Ultime notizie:

Dianora Bardi

    Il digitale a scuola? Non rovina scrittura e lettura. Ma tutto dipende dall'insegnante

    Digitale a scuola, sì o no? Lo smartphone può essere utilizzato in maniera efficace in chiave didattica? Tablet e pc rappresentano un valido supporto per l'apprendimento? Oppure i device digitali hanno conseguenze negative in termini di dipendenza e di passività, soprattutto in età evolutiva? Il

    – di Pierangelo Soldavini

    E' l'ora dell'ascolto

    Sono passati otto anni da quando i mobile device sono entrati nelle classi, da allora le scuole si sono digitalizzate, hanno comprato arredi per setting d'aula innovativi, hanno costruito atelier tecnologici, biblioteche a misura di studente, grazie al Piano nazionale scuola digitale e a finanziamenti regionali è stata fatta una formazione a moltissimi docenti, personale e dirigenti scolastici. Si sono moltiplicati a dismisura eventi, webinar, seminari online, corsi, pagine Fabebook di animatori...

    – Dianora Bardi

    Orientarsi tra le metodologie

    Nuove indicazioni e nuovi strumenti per progettare consapevolmente. La scuola sta cambiando, fin troppo velocemente. Il mondo dell'educazione e la didattica faticano a tenere il passo di una realtà e di un mondo del lavoro in continua evoluzione e di tecnologie pervasive che modificano l'approccio degli studenti e ne condizionano l'apprendimento. L'anno si è aperto con un'ulteriore novità che rappresenta una sfida necessaria per tutti i docenti: dopo una sperimentazione triennale che ha coinvolt...

    – ImparaDigitale

    La Scuola del futuro è già qui

    La programmazione delle attività di ricerca e formazione del Centro Studi Impara Digitale per il 2017-2018 si apre a una serie di nuove iniziative. Accanto agli appuntamenti ormai tradizionali come Tablet school, Game@school Olimpiadi Nazionali del videogioco, il Centro Studi si è aperto a una significativa offerta di webinar e corsi online, sta ampliando la propria rete di formatori sul territorio nazionale e ha dato vita a specifiche collaborazioni con alcune delle principali aziende che opera...

    – ImparaDigitale

    Qual? ?è? ?l'obiettivo? ?generale? ?del? ?sistema? ?educativo? ?e? ?formativo? ?italiano?

    Maurizio Maglioni è Professore di chimica nelle scuole superiori di Roma e autore di romanzi e saggi tra cui "La classe capovolta", scritto insieme a Fabio Biscaro (Edizioni Erickson, 2014). Valutatore EFQM-CAF, iscritto all'albo dei TQM Assessor dal 2005, è Presidente dell'associazione Flipnet per la promozione della didattica capovolta. *** Girando per le scuole italiane ho tenuto decine di incontri con migliaia di colleghi della scuola primaria e della secondaria, dalla Sicilia alla Val d'Ao...

    – ImparaDigitale

    Esperienze "autentiche" per una scuola delle competenze

    Sono Sara Griso, docente di Lettere, Animatore Digitale, Formatore per Indire e Miur, Tutor On Line per l'Università...da sempre appassionata di e-learning. Adoro il mio lavoro. RACCONTATI IN UN TWEET La mia sfida quotidiana è coinvolgere "i miei ragazzi" dell'Istituto Agrario nella costruzione e valorizzazione delle loro competenze. ISPIRAZIONE Quali visionari o quali esperienze ti hanno formato e ispirano il tuo lavoro quotidiano? Sono entrata in ruolo alla Scuola Primaria, ho insegnato alla...

    – ImparaDigitale

    Competenze precoci, aggiornamento continuo

    Il digitale sta rivoluzionando il mondo a velocità esponenziali: sulla base dello sviluppo a ritmi rapidissimi della capacità di elaborazione, di archiviazione e di comunicazione delle macchine, anche la realtà è spesso più avanzata di quanto sembri. Attenzione, quindi, a non farsi trovare impreparati, soprattutto per quanto riguarda i più giovani (ma non solo!). Tutte le cose che hanno andamenti esponenziali accadono anche se non sembra: quando si realizzano, potrebbe essere troppo tardi! E' pe...

    – Pierangelo Soldavini

    Scuola digitale, 8,4 milioni e una piattaforma per gli animatori

    A due anni dal lancio del Piano nazionale scuola digitale si completa l'architettura del progetto per l'innovazione digitale della scuola italiana. Il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli ha firmato il decreto per lo stanziamento di 8,4 milioni di euro, mille per ogni scuola che si è dotata di

    – di Pierangelo Soldavini

    Il docente liquido

    La scuola dell'innovazione richiede un rapporto diverso tra studente e docente in cui l'obiettivo non è più l'apprendimento disciplinare, ma una vera didattica per competenze, personalizzata e condivisa. E' chiaro che in questo processo il ruolo chiave è quello del docente, che si sente, oggi più che mai, disorientato e incapace nell'affrontare un cambiamento così  radicale delle modalità di apprendimento dei ragazzi. Ogni studente possiede stili cognitivi diversi, apprende in modo differenziato...

    – Dianora Bardi

    La scuola vuole il pane? Diamole le brioche!

    Beatrice Baldo - docente di lettere di scuola secondaria di I grado a Catania e membro della redazione di ImparaDigitale-APPrenderò - sintetizza l'ampio dibattito svoltosi in questi giorni sul profilo Facebook di Dianora Bardi. Il Piano Operativo Nazionale lanciato in queste settimane avvia una corsa per l'innovazione digitale per diverse azioni di recupero e sviluppo di competenze: ma non staremo forse perdendo di vista il vero traguardo? *** In una placida e assolata domenica di metà marzo, su...

    – ImparaDigitale

1-10 di 50 risultati