Di Maio non funziona

    Eliminare o ridurre il bollo auto si può, ma occorre individuare coperture certe. L'annuncio a "Uno mattina" del vice premier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio (utilizzare i risparmi indotti dal calo dello spread per abolire questa «tassa odiosa») va contestualizzato.

    – di Dino Pesole

1-10 di 1406 risultati