Ultime notizie:

Dichiarazione integrativa

    Un percorso in quattro mosse per completare la pace fiscale

    Alla pace fiscale mancano (almeno) quattro tasselli attuativi. Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione (pvc), delle liti pendenti e degli errori formali attendono, infatti, le modalità operative che dovranno passare da uno o più provvedimenti delle Entrate. Ma anche la sanatoria

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Decreto fiscale, ecco tutte le novità introdotte dal Parlamento al testo

    Il decreto fiscale è legge. L'Aula della Camera ha infatti definitivamente approvato il provvedimento senza correzioni rispetto al testo votato dal Senato. Il decreto ha ottenuto 272 voti favorevoli e 143 contrari (3 gli astenuti).In realtà, durante l'iter parlamentare di conversione il Dl 119/2018

    Pace fiscale, solo stralcio delle mini-cartelle per i debiti fino a mille euro

    Tra i 9 condoni contenuti nel Dl fiscale ora all'esame della Camera non figura il "saldo e stralcio" (previsto dal contratto di governo), che doveva consentire di chiudere le cartelle esattoriali con tre aliquote (6%, 10%, 25%) in base al reddito. Nel testo attuale del Dl è previsto solo uno

    Pace fiscale, via libera del Senato. Tutte le scadenze da ricordare

    Un vero e proprio tour de force di scadenze. La pace fiscale, approvata in prima lettura al Senato con 147 sì (ora passerà all'esame della Camera), perde la dichiarazione integrativa speciale ma guadagna la sanatoria degli errori formali con pagamento sdoppiato tra il 31 maggio 2019 e il 2 marzo

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Pace fiscale: maxi sconti e più tolleranza. Ecco cosa cambia

    Nuovo look per la pace fiscale dalle liti alle cartelle, fino agli errori formali delle dichiarazioni e non solo. Tra correzioni e cambi di rotta, la versione del decreto fiscale uscita dalla commissione Finanze del Senato (e martedì 27 novembre al voto dell'Aula) presenta significative differenze

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Dl fiscale, bonus bebè solo per un anno: assegno più ricco dal secondo figlio

    Il bonus bebè trova la proroga anche per il il 2019 ma sarà concentrato solo nel primo anno di vita o di adozione del vambino. L'assegno sarà più ricco del 20% per il «figlio successivo al primo», nato o adottato tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019. A prevederlo è l'emendamento del

    – di M. Mobili e G. Parente

    Tria: «Niente rinvio per il debutto della fattura elettronica»

    Nessun rinvio per il debutto dal 1° gennaio 2019 dell'obbligo della fattura elettronica tra privati: lo ha confermato stamattina il ministro dell'Economia Giovanni Tria con una affermazione esplicita: «Dal primo gennaio 2019 la fatturazione elettronica sarà obbligatoria in via generalizzata in

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Dl fisco, Conte: in prospettiva inasprimento pene per reati fiscali

    «Abbiamo completato questa riforma che consentirà alle persone oneste di mettersi in regola, di pacificarsi con l'amministrazione finanziaria. Lavoriamo per questo». Così il premier Giuseppe Conte spiega le novità introdotte con gli emendamenti al decreto fiscale, il giorno dopo il vertice notturno

    Pace fiscale: ecco cosa resta e cosa entra dopo lo stop all'integrativa speciale

    Fuori la dichiarazione integrativa speciale. Dentro la sanatoria per omessi versamenti, avvisi bonari e lievi irregolarità. Rinvio a un altro provvedimento per la riforma di soglie e pene per chi commette reati tributari. E' il quadro che si delinea in vista del voto agli emendamenti al decreto

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

1-10 di 286 risultati