Persone

Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona, soprannominato El Pibe de oro (Il ragazzo d'oro), è stato un campione di calcio, per molti il più grande di tutti i tempi. Ha giocato come attaccante in Argentina, Spagna, Italia (nel Napoli) e Messico.

Maradona ha iniziato la carriera nel 1979 nell'Argentinos Juniors e ha vinto il Pallone d'oro sudamericano. Si è poi trasferito al Boca Juniors, lasciato per il Barcellona. Successivamente è approdato al Napoli, portando due volte la squadra alla vittoria dello scudetto. Con i partenopei ha vinto anche una Coppa Italia, una Coppa Uefa e una supercoppa italiana.

Ai Mondiali del 1986 El pibe de oro ha trascinato l'Argentina alla vittoria della Coppa del Mondo, guadagnando il titolo di miglior giocatore del torneo.

Nel 1995 ha ricevuto il Pallone d'oro alla carriera.

Dopo alcuni anni controversi in cui ha alternato a vari cambi di maglia, burrascose vicende di tipo giudiziario, Maradona ha posto fine alla sua carriera di giocatore sempre in Argentina nel Newell’s old boys di Rosario, la città che ha dato in natali a Lionel Messi.

Nella sua carriera è risultato positivo a due test antidoping e, nella vita privata, è stato protagonista di procedimenti giudiziari, legati al fisco, alla paternità e alla droga.

Nel 2004 Maradona è stato inserito da Pelè nel Fifa 100 ed è stato una star della Tv argentina con lo show La Noche.

Dal 2008 al 2010 è stato commissario tecnico della nazionale argentina, incarico dal quale è stato sollevato a seguito del risultato conseguito nel campionato mondiale in Sudafrica.

Negli ultimi anni ha avuto vari problemi di salute. Da ultimo Maradona è stato operato al cervello in Argentina il 4 novembre 2020. Tornato a casa in convalescenza, è morto a Buenos Aires il 25 novembre 2020, lo stesso giorno del suo amico Fidel Castro, morto nel 2016.

Ultimo aggiornamento 29 novembre 2020

Ultime notizie su Diego Armando Maradona

    Non solo Covid: da Brexit all'elezione di Biden a Maradona, il 2020 in 12 domande

    Il 2020 è stato dominato dall'emergenza pandemica che ha colpito tutto il mondo, ma ci sono altri eventi che hanno caratterizzato l'anno: dall'estenuante processo per l'addio di Londra all'Europa alle elezioni presidenziali americani che hanno visto la vittoria di Joe Biden, dal valore simbolico del nuovo ponte di Genova all'addio a un campione come Diego Armando Maradona, dai nuovi ricchi alle nuove priorità della finanza.

    – di Pierangelo Soldavini

    Ridisegniamo l'Italia: un piano per crederci, ancora

    Post di Dario Cardile, esperto nella gestione di aziende digitali e delle loro strategie di crescita. Esperto di Digital Transformation e Digital Marketing, docente e coordinatore scientifico presso la Business School Sole24Ore - L'avvicinarsi della fine anno, porta spesso ognuno di noi a riflettere sull'anno che sta per concludersi e fare dei buoni propositi per l'anno che verrà. Guardo l'anno che è passato come un anno difficile e complesso. Sono rientrato in Italia con tanto entusiasmo ed e...

    – Econopoly

    Maradona, un macigno sull'eredità: il conto con il Fisco italiano sale di 4.000 euro al giorno

    A circa un mese dalla morte di Diego Armando Maradona, nessuno è in grado di calcolare – al di là di ogni ragionevole dubbio – a quanto ammonti davvero la ricchezza che il campione di calcio argentino ha lasciato ai suoi eredi. ... E allora riavvolgiamo il nastro dell'incredibile film della vita di Diego Armando Maradona e prepariamoci a tornare indietro ai ruggenti Anni 80. ... A Buenos Aires il 13 dicembre 1980 era stata fondata la "Diego Armando Maradona Producciones...

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Bomber fragile di una vittoria «impossibile»

    Dicono che Enzo Bearzot conservasse l'abitudine, ricevuta dai tempi in cui frequentava il liceo, di leggere Plutarco, Strabone, Svetonio, Senofonte, Tacito e tanti altri storici greci e latini. Dicono che dalle pagine in cui si raccontavano le battaglie avesse tratto ispirazione per schierare la

    – di Giuseppe Lupo

    Addio a Pablito, bomber fragile di un'impresa impossibile

    Dicono che Enzo Bearzot conservasse l'abitudine, ricevuta dai tempi in cui frequenta-va il liceo, di leggere Plutarco, Strabone, Svetonio, Senofonte, Tacito e tanti altri storici greci e latini. Dicono che dalle pagine in cui si raccontavano le battaglie avesse tratto ispirazione per schierare la

    – di Giuseppe Lupo

1-10 di 361 risultati